CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news su Fiere, Sagre ed Esposizioni

Cerca nel blog

mercoledì 16 novembre 2022

SEALOGY 2022: Il primo giorno di fiera

SEALOGY 2022

Il primo giorno di fiera

 

Ferrara, 16 novembre – Al salone di Ferrara è iniziata oggi SEALOGY, la manifestazione fieristica dedicata alla Blue Economy, che ospiterà fino a venerdì oltre 15 Paesi su scala internazionale per plenarie, seminari tecnici e laboratori a tema marittimo. Un momento di incontro e sintesi sullo sviluppo sostenibile delle attività legate al mare supportato dalla Commissione Europea.

 

In occasione della prima giornata si è svolto il convegno "Evoluzione del mondo mare: dal trasporto, alla pesca, alla gestione energetica – un panorama in costante evoluzione".

 

Alessio MAMMI - Assessore regionale all'agricoltura e agroalimentare, caccia e pesca – è intervenuto al convegno dichiarando "per la nostra regione acquacoltura e pesca rappresentano elementi importantissimi, con oltre 2000 imprese. L'Italia importa l'80% del pesce che consuma, quindi il settore ha grandi prospettive di crescita, anche in termini di creazione di posti di lavoro. In primavera ci saranno gli Stati Generali di pesca e acquacoltura in Emilia-Romagna, dove proporremo un accordo strategico e programmatico di rilancio delle filiere per i prossimi tre anni. Va inoltre tenuto presente che dall'UE avremo a disposizione 40 milioni di euro che vogliamo investire nelle imprese dei suddetti comparti al fine di implementare ricerca e innovazione, e per migliorarne l'approdo sui mercati. Le filiere legate al settore marino stanno attraversando un momento di difficoltà a seguito del cambiamento climatico che, come sappiamo, sta danneggiando e impoverendo i mari. Queste sono le filiere sulle quali dobbiamo investire, perché – nonostante le difficoltà - pensiamo che abbiano un grande futuro sia a livello produttivo sia a livello turistico e di valorizzazione territoriale nel suo complesso".

 

Alessandro Balboni - Assessore Ambiente, Tutela degli Animali, Progetti Europei, Progetti di Partecipazione del Comune di Ferrara: "SEALOGY è una grande opportunità, perché riunisce esperti e leader del settore della Blue Economy sul nostro territorio. Ma lo è anche perché è un'occasione per sviluppare progettualità, creare contatti e realizzare una rete europea di collaborazione per la promozione dell'ambiente e della sostenibilità. Questo è molto importante soprattutto nell'ambito del mare, in considerazione della crisi climatica in atto. Il nostro territorio è fatto di mare e di acqua, e non valorizzare quest'ultima è un'opportunità persa".

In merito alla sostenibilità dei mari sono poi intervenuti Antonello Testa - Delegato per l'Economia del Mare di Informare, azienda speciale della Camera di Commercio Frosinone-Latina – e Alessandro Giorgetti - Presidente Federalberghi Emilia-Romagna. Il primo ha dichiarato "La camera di commercio Frosinone-Latina da 10 anni si occupa di economia del mare, che ha 136 miliardi di valore aggiunto creato (tra diretto e indotto), ovvero il 9.1% su economia nazionale, e 900.000 addetti, il 3,7% dell'economia nazionale. Significativo come nel biennio 2019 2021, quello della pandemia, il numero delle imprese - nel settore dell'economia del mare - è cresciuto del 2,8% contro una decrescita dello 0,4% dell'economia nazionale. Considerando che questo è un settore in forte crescita, dovrà necessariamente essere sostenibile".

 

Giorgetti ha poi evidenziato "SEALOGY è una fiera molto importante, un'occasione dove è possibile discutere della situazione ambientale, delle tecnologie e delle risorse che il mare può offrire e, soprattutto, delle risorse che può offrire un mare pulito, che rappresentano il meglio per tutte le attività economiche e commerciali".



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 15 novembre 2022

Al via Simei, rassegna leader macchine per vini e bevande. Osservatorio Uiv: tecnologia italiana prima al mondo

FIERE: AL VIA SIMEI, RASSEGNA LEADER DI MACCHINE PER VINI E BEVANDE, A MILANO FIERE

OSSERVATORIO UIV: TECNOLOGIA MADE IN ITALY PRIMA AL MONDO, +9% LE VENDITE 2022

CASTELLETTI (UIV): COMPARTO IN SALUTE DA 3 MLD DI EURO, QUASI IL 70% L'INCIDENZA EXPORT

 

(Milano, 15 novembre 2022). Un settore in salute, con una elevata propensione all'export e in grado di affrontare la difficile congiuntura economica. È la fotografia del comparto macchine per l'enologia e l'imbottigliamento, espressione di un made in Italy che vale circa 3,1 miliardi di euro l'anno, per quasi il 70% esportato, e che da oggi a venerdì 18 novembre è protagonista a Fiera Milano per Simei, il salone internazionale di Unione italiana vini (Uiv).

 

Secondo un sondaggio realizzato dall'Osservatorio del vino Uiv su un panel omogeneo e rappresentativo del settore, la quasi totalità delle aziende rileva un incremento dei prezzi delle materie prime, che si concentra tra il 30-40% per ferro, carta e componenti elettroniche, e oltre il 100% per l'energia. L'84% lamenta inoltre una difficoltà di reperimento nelle materie prime, che riguarda soprattutto le componenti elettroniche (68%), ma anche la carta e il vetro. Nonostante le difficoltà congiunturali, per quest'anno il settore attende una crescita complessiva del fatturato 2022 attorno al 9% con 8 aziende su 10 che prevedono di chiudere in crescita, con una progressione che dovrebbe superare il 20% per un terzo degli intervistati, a fronte di un 8% di aziende che si aspettano un anno in sostanziale continuità rispetto al precedente, e un 14% che teme invece una contrazione. Buone le aspettative anche per quanto riguarda le vendite all'estero, che dovrebbero aumentare per il 59% delle imprese.

 

Per Paolo Castelletti, segretario generale di Unione italiana vini: "Quello della tecnologia applicata al wine&beverage è uno degli asset del prodotto italiano: nel 2021 il comparto ha realizzato più di 2 miliardi di euro di export, in crescita del 5,4% sui valori dell'anno precedente e con una bilancia commerciale in attivo per 1,7 miliardi di euro. Numeri da primato mondiale del settore che ne fanno una punta di eccellenza riconosciuta e che vede le innovazioni e soluzioni tricolore presenti in 7 cantine su 10 in tutto il mondo". Francia, Est Europa e l'area Germania/Austria/Svizzera sono le prime destinazioni dei macchinari delle aziende intervistate da Uiv che, complessivamente, vedono il valore dell'export 2022 in crescita del 3% sul risultato dello scorso anno.

 

Appuntamento leader mondiale nella tecnologia del vino, dalla vigna alla cantina, dall'imbottigliamento all'etichettatura fino al bicchiere, la 29^ edizione di Simei conta più di 480 espositori, delegazioni da 50 Paesi esteri e circa 25mila visitatori professionali nazionali e internazionali. Al Simei sono 450 i buyer esteri di cui 180 selezionati dall'Agenzia Ice.

 



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 15 giugno 2022

Fiera del Credito 2022, Bommarito (FIRE): Evoluzione digitale Credit Management frenata da vincoli normativi. Superare asimmetria informativa banche-servicer


 

FIERA DEL CREDITO 2022

 

"L'EVOLUZIONE DIGITALE DEL CREDIT MANAGEMENT FRENATA DA VINCOLI NORMATIVI. NECESSARIO SUPERARE L'ASIMMETRIA INFORMATIVA TRA BANCHE E SERVICER"

 

Milano, 15 giugno 2022 - In occasione della 3° edizione della Fiera del Credito, il primo salone in Italia che riunisce l'intera filiera del comparto del credito, tenutasi oggi a Milano presso il MiCo (Milano Covention Centre) 120 relatori tra aziende e professionisti del credito si sono confrontati per fare il punto della situazione e raccontare le sfide imposte dalla digitalizzazione.

 

Alberto Bommarito, Head of Business Collection Service di Fire Spa - tra i partecipanti alla tavola rotonda dal titolo "IL BUSINESS CHE CAMBIA MENTALITÀ. INNOVAZIONE: QUANDO E PERCHÉ?" nel suo intervento ha sottolineato "L'importanza di sviluppare soluzioni e strumenti tecnologici intelligenti e data driven per semplificare la gestione del credito soprattutto in una fase, come quella che stiamo vivendo, di consolidamento del settore. Grazie agli investimenti in tecnologia ed innovazione dei processi, la produttività del Gruppo Fire ha registrato picchi anche del 25% negli ultimi anni. Oltre all'innovazione tecnologica, un altro aspetto chiave, e premiante, è la capacità di un servicer di offrire livelli di sicurezza e di compliance adeguati alle sempre più stringenti pressioni normative, come ad esempio rating di sostenibilità ma anche certificazioni - fornite da autorevoli agenzie internazionali - che attestino la sicurezza informatica e quindi la gestione delle informazioni trattate, i processi di gestione e tutela del credito così come anche le certificazioni relative alla gestione della prevenzione e anti-corruzione".

 

"L'evoluzione tecnologica del settore attraverso l'utilizzo dei big data ha però dei limiti dettati da alcuni particolari vincoli normativi - ha aggiunto Alberto Bommarito - "penso ad esempio alle norme che definiscono il trattamento dei dati, di cui i servicer come Fire sono solo responsabili ma non titolari, o il divieto di accesso a particolari banche dati, come ad esempio le banche dati SIC e l'anagrafe tributaria". Se alcuni di questi vincoli riuscissero ad essere superati si potrebbe fare un grande passo avanti nella digitalizzazione reale dei processi. Bisogna, inoltre, superare l'asimmetria informativa esistente ancora oggi tra banche e servicer e la complessità nell'onboarding dei portafogli. Infine, andrebbero sviluppati strumenti di monitoraggio automatizzati e accessibili da parte delle banche per garantire il corretto presidio delle attività esternalizzate, in modo da misurarne gli effetti in termini di riduzione del livello di rischio del portafoglio".

Gruppo Fire

Forte di oltre 29 anni di esperienza, oggi è il 1° Gruppo indipendente attivo nella gestione del credito fin dai primi stadi di problematicità, con 5 società operative specializzate su servizi lungo la filiera: credit management, restructuring, advisory e due diligence per acquisto di portafogli, fiscalità locale e riscossione tributi, business information, scoring PMI (Z-score). Grazie a risorse specializzate e ad una piattaforma gestionale best-in-class con workflow industrializzati e strumenti basati su intelligenza artificiale e machine learning, il Gruppo supporta banche, investitori istituzionali, società di credito al consumo e leasing, utility e multiutility, piccole e grandi imprese commerciali ed enti locali.




--
www.CorrieredelWeb.it

SAIE, la Fiera delle Costruzioni, ritorna a BolognaFiere dal 19 al 22 ottobre 2022 con un nuovo format con al centro innovazione, sostenibilità e formazione

SAIE, la Fiera delle Costruzioni, ritorna a BolognaFiere dal 19 al 22 ottobre 2022 con un format espositivo rinnovato che valorizza prodotti e soluzioni per l'edilizia e l'impiantistica. Al centro di SAIE 2022, innovazione, sostenibilità e formazione, protagonisti delle tante iniziative speciali e delle aree dimostrative


SAIE si conferma il punto di riferimento per il mercato della filiera delle costruzioni. Sarà inoltre una fondamentale occasione per approfondire tutti i temi tecnici più attuali, alternando opportunità di confronto a dimostrazioni pratiche e a numerose sessioni di incontro per favorire la crescita del settore. Un momento speciale per gli operatori del settore per creare nuove opportunità commerciali, conoscere nel dettaglio le possibilità legate al PNRR e alle altre agevolazioni e dare visibilità alla propria azienda.

 

 

Milano, 15 giugno 2022 – Incentivi e bonus relativi all'efficientamento energetico, messa in sicurezza del patrimonio edilizio privato, investimenti per ammodernamento del patrimonio pubblico. Ma anche innovazione, digitalizzazione e sostenibilità. Sono questi, secondo le imprese edili, i punti cardini su cui il settore dovrà focalizzarsi per crescere ulteriormente. Un comparto, quello dell'edilizia e dell'impiantistica, che, se da un lato vive un momento favorevole grazie anche alla spinta dei tanti bonus e agli investimenti previsti dal PNRR, dall'altro ha bisogno di una guida per poter sfruttare appieno queste opportunità. Soprattutto considerando che meno di un quinto degli imprenditori oggi è aggiornato in maniera adeguata sul PNRR e sui provvedimenti a favore delle imprese[1]

È proprio per supportare i professionisti del settore nel loro percorso di crescita e di "conoscenza" che ritorna l'edizione bolognese di SAIE, la Fiera delle Costruzioni, che dal 19 al 22 ottobre 2022 si terrà presso i padiglioni di BolognaFiere con l'obiettivo di mostrare le tante novità della filiera e promuovere una cultura dedicata all'innovazione e alla sostenibilità. Il tutto con un format innovativo, che parte dai temi più caldi per dare spazio e visibilità alle soluzioni delle aziende espositrici: una vera e propria vetrina per le eccellenze del comparto.

 

La formula di SAIE 2022 rispecchia i trend del momento e riparte dai pilastri del costruire - progettazione, edilizia e impianti -, focalizzandosi sui temi più importanti dell'edilizia e dell'ambiente costruito: cantiere, sostenibilità, innovazione, efficienza energetica, digitalizzazione, integrazione edificio-impianto, transizione ecologia, nuove esigenze dell'abitare e del costruire.

 

Ma cosa rende così speciale la nuova edizione di SAIE? Accanto alle aree espositive e ai momenti di formazione, grazie alla collaborazione di aziende, associazioni ed opinion leader, la manifestazione propone un format "dinamico", improntato al fornire risposte alle esigenze del mercato. Per fare ciò sono in programma numerose iniziative speciali e aree dimostrative che consentono di raccontare in maniera concreta progetti reali, permettendo così ad espositori e visitatori di vivere un'esperienza unica e "immersiva".

 

Un format così non può prescindere dal tema che, più di tutti, può traghettare il settore verso il futuro, ovvero l'innovazione. Su questo fronte, la manifestazione organizzata da Senaf propone SAIE Innovazione, un intero percorso tematico in cui si affronteranno i temi legati alla digitalizzazione, tecnologia e trasformazione digitale del cantiere: dal BIM a una ridefinizione più efficace del rapporto uomo-macchina, dal cantiere intelligente all'additive manufacturing, dalle strumentazioni e attrezzature per la digitalizzazione agli smart building.

 

Accanto al concetto di innovazione, anche nel settore delle costruzioni si sta radicando sempre più una cultura legata alla sostenibilità. Per questo durante i quattro giorni di fiera, SAIE ha promosso l'area SAIE Sostenibilità per fornire a tutti i professionisti del settore una panoramica completa su un nuovo modo di "pensare" le costruzioni, in grado di contenere le dispersioni energetiche, garantire alti standard di efficienza ed allo stesso tempo il miglioramento del benessere indoor e dell'ambiente costruito in tutte le sue parti. Tanti gli argomenti che verranno affrontati, come la tutela della salute e il miglioramento del comfort all'interno degli spazi chiusi, le soluzioni di eccellenza per favorire la salubrità degli ambienti, gli impianti, i serramenti, le finiture, i colori, l'alluminio, i cantieri sostenibili, lo sviluppo delle costruzioni a secco e tanto altro.

 

Quando si parla di futuro, non si possono trascurare le persone e lo sviluppo delle competenze, considerando anche che uno degli aspetti maggiormente critici indicati dagli imprenditori è proprio la carenza di formazione. Nel percorso SAIE Persone al Centro, grazie alla collaborazione con partner aziendali strategici, scuole di formazione, enti nazionali e associazioni, verranno organizzati momenti di dimostrazione, formazione e di premiazione delle eccellenze in ambito edilizio-impiantistico presenti sul territorio italiano. Tra questi, solo per citarne alcuni, il premio Cassa Edile Awards per imprese, lavoratori e consulenti del lavoro che si sono contraddistinti per i loro comportamenti virtuosi, EdilTrophy, un torneo di arte muraria che coinvolge le eccellenze delle scuole edili presenti sul territorio italiano ed il contest Instagram "Il bello del calcestruzzo", un concorso fotografico con cui SAIE intende valorizzare e celebrare il ruolo vitale del calcestruzzo come elemento estetico e/o strutturale,  essenziale nella nostra società e nel mondo sostenibile di domani.

 

Infine, tra i focus tematici un'area dedicata alle infrastrutture, con SAIE Infrastrutture, dove si mostreranno le eccellenze dei progetti italiani in questo ambito e i temi più importanti del momento. In particolare, oltre alla 3ª edizione del Forum Nazionale Massetti e Pavimenti, a cura di Conpaviper, si darà spazio alla filiera del calcestruzzo con il progetto speciale SAIE InCalcestruzzo   ed alle novità per il settore del tunneling (con il coordinamento di SIG – Società Italiana Gallerie), mentre il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane sarà presente con RFI – Rete Ferroviaria Italiana e ITALFERR.

 

La brochure ufficiale di SAIE 2022 è disponibile qui.

 

Informazioni relative a SAIE Bologna 2022 (19 – 22 ottobre), possono essere richieste scrivendo a info@saiebologna.it.

[1] Fonte: Osservatorio SAIE, gennaio 2022



--
www.CorrieredelWeb.it

domenica 28 novembre 2021

L’ECCELLENZA DELLA ZOOTECNIA INTERNAZIONALE È DI CASA A CREMONA

L'ECCELLENZA DELLA ZOOTECNIA INTERNAZIONALE È DI CASA A CREMONA

 

Si è conclusa oggi, finalmente in presenza, l'edizione 2021 delle Fiere Zootecniche Internazionali, che confermano Cremona come una delle principali capitali mondiali per il settore.

  • Molti gli spunti tecnici, scientifici e strategici emersi durante la tre-giorni: dalle opportunità del Green Deal europeo alle potenzialità dei mercati esteri, passando per le prove in campo dei giganti dell'agricoltura;
  • Delegazioni di operatori da 14 Paesi per incontrare le imprese italiane e sviluppare nuovo business;
  • 475 capi iscritti in mostra per l'unica mostra zootecnica internazionale a livello europeo del 2021; vince Cremona International Dairy Show 2021 Castelverde Defiant Gorgeous di Castelverde Marcello Ladina;
  • Supreme Champion Manze a FG APPLESTAR, M.E: Medal farm Ladina - Cremona, Supreme Champion Vacche a Bruf del Primero Selly di Tjr Portea Società agricola S.S. Anzola D'Ossola (VB);
  • Gli allevatori: "A Cremona per rilanciare con forza il comparto agricolo e zootecnico."

 

Cremona, 28 novembreSono stati giorni intensi a Cremona, ed era palpabile l'entusiasmo degli operatori per poter tornare finalmente a toccare con mano le novità tecniche, le tecnologie, e naturalmente gli animali delle Fiere Zootecniche, un evento che da76 anni è a fianco degli allevatori italiani. "Non è stato facile, in una situazione ancora limitante per gli spostamenti internazionali, riuscire ad organizzare un evento di questa portata – ha sottolineato Roberto Biloni, presidente di CremonaFierema volevamo dare un segnale forte a tutto il settore: Cremona è uno degli snodi cruciali dell'agro-zootecnia mondiale. E la risposta entusiastica delle imprese e degli allevatori ci conferma che abbiamo fatto un buon lavoro. Anche la presenza di tante istituzioni e rappresentanze politiche, il primis il Ministro Patuanelli, ha confermato l'importanza del lavoro svolto. Tutto questo conferma che Cremona è il naturale HUB per l'agrozootecnia, un hub della Pianura Padana."

 

La centralità di Cremona come punto di incontro per la zootecnia internazionale è stato testimoniato anche dalla presenza estera, quest'anno tutt'altro che scontata: ben 14 le delegazioni da altrettanti Paesi che in questi giorni hanno visitato la manifestazione alla ricerca di nuovo business da sviluppare con le imprese italiane. "I tre giorni di fiera sono la punta dell'iceberg – aggiunge Massimo De Bellis, direttore della Fiera di Cremona –; le attività che portiamo avanti per creare nuove opportunità sui mercati più promettenti per le aziende italiane dura tutto l'anno ed è frutto di relazioni iniziate anni fa, e si concretizzano in fiera con i matchmaking che organizziamo tra i nostri espositori e gli operatori internazionali."

"La collaborazione con CremonaFiere è  importante perché offre molte opportunità per il nostro Paese- ha detto  Humera Iqbal, Ricercatrice e Project Manager di ACIAR Aik Sath Livestock Projects in Pakistan-  Il Pakistan è un Paese agricolo con un grande potenziale. Qui possiamo vedere e scoprire le innovazioni tecnologiche. Essere qui è un'opportunità preziosissima per noi, per vedere gli sviluppi del mercato agro-zootecnico italiano e trasferire conoscenza e saper fare".

"In questa fiera abbiamo avuto molti contatti con rappresentanti istituzionali e di settore e con business partners- ha aggiunto Nushat Qaiser, Direttrice Esclusiva e Titolare di Usama Dairies, Pakistan- . Condividerò con gli stakeholder di settore la mia esperienza qui e ciò che ho potuto vedere e apprendere e porterò avanti i contatti instaurati affinché questa collaborazione possa rafforzarsi ulteriormente. Il modello agro-zootecnico italiano offre molte opportunità di crescita per gli allevatori pakistani. Ci sono molte similitudini tra Italia e Pakistan proprio per l'importanza che il settore zootecnico e la produzione del latte ricoprono nel sistema economico, tuttavia il Pakistan ha bisogno di tecnologia e innovazione per ottimizzare la produzione e l'immissione sul mercato, quell'innovazione tecnologica che possiamo vedere e conoscere qui in fiera. Spero quindi che la collaborazione tra i nostri Paesi possa proseguire e che le donne attive in agricoltura e zootecnia possano essere coinvolte e cogliere le opportunità di sviluppo per il nostro paese".

 

E i visitatori della manifestazione sono stati senz'altro stimolati dalle numerose novità e innovazioni presenti in fiera: tra le altre, il vincitore della XXIII edizione del premio Targa Beltrami per l'innovazione in agricoltura C.D. Impianti Elettrici con il suo sistema Safecow, che ottimizza il tempo e il lavoro degli operatori di stalla, e al contempo incide positivamente sul benessere degli animali.

 

Animali che erano presenti in forze quest'anno a Cremona, con una mostra zootecnica internazionale di altissimo livello: 475 capi iscritti da 75 allevamenti italiani ed esteri.

Cremona International Dairy Show 2021 è stata vinta da Castelverde Defiant Gorgeous di Castelverde Marcello. Supreme Champion Manze a FG APPLESTAR, M.E: Medal farm Ladina - Cremona, Supreme Champion Vacche a Bruf del Primero Selly di Tjr Portea Società agricola S.S. Anzola D'Ossola (VB). . Un evento, questo, attesissimo dagli allevatori, che per la prima volta quest'anno a livello europeo hanno potuto assistere dal vivo ad una mostra zootecnica di caratura internazionale. Tra questi, felicissimo, anche Giulio Federici, classe 1993, premiato come Giovane Allevatore dall'ANGA, l'associazione dei giovani agricoltori che fa capo a Confagricoltura.

 

"Uno dei punti di forza della nostra manifestazione – conclude Biloni – è la capacità di fare convergere e incontrare a Cremona settori e interessi diversificati, anche e soprattutto grazie ad un programma di eventi e di iniziative che affrontano tutti i temi più attuali dell'agricoltura, della zootecnia e dell'agroalimentare. Questo ci permette di essere un punto di incontro strategico, dove si sviluppano affari, ma che rappresenta anche una fucina di idee innovative. Cerchiamo inoltre di stimolare non solo i tecnici ma anche i consumatori, avvicinandoli alla filiera e facendogliela conoscere e toccare con mano: anche questa è una strada importante da percorrere per valorizzare il grande lavoro delle imprese dell'agroalimentare italiano, perché la fiera è strumento di visione e condivisione di idee che quest'anno in particolare hanno sempre affrontato il tema della sostenibilità analizzando quanto l'agricoltura e l'allevamento sono cambiati, quanto stanno facendo e quanto faranno. La fiera è dunque a disposizione del comparto e dell'intera filiera dalla produzione alla trasformazione."




--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 15 settembre 2021

Presentata FUSA Expo, la prima ed unica fiera nazionale sulle forniture e servizi per aziende ed uffici che si terrà a Brescia dal 4 al 6 ottobre in presenza

FUSA Expola fiera per la ripartenza.

Dal 4 al 6 ottobre si terrà la prima ed unica fiera nazionale sulle forniture e servizi per aziende ed uffici

 

Brescia, 15 settembre 2021

Manca davvero poco all'inizio di FUSA Expo, il primo evento B2B in presenza a Brixia Forum dopo la riapertura, organizzato da Area Fiera a Brescia da lunedì 4 a mercoledì 6 ottobre 2021. Il primo grande ritorno alle relazioni.

 

Un evento innovativo concepito e presentato nel corso della pandemia. Un periodo di forte incertezza che non è riuscito a frenare l'energia e la determinazione che hanno portato alla realizzazione – in sold out degli spazi con oltre 250 aziende partecipanti - di FUSA Expo. 

 

"Nel panorama fieristico nazionale le fiere sono prettamente verticali in settori specifici, pertanto visitate solo da aziende che operano in quei settori, l'intuizione di FUSA Expo è invece quella di rappresentare in un unico evento tutti quei prodotti e servizi che ogni azienda, attività commerciale o professionista,utilizzano durante la quotidiana vita lavorativa" dichiara Mauro Grandi, CEO di Area Fiera.

"Gli espositori di FUSA Expo aiuteranno i visitatori adottimizzare la gestione aziendale e conseguentemente ad incrementare il proprio business. Ed è con grande orgoglio che annuncio il sold out degli spazi espostivi".

FUSA Expo è un evento business con un format innovativo ed essenziale, un'opportunità reale per aziende, attività̀ commerciali e studi professionali di scoprire in un unico luogo le migliori forniture e le novità per ambienti di lavoro e uffici, le innovazioni in ambito tecnologico ed informatico, i servizi fondamentali per l'impresa e le soluzioni all'avanguardia di performance marketing sino all'incontro diretto con consulenti altamente qualificati. 

Un segmento di mercato che sino a ieri non era rappresentato, oggi può esprimersi e raccontarsi all'interno di FUSA Expo. 

 

"Come un anno fa, anche oggi sono particolarmente felice di presentare ufficialmente FUSA Expo" dichiara Roberto Saccone, Presidente Camera di Commercio di Brescia e Pro Brixia. "L'anno scorso poteva apparire un azzardo, visto il periodo che stavamo attraversando, ma la visione di lungo termine che Area Fiera ha saputo proporre è stata premiata, confermando la capacità di guardare oltre la contingenza con coraggio e determinazione mettendo in campo i tradizionali valori su cui si fonda il successo dell'imprenditoria bresciana. La mia soddisfazione è inoltre determinata dal fatto che, finalmente, tutti gli indici indicano una ripresa dell'economia nazionale e bresciana. In particolare, secondo gli ultimi dati ufficiali, nel secondo trimestre 2021, la produzione industriale bresciana ha ripreso slancio con una crescita del +4,3% sul primo trimestre dell'anno e un forte rimbalzo (+42,0%) in confronto allo stesso trimestre del 2020.

La partecipazione e i risultati in termini di consenso che stanno ottenendo eventi e fiere nell'ultimo periodo confermano che tanto le aziende quanto i cittadini intendono superare il difficile momento che abbiamo vissuto, nella prospettiva di una pronta ed ottimistica ripresa delle relazioni economiche e sociali. Per questo il comparto fieristico bresciano vuole essere un punto di riferimento per l'economia del territorio e la sua comunità continuando a rappresentare un'eccellenza nazionale e internazionale. Proprio con questo spirito la Camera di Commercio e la sua Azienda Speciale Pro Brixia, da anni ormai, supportano il comparto fieristico, mettendo a disposizione delle aziende bresciane che partecipano alle manifestazioni fieristiche, rispettivamente, l'una un contributo del 50% a fondo perduto, l'altra qualificati servizi di assistenza organizzativa nelle fasi di acquisizione dell'area fieristica, realizzazione di allestimenti personalizzati, per lapartecipazione di fiere all'estero".

Arredo e servizi ma manche soluzioni futuriste e tecnologia 4.0, performance marketing e IOT, sostenibilità e risparmio energetico. Oggi il mercato è estremamente dinamico e sta sviluppando idee che fino a poco tempo fa sarebbero sembrate fantascienza. Le categorie presenti in fiera coprono l'intero spettro delle necessità aziendali: 

• Arredamento e design per l'ufficio
• Arredamento per attività commerciali
• Soluzioni strutturali
• Sicurezza
• Tecnologie e attrezzature
• Consulenza e formazione
• Marketing e comunicazione
• Gestione e servizi

Il pubblico di riferimento – l'evento è B2B – è composto daaziende, esercenti, liberi professionisti, operatori, designer, facility manager, enti pubblici e associazioni e responsabili acquisti: visitatori di sicuro interesse per gli espositori presenti. 

Durante i 3 giorni di FUSA Expo, in collaborazione con le associazioni di categoria, professionisti del settore e con le aziende espositrici, verranno organizzati eventi volti a comunicare novità ed a fornire competenze specifiche ai diversi target di visitatori. 

 

Alcuni appuntamenti daranno inoltre diritto ai crediti formativi erogati dagli ordini di riferimento: un ottimo modo per garantire aggiornamento professionale e restare informati sulle innovazioni del momento.

FUSA Expo godeinfatti, della collaborazione con i principali ordini di categoria e le principali associazioni del settore.

 

Fra le tematiche affrontate:

Eventi con crediti formativi

Il commercialista, le micro imprese e i rapporti con gli istituti di credito – organizzato da: UGDC Brescia, Data Group Srl, Wolters Kluver Italia Srl
Spazi di lavoro in immobili vincolati: come progettare uffici e sedi di rappresentanza in dimore storiche – organizzato da: Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Brescia
Il rischio sismico: valutazione e miglioramento della sicurezza. Opportunità ed incentivi aziendali – organizzato da: AiFOS Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro
La sorveglianza sanitaria aziendale in epoca di Covid-19. Il ruolo del medico competente – organizzato da: Assopadana Claai
Le piante per sanificare l'aria all'interno dei luoghi di lavoro – organizzato da: Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Brescia
Assunzioni e Licenziamenti: come gestire il rapporto di lavoro – organizzato da: Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro di Brescia

Altri eventi in programma:

Next Gen HR: ridurre il costo del lavoro con strumenti digitali innovativi – organizzato da: Studio Ziveri Srl
Gestione commesse all'interno dell'ERP Microsoft – organizzato da: Ingest Srl
Basta con la carta in ufficio! – organizzato da: Centro Paghe Brescia Srl
Recovery Fund: le opportunità per le imprese – organizzato da: Saef Srl
L'Utilizzo e la Tutela del Marchio sul Web – organizzato da: Bugnion Spa

 

L'ingresso a Fusa Expo è gratuito, riservato ad aziende, attività commerciali e Partite Iva.

Per poter accedere alla fiera, è necessario accreditarsi sul sito ufficiale: www.fusaexpo.it.

Alla conferenza stampa di presentazione ufficiale della manifestazione sono invitati:

MAURO GRANDI, Direttore del gruppo Area Fiera organizzatore di FUSA Expo

ROBERTO SACCONE, Presidente Camera di Commercio di Brescia

GUIDO GUIDESI, Assessore allo Sviluppo economico Regione Lombardia

DILETTA SCAGLIAConsigliere Provincia di Brescia e Presidente della Commissione Commercio, Economia, Lavoro e Turismo Comune di Brescia

MARCO PASSANTINO, Presidente Unione Giovani DottoriCommercialisti Brescia

EMILIA SERPELLONI, Presidente Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro Brescia 

ROCCO VITALE, Presidente AiFOS – Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro

STEFANO MOLGORASegretario Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Brescia

ELENA ZANOTTI, Presidente Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali

STEFANO BONI, Direttore Confesercenti della Lombardia della Lombardia Orientale

GIULIANO PELLEGRINIDirettore Generale BCC Agrobresciano

PAOLO LORENZOFounder Gruppo CAFCOM

SIMONE TARLARINI, Direttore Commerciale Gruppo Progetto Studio

 

______________________________________________________________________________________

AREA FIERA è una Expo Organizer nata nel 2008, da sempre con vocazione fieristica ha instaurato sin dai primi anni importanti relazioni con enti nazionali ed internazionali; ha ideato e creato importanti marchi fieristici curandone l'intera organizzazione ed attualmente ha in portfolio oltre 1300 aziende attive. Oggi è composta da un team di professionisti in grado di ideare e lanciare nuovi brand, sviluppare campagne adv, fornire consulenza economica per creazione di eventi di grandi dimensioni.

Fra i brand fieristici creati: COSMODONNA eCOSMOGARDEN. (GOLOSITALIA e COSMOFOODbrand venduti nel 2017).



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Protected by Copyscape


Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *