Cerca nel blog

venerdì 9 ottobre 2015

Le aziende della Convention per i lavori Expo Milano 2015



Alla Convention ExpoTunnel l'area Trade Show vede alcune aziende che hanno dato un contributo importante per la realizzazione dell'Esposizione Universale di Milano 
 Vodafone Italia, per prima nel settore delle Telecomunicazioni, lancia l'iniziativa "Soddisfatti o Rimborsati".
Milano, 9 ottobre 2015- L'area del Trade Show della Convention ExpoTunnel (8-9 ottobre 2015) vede nel Chiostro del Museo della Scienza e della Tecnica di Milano realtà aziendali che hanno dato un contributo di eccellenza per la realizzazione del sito espositivo di Expo 2015 a opere infrastrutturali importanti per la città di Milano.
Le aziende, con la ricerca, i prodotti e le forze lavoro messe in campo, hanno contribuito così non solo alla realizzazione di parti importanti per le opere dell'esposizione universale ma anche alla connessa riqualificazione di aree del territorio milanese e lombardo, sul fronte di una maggiore e veloce mobilità per l'appuntamento di Expo 2015.
ASTALDI, uno dei principali General Contractor italiani e tra i primi 100 a livello mondiale nel settore delle costruzioni,ha lavorato portando la sua professionalità alla mobilità della città di Milano, e specificatamente ha realizzato la linea lilla M5, che ha permesso una interconnessione con la Linea rossa M1, permettendo così un collegamento maggiormente veloce da certe aree della città per i visitatori che vanno ad Expo. M5 in numeri e qualche novità, come fanno sapere da Astaldi: 12,8 Km 19 fermate di cui 17 ad ora attive e la 18esima verrà inaugurata domenica 11 ottobre 2015. Mentre l'ultima e 19esima fermata Tre Torri-City Life, verrà consegnata a fine ottobre, come da programma di Metro5 e del Comune di Milano, prima della chiusura di Expo 2015.
Il settore UTT, Underground Technology Team, è per Mapei, azienda leader mondiale nella produzione di prodotti per le costruzioni, un ambito in grande espansione in modo particolare nei paesi dove lo sviluppo delle infrastrutture è importante nella crescita economica dei Paesi stessi. 
Per Mapei l'Esposizione Universale Expo 2015, in svolgimento a Milano, ha rappresentato l'occasione di contribuire alla realizzazione di molte opere infrastrutturali utili alla mobilità di Milano, tra cui il sistema di ponti e viadotti diExpo 2015, un progetto organico e ben inserito nel contesto urbano che crea la cosiddetta "Porta di Milano" (un insieme di archi e sottopassi che vede un elemento distintivo per chi percorre la strada in entrata o in uscita dalla città). Oltre alle opere infrastrutturali, ai sottoponti e alle gallerie, Mapei ha dato un importante contributo nella realizzazione della piastra pedonabile del sito espositivo di Expo 2015 e dei padiglioni, nazionali e corporate, e dei cluster.
Parallelamente, Mapei ha contribuito alla realizzazione di molte opere nel comprensorio milanese, tra cui la Metropolitana M5. Per questo intervento Mapei tramite la divisione Underground Technology Team ha fornito un apporto molto importante per l'impermeabilizzazione della galleria in un più ampio progetto di implementazione della mobilità cittadina. Per l'intervento Mapei ha previsto l'impiego, tra gli altri prodotti, di DYNAMON SR 1 e MAPEPLAN TU S. L'Underground Technology Team di Mapei ha inoltre fornito assistenza tramite tecnici specializzati per l'impermeabilizzazione della galleria.
PENETRON Italia ha contribuito con i suoi prodotti alla realizzazione per Expo 2015 del Lotto1A del tratto Zara-Expo.  L'impresa Milesi Geom. Sergio Srl, che ha realizzato i lavori ha portato avanti 2,2 km di strada da Via Eritrea per arrivare alla porta Est del sito espositivo EXPO 2015. Il tracciato comprende la galleria Boccioni (602 m) con due corsie per senso di marcia: le dimensioni interne di ciascuna canna  sono 10,5 m x 6 m di altezza; la profondità di scavo è di circa 12 m e la larghezza di scavo è di circa 23 m.
Se l'impermeabilizzazione da un progetto iniziale avrebbe dovuto essere con teli pvc/geotessuto saldati, è stata sostituita in variante con il Sistema PENETRON ADMIX, additivazione del calcestruzzo con elementi complementari. "Vasca strutturale in calcestruzzo impermeabile a cristallizzazione": prove di laboratorio hanno indicato in 8 mm max la penetrazione dell'acqua, a fronte dei 30 mm richiesti in capitolato.
Il sistema di impermeabilizzazione del calcestruzzo PENETRON è prodotto dalla PENETRON International Ltd, azienda statunitense è utilizzato da oltre 40 anni in tutto il mondo per la realizzazione di strutture interrate ed idrauliche a tenuta strutturale impermeabile. Con tale sistema, la PENETRON  ITALIA dal 2000 ha realizzato più di 2milioni e mezzo di metri cubi di strutture in calcestruzzo impermeabile.
PRO ITER - Progetto Infrastrutture Territorio S.r.l. è una società dell'ingegneria delle infrastrutture sin dal 1998. Ha contribuito, insieme alle tante altre realtà aziendali, ai ponti ad arco sulle autostrade A4 e A8, il viadotto EXPO e gli archi estetici, parte integrante degli interventi per l'accessibilità di EXPO 2015, un vero nuovo landmark nella città di Milano. Le singole opere sono unite da una continuità architettonica ma ciascuna presenta specifiche caratteristiche strutturali e di montaggio. 

PRO ITER è intervenuta anche per Cascina Merlata e TEEM – Tangenziale Est Milano. Il valore aggiunto di PRO ITER sta nell'avere al suo interno le varie professionalità a supporto della progettazione ingegneristica delle infrastrutture sia stradali che in sotterraneo, nello specifico anche la progettazione idraulica, gli studi geologici e idrogeologici, fino alle analisi ambientali e paesaggistiche.
Tutte le informazioni sulla Convention ExpoTunnel Milano e sulla terza edizione di ExpoTunnel (il Salone Professionale delle Tecnologie per il Sottosuolo e delle Grandi Opere) che si terrà a Bologna (19-21 ottobre, 2016) sono disponibili sul sito www.expotunnel.it.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI