CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news su Fiere, Sagre ed Esposizioni

Cerca nel blog

lunedì 30 luglio 2018

I ristoranti del Buon Ricordo al Salone del Camper di Parma - 9 giornate per viaggiare con gusto nelle regioni italiane

Dall'8 al 16 settembre 2018

Al Salone del Camper di Parma

9 Giornate ricche di "Buon Ricordo": per viaggiare con gusto nelle regioni italiane

Continua la collaborazione fra Fiere di Parma e la prima associazione fra ristoratori nata in Italia 

 

Continua, e si rafforza, la collaborazione tra Fiere di Parma e l'Unione Ristoranti Buon Ricordo, la prima associazione fra ristoratori nata in Italia nel lontano 1964 e ancora oggi la più diffusa e conosciuta.

Dall'8 al 16 settembre l'Unione Ristoranti Buon Ricordo sarà infatti presente con i suoi interpreti al Salone del Camper, che richiama ogni anno migliaia di appassionati ed operatori. Si rafforza così ulteriormente il legame fra URBR e la città di Parma, dove il Buon Ricordo è sempre stato accolto con simpatia ed amicizia, ed ha festeggiato nel settembre 2014 i suoi 50 anni di attività con una tavolata da Guinness dei primati, imbandita in centro città da ben 100 chef del sodalizio, provenienti da tutt'Italia.

 

Ogni giorno il Buon Ricordo animerà il suo spazio, presentando di volta in volta le bellezze e la gastronomia di una Regione italiana. Infatti ogni giorno alle ore 12.00, si terrà il "Buon RicordoTime", appuntamento informale durante il quale il pubblico avrà modo di conoscerne le attrattive turistiche e storico artistiche, nonché le specialità enogastronomiche, raccontate dalla viva voce di chi opera in prima persona sul territorio. A conclusione, ovviamente, non mancherà un goloso aperitivo regionale. In perfetto stile "Buon Ricordo" alcuni presenti potranno avere l'occasione di portarsi a casa un piacevole ricordo dell'evento, dato che ogni giorno saranno estratti a sorte 10 piatti del Buon Ricordo, dipinti a mano dagli artigiani di Vietri sul Mare.

 

"Scegli il ristorante del Buon Ricordo e scopri il territorio che lo circonda!": questo è il nuovo slogan che l'URBR presenterà al Salone del Camper 2018. I ristoratori del Buon Ricordo, presenti su tutto il suolo nazionale, saranno per i clienti preziosi amici in grado di suggerire le bellezze del territorio, i luoghi segreti da scoprire, le chicche enogastronomiche di cui poter far provvista durante il viaggio.

 

E, per rendere ancor più attrattivo il viaggio nella nostra meravigliosa penisola, una volta terminata la fiera e fino al 31 di ottobre, tutti i visitatori del Salone del camper che si presenteranno a pranzo o cena nei ristoranti del Buon Ricordo muniti del biglietto d'ingresso alla Fiera saranno accolti con un sorriso speciale ed avranno in omaggio un prodotto enogastronomico del territorio.

 

L'Unione Ristoranti del Buon Ricordo

L'Unione Ristoranti del Buon Ricordo salvaguarda e valorizza dal 1964 le tante tradizioni e culture gastronomiche italiane, accomunando sotto l'egida della cucina del territorio (a quei tempi negletta e scarsamente considerata) ristoranti e trattorie di campagna e di città, da Nord a Sud.  L'URBR è stata la prima associazione selettiva di imprenditori della ristorazione a nascere in Italia. A caratterizzare ciascun ristorante, e a creare fra loro un trait d'union, è oggi come un tempo il suo piatto-simbolo dipinto a mano dagli artigiani della Ceramica artistica Solimene di Vietri sul Mare su cui è effigiata la specialità del locale: il piatto viene donato agli ospiti perché si ricordino, appunto, la piacevole esperienza fatta a tavola. Allora antesignani del "Km Zero", oggi convinti più che mai che "la salute comincia a tavola", gli associati rappresentano, con la varietà straordinaria delle loro cucine, il ricchissimo mosaico della gastronomia italiana.



--
www.CorrieredelWeb.it

Fiera di Rimini. A KEY ENERGY L’APPUNTAMENTO DEL MONDO DELL’EFFICIENZA ENERGETICA


è A KEY ENERGY L'APPUNTAMENTO DEL MONDO DELL'EFFICIENZA ENERGETICA

 

Torna Key Efficiency, il principale evento italiano dedicato alle tecnologie per l'uso intelligente dell'energia in ambito industriale e residenziale. Ampio il panel dei convegni organizzati in collaborazione con Enea, FIRE e Federesco.

Attesa per il premio Energy Manager dell'anno.

Fiera di Rimini, 6 – 9 novembre 2018

 

Rimini, 30 luglio 2018 - Continua a crescere in Italia l'attenzione delle imprese e dei cittadini verso l'efficienza energetica. Lo dimostrano i dati dell'ecobonus del Rapporto Enea, secondo i quali gli italiani hanno investito l'anno scorso oltre 3,7 miliardi di euro per circa 420mila interventi di riqualificazione energetica, o l'aumento del numero di Energy manager, cresciuti  del 6% negli ultimi 4 anni, come emerge dal recente report FIRE.

 

Il tema cruciale del migliore impiego delle risorse è al centro di Key Efficiency, il padiglione dedicato alle tecnologie per un uso intelligente dell'energia in ambito industriale e residenziale che si svolge a Key Energy (Fiera di Rimini, 6-9 novembre 2018). La fiera leader per le rinnovabili nel Mediterraneo, organizzata da Italian Exhibition Group, ha luogo in contemporanea con Ecomondo, la grande vetrina della green e circular economy, e comprende nella sua offerta espositiva anche Key Solar, dedicato a prodotti e servizi del fotovoltaico, Key Wind, l´evento italiano di riferimento per il settore eolico, Key Storage, sull'immagazzinamento dell'energia da fonti rinnovabili e Città Sostenibile, il progetto sulla qualità ambientale dei centri urbani e sulla gestione virtuosa dei territori. Come ogni anno, si terranno in contemporanea anche gli Stati Generali della Green Economy (6-7 novembre).

 

Ricchissimo, anche per la prossima edizione, il programma dei convegni di Key Efficiency, a cura di Enea e delle varie associazioni di settore, come FIRE e Federesco. Apertura il 6 novembre con l'incontro dal titolo "Efficienza energetica: la chiave per un futuro sostenibile" (ore 15, Energy Room, pad. B5), un talk show che farà il punto sullo stato dell'arte delle politiche sull'uso efficiente dell'energia. Nel corso dell'evento si terrà l'ormai tradizionale e attesa consegna  del premio FIRE-ENEA per gli Energy Manager del settore industriale. 

Sempre a cura di Enea gli appuntamenti dedicati alle soluzioni per l'edilizia e l'industria: "L'efficienza energetica negli edifici: soluzioni e strumenti innovativi" (7 novembre, ore 14, Energy Room, pad.B5) e "L'Efficienza energetica nel settore industriale: opportunità tecnologiche e di sistema" (8 novembre, ore 14, Energy Room, pad.B5). Focus principali degli eventi saranno le soluzioni e gli strumenti per i settori building e industria.


Le nuove opportunità derivanti dai titoli di efficienza energetica verranno invece affrontate dal convegno "Certificati bianchi: facciamo il punto", organizzato da FIRE (7 novembre, ore 14.30 Sala Gardenia, pad. D7). Il tradizionale appuntamento organizzato dalla Federazione in collaborazione con Key Energy illustrerà i risultati raggiunti e le novità. Altri convegni FIRE dedicati agli addetti ai lavori sono "Misurare il risparmio energetico: ISO 50015 e IPMVP" (8 novembre, ore 14.30, Sala Gardenia, pad.D7), nel corso del quale saranno illustrati
principi generali e linee guida relativi alla misura e verifica della prestazione energetica e il protocollo internazionale IPMVP; "Gli operatori dell'efficienza energetica: Energy manager, Energy auditor, EGE, ESCO" (8 novembre, ore 14.30 Sala Mimosa 2, pad.B6), organizzato in collaborazione con Assoege e Federesco, nel quale si delineerà il quadro normativo delle varie professionalità.

Le strategie di finanziamento per rilanciare gli investimenti nei settori pubblico e privato saranno al centro de "La finanza per l'efficienza energetica", a cura di Federesco (6 novembre ore 14, Sala Tulipano, pad.B6), che organizza anche l'incontro "Efficienza energetica nella Pubblica Amministrazione" (7 novembre ore 9.30, Sala Tulipano, pad.B6) .

Altro tema all'ordine del giorno sarà quello della riqualificazione profonda degli edifici, la cosiddetta deep-renovation, per molti un'occasione unica per rilanciare l'intero settore edilizio. Il tema verrà affrontato nel convegno "Efficientamento edifici esistenti: tecnica e finanza", a cura di Green Building Council Italia (9 novembre ore 9,30 Sala Gardenia, Pad. D7)

LE DICHIARAZIONI

"Informazione, innovazione e networking - dice Roberto Moneta, direttore del Dipartimento Unità per l'Efficienza Energetica dell'ENEA - sono le leve principali per far crescere la cultura dell'Efficienza Energetica, costruire politiche efficaci e raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati insieme agli altri Paesi della UE. L'Enea, nel suo ruolo di Agenzia Nazionale per l'efficienza energetica, sarà presente a Key Energy perché riteniamo che sia un grande acceleratore culturale, capace di favorire gli incontri fra istituzioni ed operatori e lo scambio di idee e prodotti innovativi. Proprio quello di cui abbiamo bisogno per migliorare ulteriormente la già ottima performance dell'Italia, testimoniata dal primo posto a livello mondiale nel ranking elaborato dall' ACEEE ( American Council for Energy Efficency Economy)".

"FIRE - spiega il direttore Dario di Santo - rinnova anche nel 2018 l'ormai storica collaborazione con Key Energy, organizzando i consueti appuntamenti convegnistici dedicati all'IPMVP, agli operatori del settore energia ed ai certificati bianchi. La Federazione promuove inoltre per il secondo anno consecutivo, assieme ad ENEA e Key Energy, il premio Energy manager, che verrà assegnato proprio durante la manifestazione fieristica".

"Anche quest'anno Federesco - rileva il Presidente Claudio Ferrariche è la Federazione nazionale che riunisce, tutela e supporta le Energy Service Company nel promuovere l'efficienza energetica, partecipa a Key Energy con un programma di iniziative ed eventi e uno stand dedicato. La sfida climatica con gli impegni dell'accordo di Parigi e con gli importanti obiettivi definiti dall'Italia per il 2030, offre l'occasione di rinnovare il sistema energetico rilanciando le rinnovabili e l'efficienza in uno dei principali appuntamenti fieristici nel Mediterraneo per il settore dell'Energia e della Mobilità Sostenibile che, ancora una volta, si propone come punto di riferimento della transizione energetica in atto".

 

 

FOCUS ON ECOMONDO E KEY ENERGY 2018 Qualifica: Fiere internazionali; Organizzazione: Italian Exhibition Group SpA; Periodicità: annuale; Edizione: 22° Ecomondo e 12° Key Energy; Ingresso: operatori e grande pubblico; date e orari: 6 – 9 novembre ore 9-18. 



--
www.CorrieredelWeb.it

Orecchiette nelle ‘nchiosce, tutto pronto 6 e 7 agosto a Grottaglie (TA): 9 chef per 10 ricette tutte da gustare

Lunedì 6 e martedì 7 agosto a Grottaglie (TA) la settima edizione di Orecchiette nelle 'nchiosce nel quartiere delle Ceramiche 

Orecchiette regine di Puglia, tutto pronto per la loro festa

Otto chef made in Grottaglie per 10 ricette in tutti le salse.  
Novità l'arrivo del Carillon vivente. 
Percorsi enologici, laboratori e tanta musica. 



 

Orecchiette per tutti i gusti e in tutte le salse: quelle con mandorlefichi neri, gluten free, con la percoca, al ragù di cinghiale bianco, con le cozze tarantine fino a quelle tradizionali con le rape e cacioricotta.  

Inoltre, per dare un ulteriore tocco di originalità, ci saranno anche quelle al vincotto, con bacche di ginepro e con polvere di tarallo

 

Queste alcune prelibate ricette che proporranno gli 8 chef protagonisti della settima edizione di Orecchiette nelle 'nchiosce. Quest'anno il grande evento enogastronomico di Grottaglie (TA), in programma lunedì 6 e martedì 7 agosto, si trasferisce nel famoso quartiere delle Ceramiche con percorsi gastronomici.

 

E gli intrepreti dei piatti saranno tutti made in Grottaglie, con alcuni di loro che, lavorando in giro per l'Italia, in questa occasione unica si uniranno per portare la loro esperienza interpretando la regina delle tavole pugliesi, l'orecchietta. 

 

 

In due giorni sarà possibile degustarla in svariate ricette, in un percorso di gusto che partendo dalla tradizione approderà alle più recenti rivisitazioni.

Saranno poi le cantine grottagliesi e un birrificio artigianale ad esaltare la maestria degli chef e, quindi, con mappa in una mano e calice nell'altra, si andrà alla scoperta dei vari stand.

 

Per chi non si accontenta solo di mangiare, bere e ascoltare musica ma vuole mettere le mani in pasta troverà il laboratorio per imparare a preparare manualmente le orecchiette a cura dell'Associazione Utopiadi Grottaglie. 

 

Non solo enogastronomia ma anche tanto spettacolo e folclore quello che ha in serbo Orecchiette nelle 'nchiosce 2018. Novità il Carillon vivente creato dall'attore Mauro Grassi che ha già sbancato su Facebook con 32 milioni di like e continua a ricevere richieste da tutto il mondo. Una ballerina insieme al suo pianista si esibirà lungo via Crispi, la strada storica del quartiere delle Ceramiche, per incantare cittadini e turisti.


Immancabili saranno inoltre i bandisti made in Grottaglie che intratterranno il grande pubblico con diversi generi musicali. Come anche l'aperitivo e dj set sulla terrazza della storica bottega di Domenico Caretta Maioliche (via Caravaggio, 2). Lunedì si esibirà Guido Balzanelli e Francesco Cofano mentre martedì ci sarà la selezione musicale di  Antonio Piergianni, il tutto circondato da bollicine e prodotti tipici. 

 

Insomma, due serate all'insegna del gusto e del divertimento in uno dei centri storici più belli del tarantino a due passi dal mare.


Orecchiette nelle 'nchiosceè organizzato dalla società K202/M.A.O con il patrocinio di Slow Food Grottaglie Vigne e Ceramiche e la collaborazione del pastificio Bontà srl di Grottaglie. 

CHEF E RICETTE 


Loredana Ballo 

Orecchiette al dolce fico e datterino, con croccante mandorla pugliese e gocce di formaggio Don Carlo

Maria Carmela D'Acunto

Orecchiette al pesto di capperi e olive con pomodoro giallo e polvere di tarallo 

Angelo Capriglia

Orecchiette al profumo di limone con cozze e fiori di zucca, con una spruzzata di pane verde, olio all'aglio e pomodoro secco 

Emanuele Lenti 

Orecchiette con cime di rape e acciughe 

Adriano Schiena 

Orecchiette con ricotta aromatizzata, percoca caramellata, crumble di arachidi 

e vincotto.

Rosario Chiloiro

Orecchiette al ragù di cinghiale in bianco alle bacche di ginepro con briciole di pane tostato in un filo non avaro l'olio extravergine d'oliva aglio e peperoncino rinfrescato da una pioggia di prezzemolo        

Anna Donatelli 

Orecchiette con pomodoro fresco, cipolla rossa di Tropea e basilico

(gluten free)

Salvatore Carlucci 

Ricordi di "un'acquasale"

Orecchiette mantecate con salsa di pomodoro fermentato, cumarazzo (carosello salentino) marinato all'olio essenziale di origano, agrodolce di cipolla e croccante di frisella.

 

LE CANTINE VITIVINICOLE


Percorso

Cosimo Vestita

Masseria Levrano D'Aquino 

Pruvas 

Schiena 

Tenute Motolose 

Choose 

Terrazza

Vetrere


LA BIRRA ARTIGIANALE


Piccolo Birrificio Indipendente Decimoprimo 

 

 

SPETTACOLI MUSICALI 6 AGOSTO

 

Rione Mediterraneo 

Eupremio Ligorio 

Canzoniere Popolare 

Suonosolo 

Tarantula Ensemble 

 

SPETTACOLI MUSICALI 7 AGOSTO


Trio Swing 

Trio Bio Booom Percussion 

Maggiore Trio 

Michele Santoro Laura Donatone Duo 

Tarantula  Ensemble 



--
www.CorrieredelWeb.it

Veronafiere. In Sudafrica Sol d'oro Emisfero Sud, il concorso dell'olio extravergine di oliva di qualità e delle opportunità commerciali


La 5a edizione in Sudafrica dal 16 al 21 settembre 2018

 

SOL D'ORO EMISFERO SUD

IL CONCORSO DELL'OLIO EVO DI QUALITA' E DELLE OPPORTUNITA' COMMERCIALI

 

Nato per promuovere il miglioramento qualitativo e la conoscenza dell'olio extravergine di oliva nel mondo, il concorso di Veronafiere/Sol&Agrifood ha assunto sempre più importanza come strumento di marketing e vendita. Dal "bollino di qualità", alla guida "Le stelle del Sol d'Oro" distribuito ai trader e ai giornalisti di 130 Paesi durante Sol&Agrifood, sono molte le occasioni commerciali per chi si aggiudica una medaglia.

 

Iscrizioni e consegna dei campioni entro l'11 settembre 

 

Verona, 30 luglio 2018 – Quinta edizione di Sol d'Oro Emisfero Sud dal 16 al 21 settembre a Cape Town in Sudafrica, che per la seconda volta ospita il più importante concorso internazionale dedicata agli oli extravergine di oliva (EVOO) dell'emisfero sud, dopo Cile, Australia e Giappone. La competizione, insieme a Sol d'Oro Emisfero Nord che si svolge dal 2002 a Verona nel mese di febbraio, è organizzata da Veronafiere/Sol&Agrifood e nel tempo è diventata punto di riferimento dei produttori di olio extravergine di oliva di alta e altissima qualità e dei buyer internazionali. Merito del rigore della commissione giudicante, che lavora in modalità blind tasting per la valutazione dei campioni in gara, e per le ampie opportunità di promozione commerciale offerte agli oli vincitori.

 

Per Sol d'Oro Emisfero Sud 2018, i cui lavori si svolgeranno a Paarl, sono attesi campioni da tutti i principali Paesi olivicoli a sud dell'equatore, dove la campagna di raccolta e produzione è attualmente in corso. Oltre a quelli del Sudafrica, le iscrizioni sono aperte agli oli di Australia, Nuova Zelanda, Cile, Argentina, Uruguay, Perù e Brasile.

 

Vincere una medaglia in una delle tre categorie previste da Sol d'Oro Emisfero Sud – fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso – non è solo una questione di prestigio. Veronafiere offre una serie di strumenti e di iniziative per la valorizzazione commerciale sui mercati internazionali delle aziende e degli oli vincitori. Tra queste, la possibilità di applicare sulle bottiglie commercializzate il "bollino di qualità" Sol d'Oro, Sol d'Argento, Sol di Bronzo e "Gran menzione" e l'inserimento, insieme agli oli premiati con medaglia di Sol d'Oro Emisfero Nord, nella guida "Le Stelle del Sol d'Oro", distribuita ai buyer e giornalisti esteri presenti a Sol&Agrifood. Durante il Salone Internazionale dell'Agroalimentare di Qualità, gli oli vincitori vengono messi in degustazione presso l'Olive Oil Bar, oltre a essere protagonisti di una degustazione guidata, dedicata ai buyer.

 

Esporre a Sol&Agrifood è un'ulteriore opportunità di visibilità in chiave commerciale per le aziende iscritte a Sol d'Oro. In programma dal 7 al 10 aprile 2019, la fiera nel 2018 è stata visitata da 59.300 operatori professionali di 130 Paesi.

 

Il termine per l'iscrizione a Sol d'Oro Emisfero Sud e per la consegna dei campioni è fissato all'11 settembre. 

 

 

 


Photocredit: © Foto Veronafiere-ENNEVI



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 29 luglio 2018

Fiere. A Grottaglie ritorna la Festa dell’uva

A Grottaglie ritorna la Festa dell'uva

  

Torna a Grottaglie, mercoledì 1 agosto 2018, la Festa dell'Uva organizzata dell'assessorato alle Politiche Agricole del Comune di Grottaglie, in collaborazione con il Gal Magna Grecia, il Parco della Civiltà e grazie anche al sostegno di alcune aziende farmagricole del territorio.

 

Una manifestazione che affonda le sue radici nella tradizione popolare e che offrirà l'opportunità di conoscere le particolarità di un prodotto che, da secoli, caratterizza la nostra comunità e che volge lo sguardo al futuro con grande passione, competenza e amore per la propria terra.

 

Grottaglie è ai primi posti per la produzione di Uva da tavola con circa 2000 ettari coltivati, 500mila quintali di produzione e quasi 38 milioni di euro di fatturato.

 

Numeri importanti utili anche ai tanti giovani locali che, sempre più numerosi, hanno deciso di affacciarsi al mondo agricolo e in particolare alla produzione dell'uva, che in base alle sue diverse tipologie di qualità e grazie alle moderne tecniche di produzione è leader sui mercati globali.

 

Oltre al Sindaco Ciro D'Alò che alle ore 19:00 aprirà il dibattito interverranno: Luca Lazzaro, Presidente del Gal Magna Grecia; Walter Ingrosso, Presidente della Cooperativa agricola San Rocco di Leverano, specializzata nella produzione di frutta e ortaggi in regime di Agricoltura Integrata in ambiente protetto e ad oggi conta circa 230 soci e 300 ettari di colture protette; insieme al Presidente della Cooperativa interverrà anche Luigi Zecca, direttore commerciale della stessa.

 

Il nostro obiettivo è quello di contribuire a stimolare, almeno nell'ambito del nostro territorio, gli aspetti legati alla commercializzazione e alla qualità del prodotto; in modo tale da poter aiutare gli agricoltori ad affrontare le sfide che i mercati offrono.

 

La manifestazione vuole essere da impulso anche per i più giovani che con coraggio e passione decidono di investire in quello che è un prodotto di qualità e che da decenni ci contraddistingue.

 

Ad accompagnare la serata, nell'area concerti del nuovo Parco della Civiltà, ci saranno i Crickets; band salentina, nata da diverse esperienze musicali, ma con l'unico intento di ricreare le atmosfere spensierate e divertenti degli anni 50/60 fino a quelle dei giubbotti in pelle e stivali a punta degli anni 70/80 




--
www.CorrieredelWeb.it

sabato 28 luglio 2018

Fiera di Rimini: Randstad partecipa al Meeting di Rimini 2018

RANDSTAD PARTECIPA AL MEETING DI RIMINI 2018

Dal 19 al 25 agosto il secondo operatore mondiale nei servizi HR sarà presente con uno spazio espositivo di circa 50 metri quadrati all'interno del Padiglione del lavoro B1 MeshArea. Randstad organizzerà momenti di orientamento, una tappa del progetto "Allenarsi per il Futuro" e workshop ispirati ai temi delle giornate del Meeting.

 

Rimini, luglio 2018 – Randstad, secondo operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, parteciperà al Meeting di Rimini 2018, l'evento organizzato dalla Fondazione Meeting per l'amicizia dei popoli presso la Fiera di Rimini dal 19 al 25 agosto. L'agenzia per il lavoro sarà presente con uno spazio espositivo di circa 50 metri quadrati indirizzato all'orientamento, inserimento e reinserimento lavorativo, all'interno del Padiglione del lavoro B1,  MeshArea.

Tante le iniziative in programma, con uno sguardo particolare rivolto ai giovani, grazie ai workshop organizzati da Youth@Work, la divisione di Randstad che si occupa di orientare i giovani e sostenerli nella ricerca attiva di un lavoro, per fornire a studenti e ragazzi in cerca della prima esperienza lavorativa strumenti e nozioni di base per facilitare il loro ingresso nel mercato del lavoro.

I 20 speech e workshop tematici organizzati da Randstad si ispireranno alle tematiche quotidiane proposte dal Meeting: servizi per il lavoro, cercare lavoro, la domanda, esperienza di lavoro nelle imprese, orientamento e offerta formativa, nuovi lavori, welfare.

Domenica 19 agosto alle ore 17.00, presso MeshAREA TALK Intesa Sanpaolo B1, Alessandro Ramazza, Presidente di Assolavoro, interverrà al convegno istituzionale "Le Politiche Attive per il Lavoro", che vedrà la partecipazione di Claudio Durigon, Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Del Conte, Presidente di ANPAL (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro), e Massimo Ferlini, Presidente di Formaper.

Lunedì 20 agosto, la giornata a tema "cercare lavoro" vedrà in particolare il workshop "Gli strumenti del sistema duale per l'inserimento dei giovani nelle imprese" con la testimonianza di Francesca Armeni, Business Developer Randstad, e Sara Zugno, Talent Pool Manager Randstad, alle ore 14.30 presso l'Area Meet e "Alternanza Scuola-Lavoro: tra obbligo e opportunità. L'esperienza della divisione Youth@Work di Randstad",alle ore 18.40 presso Arena Talk-MeshArea, con la testimonianza di Desiree Luini, Career Advisor Youth@Work- Randstad HR Solutions.

Nella giornata di martedì 21 agosto, dedicata alla "domanda di lavoro", Randstad organizza, in particolare, due incontri sul tema: "Italian Talent Mobility: la mobilità territoriale nel mercato del lavoro", con la partecipazione di Roberto Meneghello, Candidate Manager Randstad, presso Area Meet alle ore 14.30, e "Il ruolo dell'HR nella Digital Transformation", con la testimonianza di Luca Corona, Delivery Coordinator Hivejobs, presso Area Talk-MeshArea alle ore  16.40.

Si prosegue mercoledì 23 agosto, quando Randstad, in occasione della giornata che il Meeting dedicherà alla "esperienza di lavoro nelle imprese", organizzerà alle ore 16.20, presso l'Area Talk-MeshArea, "Le Mini Olimpiadi di Allenarsi per il Futuro", il progetto sviluppato in collaborazione con  Bosch con l'obiettivo di contrastare la disoccupazione giovanile e prevenire il fenomeno dei NEET (Not in Employment, Education or Training) attraverso l'orientamento scolastico e l'alternanza scuola -lavoro.  

Grazie alla metafora dello sport, "Allenarsi per il Futuro" intende trasmettere ai giovani l'importanza di compiere scelte professionali corrispondenti alle proprie attitudini e alle richieste del mercato, "allenando" il proprio talento per raggiungere l'obiettivo professionale. Il progetto si avvale della consulenza di EducAllenatori, campioni sportivi di fama internazionale che attraverso il racconto delle loro esperienze trasmettono i valori della passione, dell'impegno, della responsabilità e, soprattutto, dell'allenamento, necessari per avere successo nella vita professionale. I partecipanti alla speciale tappa di "Allenarsi per il Futuro" presso il meeting potranno ascoltare la testimonianza della tennista Mara Santangelo, del judoka Pino Maddaloni e del cestista Marco Mordente e, alla fine del workshop, avranno la possibilità di scendere in campo con i campioni per attività di introduzione allo sport, presso il Villaggio dello sport.

Giovedì 23 agosto, invece, alle ore 11.30, presso l'Area Meet nel Padiglione B1, segnaliamo il workshop "Reclutamento? Sì ma virtuale. Come farsi trovare dal web" con la partecipazione di Gianluca Cavalluzzi, Permanent Manager Randstad.

Infine, nella giornata di venerdì 24 agosto dedicata ai "nuovi lavori" Randstad organizzerà, in particolare presso l'Arena Talk, alle 12.40 gli speech "Trasformazione digitale del lavoro: digital mismatch e reskilling" con la partecipazione di Roberto Rossi, Head of Technologies Randstad, e alle ore 18.00 "Nuove aziende e nuove professioni" con il contributo di  Alessandra Dealessi, Team Manager Randstad Professionals.

La partecipazione alle iniziative in programma sarà aperta a tutti.


A proposito di Randstad

RANDSTAD N.V. è la multinazionale olandese attiva dal 1960 nella ricerca, selezione, formazione di Risorse Umane e somministrazione di lavoro. Presente in 39 Paesi con 4.858 filiali e 38.331 dipendenti per un fatturato complessivo che ha raggiunto nel 2017 23,3 miliardi di euro - è la seconda agenzia di servizi HR al mondo. Presente dal 1999 in Italia, RANDSTAD conta ad oggi 2000 dipendenti e oltre 300 filiali a livello nazionale. RANDSTAD è la prima Agenzia per il Lavoro ad avere ottenuto in Italia le certificazioni SA8000 (Social Accountability 8000) e GEEIS (Gender Equality European & International Standard) in materia di "pari opportunità".



--
www.CorrieredelWeb.it

Fiere. A Grottaglie ritorna la Festa dell’uva

A Grottaglie ritorna la Festa dell'uva

  

Torna a Grottaglie, mercoledì 1 agosto 2018, la Festa dell'Uva organizzata dell'assessorato alle Politiche Agricole del Comune di Grottaglie, in collaborazione con il Gal Magna Grecia, il Parco della Civiltà e grazie anche al sostegno di alcune aziende farmagricole del territorio.

 

Una manifestazione che affonda le sue radici nella tradizione popolare e che offrirà l'opportunità di conoscere le particolarità di un prodotto che, da secoli, caratterizza la nostra comunità e che volge lo sguardo al futuro con grande passione, competenza e amore per la propria terra.

 

Grottaglie è ai primi posti per la produzione di Uva da tavola con circa 2000 ettari coltivati, 500mila quintali di produzione e quasi 38 milioni di euro di fatturato.

 

Numeri importanti utili anche ai tanti giovani locali che, sempre più numerosi, hanno deciso di affacciarsi al mondo agricolo e in particolare alla produzione dell'uva, che in base alle sue diverse tipologie di qualità e grazie alle moderne tecniche di produzione è leader sui mercati globali.

 

Oltre al Sindaco Ciro D'Alò che alle ore 19:00 aprirà il dibattito interverranno: Luca Lazzaro, Presidente del Gal Magna Grecia; Walter Ingrosso, Presidente della Cooperativa agricola San Rocco di Leverano, specializzata nella produzione di frutta e ortaggi in regime di Agricoltura Integrata in ambiente protetto e ad oggi conta circa 230 soci e 300 ettari di colture protette; insieme al Presidente della Cooperativa interverrà anche Luigi Zecca, direttore commerciale della stessa.

 

Il nostro obiettivo è quello di contribuire a stimolare, almeno nell'ambito del nostro territorio, gli aspetti legati alla commercializzazione e alla qualità del prodotto; in modo tale da poter aiutare gli agricoltori ad affrontare le sfide che i mercati offrono.

 

La manifestazione vuole essere da impulso anche per i più giovani che con coraggio e passione decidono di investire in quello che è un prodotto di qualità e che da decenni ci contraddistingue.

 

Ad accompagnare la serata, nell'area concerti del nuovo Parco della Civiltà, ci saranno i Crickets; band salentina, nata da diverse esperienze musicali, ma con l'unico intento di ricreare le atmosfere spensierate e divertenti degli anni 50/60 fino a quelle dei giubbotti in pelle e stivali a punta degli anni 70/80 




--
www.CorrieredelWeb.it

Fiere. A Grottaglie ritorna la Festa dell’uva

A Grottaglie ritorna la Festa dell'uva

  

Torna a Grottaglie, mercoledì 1 agosto 2018, la Festa dell'Uva organizzata dell'assessorato alle Politiche Agricole del Comune di Grottaglie, in collaborazione con il Gal Magna Grecia, il Parco della Civiltà e grazie anche al sostegno di alcune aziende farmagricole del territorio.

 

Una manifestazione che affonda le sue radici nella tradizione popolare e che offrirà l'opportunità di conoscere le particolarità di un prodotto che, da secoli, caratterizza la nostra comunità e che volge lo sguardo al futuro con grande passione, competenza e amore per la propria terra.

 

Grottaglie è ai primi posti per la produzione di Uva da tavola con circa 2000 ettari coltivati, 500mila quintali di produzione e quasi 38 milioni di euro di fatturato.

 

Numeri importanti utili anche ai tanti giovani locali che, sempre più numerosi, hanno deciso di affacciarsi al mondo agricolo e in particolare alla produzione dell'uva, che in base alle sue diverse tipologie di qualità e grazie alle moderne tecniche di produzione è leader sui mercati globali.

 

Oltre al Sindaco Ciro D'Alò che alle ore 19:00 aprirà il dibattito interverranno: Luca Lazzaro, Presidente del Gal Magna Grecia; Walter Ingrosso, Presidente della Cooperativa agricola San Rocco di Leverano, specializzata nella produzione di frutta e ortaggi in regime di Agricoltura Integrata in ambiente protetto e ad oggi conta circa 230 soci e 300 ettari di colture protette; insieme al Presidente della Cooperativa interverrà anche Luigi Zecca, direttore commerciale della stessa.

 

Il nostro obiettivo è quello di contribuire a stimolare, almeno nell'ambito del nostro territorio, gli aspetti legati alla commercializzazione e alla qualità del prodotto; in modo tale da poter aiutare gli agricoltori ad affrontare le sfide che i mercati offrono.

 

La manifestazione vuole essere da impulso anche per i più giovani che con coraggio e passione decidono di investire in quello che è un prodotto di qualità e che da decenni ci contraddistingue.

 

Ad accompagnare la serata, nell'area concerti del nuovo Parco della Civiltà, ci saranno i Crickets; band salentina, nata da diverse esperienze musicali, ma con l'unico intento di ricreare le atmosfere spensierate e divertenti degli anni 50/60 fino a quelle dei giubbotti in pelle e stivali a punta degli anni 70/80 




--
www.CorrieredelWeb.it

Caccia al vino del futuro con il WineHunter Helmuth Köcher, aspettando Merano WineFestival 2018.


Aspettando Merano WineFestival, a caccia dei vini del futuro.
   
Qual è il futuro della viticoltura italiana e quali saranno i vini che berremo domani? Quali le soluzioni alle conseguenze dell'aumento della temperatura? Il WineHunter Helmuth Köcher affronta un tema di grande attualità e nella sua Caccia del Mese presenta una personale selezione di vini "del futuro" aspettando il 27° Merano WineFestival.
 
Merano, 28 luglio 2018 – Con lo sguardo al futuro per pensare a come sarà il mondo del vino di domani, tra cambiamenti climatici, vitigni resistenti e aspettative dei consumatori. Il WineHunter Helmuth Köcher, sempre a caccia di novità per quanto riguarda il mondo del vino, segue questa tematica già dal 2015 ossia da quando se ne è occupato durante l'evento Merano Wine Forum. Recentemente inoltre il WineHunter è intervenuto al convegno RO-Wein International Wine Festival, dove ha tenuto una Masterclass dedicata al futuro del vino. In questa occasione sono stati presentati 11 vini provenienti da tutto il territorio italiano che possono essere considerati una prima linea guida. Ora si torna ad approfondire l'argomento, dedicandogli la sua Caccia del Mese e presentando una selezione di vini che considera un riferimento per la viticoltura di domani.
 
È ormai un dato di fatto che l'aumento della temperatura è una delle condizioni che entro il 2050 caratterizzerà maggiormente il futuro della viticoltura. Con riferimento ad uno studio di Lee Hanna, climatologa di fama mondiale, pare che entro questa data il Sud Italia possa subire fenomeni di desertificazione, mentre in altre aree si stabilisca un clima subtropicale, con uno spostamento a nord delle aree adatte alla viticoltura e una scomparsa che va dal 25 al 73% delle storiche zone vitivinicole. Ecco quindi che diventa fondamentale anticipare i tempi prima che sia troppo tardi, scegliendo vitigni più resistenti e riducendone la densità d'impianto. Anche lo spostamento della produzione verso altitudini maggiori e il mantenimento più naturale possibile del terreno, investendo sulla coltivazione della biodiversità, sono soluzioni che possono contribuire a creare un ecosistema complesso che punti ad una produzione di qualità. Diventa necessario dunque puntare sulle varietà autoctone e ricorrere a pratiche antiche come la cimatura tardiva o ricorrere al portainnesto per superare gli stress cui la pianta è sottoposta, come sottolineato dal professor Attilio Scienza, uno dei maggiori esperti mondiali di viticoltura. Ma il futuro del vino passa anche per un cambiamento che, oltre a conformarsi agli eventi naturali, deve tener conto delle aspettative dei consumatori, che negli ultimi dieci anni hanno visto un abbassamento dell'età media degli appassionati (da 45-60 anni a 30-45) e un notevole incremento dell'interesse da parte delle donne.
 
In questo contesto il WineHunter e patron di Merano WineFestival Helmuth Köcher ha selezionato alcuni vini che ritiene possano diventare un riferimento per la viticoltura del futuro e li presenta in questa Caccia del Mese. Partendo dal Veneto si inizia con lo spumante rosè metodo charmant Violette di Conte Collalto. Un vino che nasce da un vitigno molto resistente costituito da Raboso del Piave e Moscato d'Amburgo, l'incrocio Manzoni Moscato 13.0.25. Secondo il parere del WineHunter si tratta di un vitigno che potrebbe diventare un importante riferimento per il futuro, soprattutto nella versione spumantistica. Da un vino veneto, il cacciatore di vini Helmuth Köcher passa ad un vino altoatesino e sceglie lo spumante metodo classico Sauvignon Gris Lieselehof Brut, nato da un vitigno creato in Germania nel 1983 incrociando Cabernet Sauvignon e Bronner. Questo prodotto è particolarmente interessante per il futuro in quanto realizzato da una varietà Piwi, ovvero resistente alle malattie fungine; un processo sperimentato in vigna per oltre cinquant'anni che oggi presenta esempi sorprendenti quali il Bronner appunto. La scelta del WineHunter va poi al Monte Carbonare 2015 di Suavia, un 100% di uve Garganega che cresce su un terreno puramente vulcanico. Ne risulta un vino bianco di grande personalità, schietto e verace, dalla mineralità tagliente.
 
Dalla nerissima terra vulcanica, il viaggio virtuale attraverso l'Italia della Caccia del Mese passa in Campania, e precisamente alla Costa d'Amalfi. Il vino prescelto è un rosso delle Cantine Marisa Cuomo, il Furore Rosso, risultato dall'unione delle uve di Piedirosso e di Aglianico, le cui piante hanno mediamente ottant'anni di età. Un vino espressione di quella che viene definita "viticoltura eroica", un'attività fatta di grande fatica delle mani e sudore della fronte che produce un risultato inconfondibile e un'impronta profonda. Infine, un vino dolce di provenienza piemontese, il Lamoscata di Mongioia, un moscato d'Asti che nasce da un antico vitigno di origine mediterranea diffusosi ampiamente per il particolare gusto dolce ottenuto dall'appassimento delle sue uve. La vinificazione in questo caso avviene in anfora e il risultato è giudicato dal WineHunter sorprendente e convincente in vista del futuro.
 
Si conclude questo viaggio verso il futuro del vino da parte del WineHunter Helmuth Köcher, ma la caccia di prodotti di altissima qualità nel rispetto del motto "Excellence is an attitude" continua…




--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 26 luglio 2018

Fiere. CANTINA PIZZOLATO: A SANA 2018, TRE ETICHETTE BIOLOGICHE PER IL SUCCESSO ALLA BIENNALE DI VENEZIA| Cantina Pizzolato - Stampa 2018


CANTINA PIZZOLATO:
A SANA 2018, TRE ETICHETTE BIOLOGICHE
PER IL SUCCESSO ALLA BIENNALE DI VENEZIA
Alla fiera bolognese l'anima innovatrice di Settimo Pizzolato racconta le new entries
e il successo della cantina sostenibile inserita all'interno dell'Arcipelago Italia alla Biennale di Venezia
SANA: PADIGLIONE 22 di ECOR – TAV. 51

Il futuro ha radici bio. È questa la filosofia della Cantina Pizzolato, che al prossimo Sana 2018, dal 7 al 10 settembre 2018, si presenterà, all'interno del padiglione 22 di Ecor-Naturasì, con uno spazio espositivo per raccontare l'anima sostenibile della cantina trevigiana. Azienda, quest'ultima, certificata biologica da più di 35 anni, fin dal 1991, anno in cui si sono consolidati in Italia gli enti certificatori ma biologica da sempre, fin dalla sua nascita.
 
"Tutto il settore del biologico trova ampio spazio in questa fiera che ormai facciamo da anni: un palcoscenico che permette a tutte le aziende biologiche di focalizzare e raccontare la propria filosofia. Il 2018 per noi è un anno importante, non solo per le novità del vino. Quest'anno, anche la nostra cantina ci ha resi più che orgogliosi, ottenendo, a Vinitaly, il premio "Eccellenza del paesaggio" e, successivamente, l'inserimento all'interno dell'Arcipelago Italia nella Biennale di Venezia come identità territoriale perfettamente inserita nel paesaggio che la circonda" - afferma Settimo Pizzolato, titolare della cantina. L'azienda trevigiana è stata tra le primissime in Italia a credere nel biologico e ad utilizzare sistemi in agricoltura per rispettare il prossimo e l'ambiente. Ad oggi, le esigenze produttive ed aziendali, con oltre 5 milioni di bottiglie biologiche certificate, prodotte all'anno, hanno portato alla progettazione di una nuova sede aziendale che inglobasse quella passata e che si fondesse col paesaggio circostante, nel rispetto dell'ambiente e ad impatto zero sulla comunità circostante. I valori di Settimo Pizzolato, sono stati quindi il punto di partenza per la nuova cantina, che hanno trovato fondamento e concretezza grazie agli architetti Adriano Marangon e Michela De Poli di Made Associati di Treviso. Inaugurata ufficialmente il 29 maggio 2016, la cantina, ricoperta interamente da pannelli solari, con un sistema innovativo per il riutilizzo delle acque e con un progetto importante rivolto all'attenzione dello spreco energetico e dei materiali, si propone oggi come punto di ritrovo per la comunità del Trevigiano: un luogo dove la passione, le persone e i vini possono riunirsi in momenti di incontro e di piacere legati al frutto del lavoro dell'uomo. Una cantina sempre in movimento, che si trasforma in un grande luogo di condivisione e di emozioni, attraverso serate, eventi ed attività rivolte a tutti, poiché architettura significa soprattutto comunità.

Ovviamente i vini biologici saranno i veri protagonisti della fiera e il tavolo della Cantina Pizzolato proporrà in degustazione i suoi vini biologici e anche senza solfiti aggiunti, presentando a Sana Novità, tre vini dal packaging ricercato: l'Hero Rosa, il Metodo Classico e il nuovo Valdobbiadene Brut. La linea Heroes, dalle etichette in stile comics, si consolida, infatti, con un terzo vino, il rosato fermo di uve Merlot. Una bottiglia fresca, moderna, assolutamente di tendenza e con un messaggio forte alle spalle, dedicato a tutte le donne.  Il Metodo Classico, un vino che racconta tutte le espressioni di un territorio e di una tradizione familiare di cinque generazione nasce, invece, dalla sinfonia di due grandi uve: l'Incrocio Manzoni e lo Chardonnay, scelte e raccolte rigorosamente a mano, primo esperimento di Metodo Classico per la cantina. Per concludere, il nuovo Prosecco Spumante Valdobbiadene Brut DOCG, dal packaging completamente rinnovato, nella nuova bottiglia Champagne cuvée, con un'etichetta nera e dorata, che completa la linea "Collezione di famiglia" con un tocco di eleganza in più, ideale per le occasioni più importanti.

____________________________
Cinque generazioni di storia e tradizioni, un lungo impegno della produzione biologica fin dagli anni '80, rispettando la genuinità del vino e l'alta qualità delle uve, la cui certificazione è arrivata nel 1991. Queste sono le salde radici a cui la famiglia Pizzolato è legata e sulle quali si basa l'intera filosofia produttiva dell'azienda che si trova a Villorba, nel Trevigiano, nella famosa zona del Prosecco DOC. Settimo Pizzolato, il titolare, è stato sicuramente uno dei primi produttori di vino a scegliere una gestione biologica, vegan e sostenibile della cantina, allo scopo di produrre dei vini che incontrino le aspettative dei consumatori particolarmente attenti alla propria salute.
 



"Qualunque cosa tu possa fare, qualunque sogno tu possa sognare, comincia.
L'audacia reca in sé genialità, magia e forza. Comincia ora".

"Whatever you can do or dream you can, begin it. Boldness has genius, power and magic in it!".  

Johann Wolfgang Göethe




--
www.CorrieredelWeb.it

Fiere: Il camper sharing arriva al Salone del Camper con Yescapa



Il camper sharing arriva al Salone del Camper con Yescapa

 

Yescapa, la piattaforma di camper sharing europea, sarà presente al Salone del Camper di Parma (8-16 settembre) per presentare i vantaggi e le opportunità della sharing economy applicata al turismo in libertà.

"Il camper sharing può stimolare il settore, diventando una forma di autofinanziamento per l'acquisto del nuovo e contribuendo a rinnovare il parco circolante dei veicoli ricreazionali su strada", spiega Benoît Panel, Presidente di Yescapa.


 

 

Per la prima volta Yescapa, la piattaforma di camper sharing con oltre 5.000 veicoli e 200mila utenti in tutta Europa, arriva al Salone del Camper di Parma, l'appuntamento per tutti gli appassionati del turismo all'aria aperta, che si svolgerà dall'8 al 16 settembre.

Dopo aver partecipato alla conferenza europea MELVI (Meeting of the European Leisure Vehicle Industry), Yescapa presenterà anche alla Fiera di Parma vantaggi e opportunità della sharing economy applicata al turismo in libertà.

 

Un servizio totalmente innovativo, quello del camper sharing: nato nel 2012, è approdato in Italia ad aprile 2018 registrando, in soli 3 mesi, la creazione di oltre 100 nuovi annunci di veicoli ricreazionali, tra camper, van e furgoni camperizzati. I veicoli immatricolati in Italia attualmente disponibili su Yescapa hanno generato più di 1.000 richieste di viaggio nel nostro Paese, provenienti da viaggiatori di tutto il mondo, permettendo di riversare ai proprietari italiani più di 150 mila euro. La maggior parte degli utenti italiani (45%) sceglie di rimanere nel Belpaese per viaggiare on the road, mentre un 25% si muove verso la Spagna e un 15% preferisce la Francia. Tra gli stranieri, proprio i francesi risultano essere i più amanti dell'Italia, con oltre il 25% delle prenotazioni di veicoli italiani. A livello europeo, sono state 3.000 le prenotazioni al mese confermate: ogni giorno con Yescapa 100 camper partono on the road.
 

Nel corso dell'ultima edizione del Meeting of the European Leisure Vehicle Industry, la principale conferenza in Europa sull'industria dei veicoli ricreazionali, è stato confermato il trend positivo del settore: il 2017 è stato il terzo anno consecutivo in crescita per il mercato europeo dei veicoli ricreazionali, con 110.742 veicoli immatricolati nel 2017 con un incremento pari al 14,8% rispetto al 2016*. Anche l'Italia, in base ai dati del recente Rapporto Nazionale sul Turismo in Libertà 2018 dell'APC, ha mostrato un tasso di crescita nel mercato del nuovo del +20% rispetto al 2016. In più, stando alle stime fornite dalla ECF (European Caravan Federation) il primo quadrimestre del 2018 si sarebbe chiuso con 1.977 nuove immatricolazioni in Italia, che corrisponderebbero ad un ottimista +22,7% rispetto all'anno precedente.
 

Al rilancio del settore contribuisce anche la sharing economy, come spiega Benoît Panel, presidente di Yescapa: "In Francia, ad esempio, i concessionari sono interessati a partnership per proporre il camper-sharing come nuova forma di autofinanziamento per l'acquisto del nuovo. La prospettiva di poter cedere temporaneamente il proprio veicolo ad altri sta diventando un incentivo all'acquisto, grazie alla possibilità di ammortizzare il costo".

 

Un servizio, quello di Yescapa, che intende dunque apportare nuova linfa al mercato dei camper e contribuire a rinnovare il parco circolante dei veicoli ricreazionali su strada. Il tutto, senza dimenticare la sicurezza: Yescapa, in quanto intermediario, accerta che i mezzi siano in buone condizioni e verifica tutta la documentazione fornita dagli utenti, fornisce un apposito contratto di condivisione per la messa a disposizione del veicolo e offre assistenza stradale 24/7 e un'assicurazione multirischi per tutto il periodo di utilizzo del mezzo. Allo stesso tempo, gli utenti stessi lasciano sulla piattaforma una recensione sulla loro esperienza e sul rapporto sia con i proprietari dei camper sia sui veicoli.

 

"La sharing economy - spiega Dario Femiani, Country Manager di Yescapa - sta facendo emergere nuovi approcci di consumo, grazie all'intermediazione di piattaforme che mettono in relazione privati e alla nascita di nuove forme di campeggio 'collaborativo' come quella promossa dalla piattaforma Garden Sharing, partner di Yescapa. In particolare, il camper sharing è una modalità che permette di svecchiare il settore, avvicinando anche i Millennials italiani, sempre più attratti dalla possibilità di provare l'esperienza in camper in totale libertà".



* APC - Associazione Produttori Caravan e Camper, VII edizione del Rapporto Nazionale sul Turismo in Libertà in Camper e in Caravan, 2018



 

 

Chi è Yescapa
Fondata nel 2012, Yescapa è la piattaforma di camper-sharing leader in Europa. Il sito rende semplice e sicura la condivisione di camper, van e furgoni camperizzati tra privati, proponendo una soluzione chiavi in mano per un viaggio itinerante in totale libertà e sicurezza. Con oltre 5.000 veicoli la piattaforma offre la più grande flotta di veicoli ricreativi in Europa, con un'ampia scelta di veicoli - camper mansardati, semintegrali, motorhome e van camperizzati; Yescapa verifica i documenti degli utenti e offre la migliore assicurazione camper multi-rischi per tutto il periodo di utilizzo nonché un'Assistenza stradale 24/7.




--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *