Cerca nel blog

venerdì 20 gennaio 2017

Guffanti Concept a Pitti Bimbo con 16 brand. Da quest'edizione l'azienda apre al mercato del Medio Oriente

Leader nella distribuzione internazionale della moda bimbo, è presente a Firenze con un team di 40 persone del commerciale, che curano i mercati arabo, asiatico e russo

Con 16 brand  rappresentati, e altrettanti stand, la partecipazione di Guffanti Concept a Pitti Bimbo, in corso in questi giorni a Firenze, è un unicum nel panorama della distribuzione della moda internazionale, capace di supportare nella strategia dalla produzione, alla comunicazione e distribuzione in Italia e all'estero.

Con più di 120 milioni di euro di fatturato generato negli ultimi 20 anni per i i brand italiani che si sono affidati a Guffanti Concept e un fatturato con incidenza estero superiore al 45%, l'azienda, grazie anche ad un team multiculturale fatto di più di 40 commerciali italiani, russi, cinesi, coreani e arabi,  è stata capace di innovare il mondo della distribuzione internazionale collocandosi come consulente strategico delle aziende a monte e non a valle delle scelte, sul modello dei suoi concorrenti francesi e statunitensi.

E da quest'edizione di Pitti Bimbo Guffanti Concept apre al mercato del Medio Oriente, creando  nuove opportunità di business per le aziende rappresentate.

Dal 1989, quando Gianfranco Guffanti ha fondato l'azienda, sono state tante le aziende ad affidarsi a Guffanti Concept per la propria strategia di internazionalizzazione, per quella che ancora oggi è una formula innovativa nel mondo della distribuzione della moda.

Tra i clienti di Guffanti Concept boutique multibrand, monomarca e department stores del segmento lusso e commerciale in Italia, ex Unione Sovietica, Great China, Korea e Paesi Arabi. 
Il Guffanti Concept headquater ha le sue antenne in un palazzo di 1000 metri quadri nella Milano della moda e a Roma in zona Aventino.

Dal 1998, prima con l'ingresso di Alessandra Guffanti, che oggi cura il commerciale e la Comunicazione, e poi con quello di Francesco Guffanti, che cura la direzione amministrativa, l'azienda ha fatto registrare una costante evoluzione verso un servizio customer care diretto.

"La nostra azienda - dichiara Alessandra Guffanti-   è fortemente impegnata nella Moda Bimbo e da quest'anno, accanto alla distribuzione in Italia, ex Urss e Asia, ha inserito i mercati arabi.
Partecipiamo alle fiere principali del fashion a Milano, Firenze, Europa e Cina e  alcuni nostri Designer sfilano in calendario durante la Fashion Week a Milano.
Per noi Pitti Bimbo è il motore con cui inizia la campagna. 
Con 16 stand e 40 commerciali in fiera costruiamo con attenzione la partecipazione a questa fiera perché produzione, comunicazione e commerciale devono sempre andare di pari passo ed è quello su cui lavoriamo nell'affiancare i clienti".



 
Chi è Alessandra  Guffanti
Quarant'anni a gennaio, Alessandra Guffanti, appassionata imprenditrice,  opera nel settore da più di vent'anni, in viaggio costante nel mondo guidando la direzione commerciale, internazionalizzazione e marketing di  Guffanti Concept.
E' presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Sistema Moda Italia e Vice Presidente dei Giovani Imprenditori di Assolombarda.



I brand bimbo distribuiti da Guffanti Concept:

In Italia

Aletta
AO76
Baiji
Bonnet à Pompon
Essence
Manila Grace
Nice Things Mini
Olive by Sisco
Rhea Costa
Sarah Jane
Sticky Fudge
Tartine et Chocolat

In Russia&CIS
Add
Blauer
Harmont&Blaine
Elisabetta Franchi
Il gufo
N21
Riders on the storm
Twinset

Nel Middle East
Aletta
AO76
Essence
Gallucci
Olive by Sisco
Opililai
Sarah Jane
Tartine et Chocolat

In Asia
Add
Aletta
Baiji
Essence
Gallucci
Harmont&Blaine
Olive by Sisco
Opililai
Sarah Jane





Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI