Cerca nel blog

martedì 31 maggio 2016

FIOR DI LOTO ALL’11° EDIZIONE DI RIMINI WELLNESS (Padiglione B3 - Stand 200). LE NOVITÀ DI PRODOTTO E UN OSPITE SPECIALE: IL ''VEGAN MAN'' FABRIZIO BARTOLI

Al via l'11°edizione di Rimini Wellness, la nota manifestazione che coinvolgerà tutta la riviera romagnola. La fiera-evento all'insegna del benessere e del movimento, in programma dal 2 al 5 giugno a Rimini Fiera, vedrà l'immancabile partecipazione di Fior di Loto (Padiglione B3 - Stand 200), azienda leader nello sviluppo e nella distribuzione di prodotti biologici.


Oltre all'accattivante restyling grafico verranno presentate moltissime novità pensate per soddisfare la sempre maggiore richiesta di prodotti biologici, un trend che va di pari passo a un aumento dell'interesse per un corretto stile di vita e una sana alimentazione.

Fior di Loto ospiterà il noto Fabrizio Bartoli, autore di "Vegan Man" il manuale vegan perfetto per gli sportivi. Nel libro sono raccolte 80 ricette vegan ideate dallo stesso Bartoli che si alternano, nella prima parte del libro, alla spiegazione della sua scelta in fatto di alimentazione e, nella seconda, alla descrizione di 4 diverse tipologie di sportivi.

Sabato 4 giugno alle ore 12:30 presso l'Agorà Foodwell il ventinovenne campione di triathlon sarà protagonista dello show cooking "Try me!! Il lunch vegano per sportivi che non ti aspetti" durante il quale preparerà, con i prodotti Fior di Loto, una delle sue innovative ricette.

Oltre alla vasta gamma di prodotti Fior di Loto già noti ai visitatori, il Rimini Wellness sarà l'occasione per far conoscere le diverse novità a marchio proprio:

Ø Linea 100% Legumi (pasta di legumi bio, farine di legumi bio, fiocchi di legumi bio e crackerini di legumi ai 4 cereali bio);
Ø I mix GoNuts (mix di frutta secca e disidratata biologica che combinano le proprietà dei singoli ingredienti per creare prodotti ricchi di gusto);

Inoltre, come distributore in esclusiva per l'Italia, Fior di Loto presenterà al pubblico anche i nuovi prodotti biologici per sportivi ON.

Fior di Loto è un'azienda importante nel suo canale di riferimento che contempla negozi specializzati in alimentazione biologica, erboristerie, farmacie e parafarmacie. In un mercato sempre più in aumento come quello del biologico, dove anche gli sportivi si avvicinano ad alimenti sostitutivi, un'azienda 100% italiana come Fior di Loto è in grado di distinguersi dalla concorrenza puntando su aspetti e qualità che la rendono unica.



--
www.CorrieredelWeb.it

Dentiblù a Etna Comics con eros e cibo, gatti con piani diabolici (ma non molto efficiaci) e un fumetto sui. fumetti!

Eros e cibo, gatti con piani diabolici (ma non molto efficiaci) e un fumetto sui. fumetti! Arriva a Catania l'umorismo targato Dentiblù

La Casa Editrice partecipa alla sesta edizione di Etna Comics, dal 2 al 5 giugno 2016, e presenta le ultime uscite del suo catalogo e una selezione degli albi più amati

Etna Comics, 2-5 giugno 2016, stand A22-A23, Padiglione Editori F1, piano terra, Centro Fieristico Le Ciminiere, Catania


Dal 2 al 5 giugno 2016  Dentiblù sarà nella Terra del Sole per la sesta edizione di Etna Comics, il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, che per quattro giorni porterà in Sicilia ospiti internazionali, mostre, concerti, contest, editori, autori, fumettisti, doppiatori, web star e molto altro. La manifestazione sarà ospitata all'interno del Centro Fieristico Le Ciminiere di Catania, lo stand Dentiblù è il numero A22-A23, Padiglione Editori F1, piano terra.

Per l'occasione, la Casa Editrice proporrà le ultime uscite del suo catalogo e una vasta selezione degli albi più amati da sempre. Tra le novità, non poteva mancare "Sacro/Profano: Heaven's Kitchen", di Mirka Andolfo, divertente mix tra eros e buon cibo, elementi caratteristici anche della terra che ospita l'evento. Protagonisti della storia sono i personaggi della saga  Sacro/Profano Angelina, bellissimo e sensualissimo angelo, e Damiano, diavolo sfigato e rachitico. Una coppia decisamente improbabile, ma che si ama alla follia (da ormai diversi albi.), ed è convolata a giuste nozze. Il nuovo albo si apre con Angelina che rientra in casa esausta dopo una giornata di lavoro, dove la sua dolce metà le avrebbe dovuto far trovare una deliziosa cenetta... o almeno questi erano i patti (e le speranze della ragazza.)! In realtà la cucina è un vero e proprio campo di battaglia e il povero Damiano sta dibattendosi fra fornelli e ingredienti disseminati sul pavimento, senza grandi risultati. Per prevenire disastri futuri, l'angelica consorte lo "obbliga gentilmente" a prendere lezioni da un vero esperto: il ristoratore U Giancu (nom de plume di Fausto Oneto), titolare del celebre ristorante rapallese, tempio del buon gusto e della passione per i fumetti. Solo fantasia? Tutt'altro: U Giancu ha realmente messo a disposizione la sua esperienza per la stesura di questo libro, svelandoci piatti e accostamenti culinari da leccarsi i baffi. Il risultato è un libro divertente e ironico, con interessanti dritte culinarie e la consueta nota piccante che caratterizza gli albi dell'autrice.

Sempre tra le novità di casa Dentiblù, "Kill the Granny 2.0. Finché morte non li separi", di Francesca Mengozzi e Giovanni Marcora, noti anche come "I Tatini". L'albo è una riedizione completamente rinnovata di Kill the Granny, trilogia a fumetti record di vendite. . La storia racconta le comiche disavventure di un gatto castrato che, per riavere indietro i suoi attributi maschili, firma un patto con Satana. In cambio, il demoniaco gattino dovrà portargli l'anima della sua padrona, una nonnetta tranquilla e svampita. Così il felino cercherà di uccidere la vecchia nei modi più assurdi... Peccato che crepi sempre lui, mentre le sue proverbiali nove vite si vanno via via consumando. Fin qui niente di nuovo per i vecchi lettori della saga, ma in "Kill the Granny 2.0" la storia ha una svolta inaspettata, un dettaglio fuori posto che cambia per sempre le sorti dei personaggi in una reazione a catena entusiasmante frutto di una completa maturazione artistica degli autori. Il risultato è un nuovo inizio, un nuovo finale e un fumetto più ricco, più profondo e soprattutto più divertente!

Altra novità del catalogo della casa editrice è l'attesissimo "Trizia", divertente fumetto sul mondo dei fumetti, dell'autore spagnolo Pedro Pérez, già molto famoso in Spagna e altri paesi europei, e che grazie a Dentiblù sta ora spopolando anche in Italia. Protagonista della storia è una splendida e formosa disegnatrice di fumetti agli inizi della sua carriera, che si trova a lavorare in uno studio di soli uomini. Trizia viene accolta molto calorosamente dai colleghi, tra fiori e cioccolatini, ma sarà subito evidente che ad affascinarli non sono le linee dei suoi disegni, bensì le curve del suo corpo! E così, la ragazza ed i suoi pittoreschi compagni di lavoro si troveranno alle prese con divertenti siparietti e gag quasi surreali, dall'umorismo sexy ma mai volgare. Riuscirà l'aspirante fumettista a tenere al loro posto i ragazzi dello studio e a farsi apprezzare per la sua arte?

Oltre alle ultimissime uscite, la casa editrice proporrà in fiera una selezione dei suoi albi più amati, a partire dalla collezione che vede protagonista Zannablù, il goffo e tenerissimo cinghiale dalle lunghe zanne cerulee, protagonista di numerose (dis)avventure, la saga cult di Sacro/Profano, la divertentissima trilogia urban gothic con protagonista lo spiritello Hadez. Presso lo stand Dentiblù, saranno inoltre presenti gli autori Stefano Bonfanti (autore di Zannablù e co-fondatore della casa editrice insieme a Barbara Barbieri) e Mirka Andolfo (Sacro/Profano).




--
www.CorrieredelWeb.it

A Pompei l’anteprima di “Cerealia. Cerere e il Mediterraneo”,

Il festival internazionale dedicato al mondo dei cereali in programma a Roma dal 9 al 12 giugno prossimi



Straordinaria anteprima nell'antica città di Pompei per "Cerealia. Cerere e il Mediterraneo", il festival culturale dedicato al mondo dei cereali promosso dalle associzioni M.Th.I,  ArcheoClub d'Italia e Aisu verso Itaca, in programma a Roma dal 9 al 12 giugno prossimi.


Dunque una vetrina internazionale per parlare dell'uso dei cereali nel corso dei secoli, dove protagoniste sono state le eccellenze derivate da tradizioni millenarie e radici antiche della nuova economia, ispirate fedelmente alla cucina della Pompei del 79 d.C, ancora oggi a pieno titolo al centro del patrimonio enogastronomico locale.


Una giornata ricchissima di eventi guidati dall'ideatrice della kermesse Paola Sarcina, dal professor Giuseppe Nocca  e dalla giornalista Tiziana Briguglio, con l'ausilio dell'archeochef Gian Marco Carli, del mastro fornaio Carmelo Esposito e il sostegno di un gruppo di piccoli produttori aderenti all'associazione Pompei Convivium Food, capitanata da Lello Florio, uniti nel voler promuovere una terra mai abbastanza valorizzata attraverso la riproposizione delle ricette di duemila anni fa.


Il programma ha previsto un primo laboratorio del gusto sui pani antichi e in particolare sul panis pompeii ritrovato all'interno degli scavi,  la cui ricetta è stata recuperata grazie alla collaborazione con  il noto archeologo e divulgatore scientifico Alberto Angela.


Di grande suggestione anche la visita guidata alle rovine e, a seguire, il pranzo curato dal giovane chef Gian Marco Carli secondo gli usi e i costumi della Pompei dell'epoca, attraverso un format ormai collaudato che ha visto insieme archeologia ed enogastronomia. 

A comporre il menu piatti come le uova di quaglia all'oxigarum, il  moretum, polypus in esca rubra, spaghetti cum  garum, Vicia pulmenti cum globulis suillis, perna in crosta  cum cucurbitis in esca Apicii, Crustum cum caseo et melle. Il tutto accompagnato da  pani a base di farro e crusca oltre che un particolare liquore all'alloro  e vini ricavati da vitigni autoctoni Lacryma Christi e Piedirosso del Vesuvio.






--
www.CorrieredelWeb.it

080 Barcelona Fashion si terrà dal 27 giugno al 1 luglio




Trentotto fra fashion designer e brand
presenteranno le loro collezioni primavera/estate 2017
alla prossima edizione di 080 Barcelona Fashion

·         Da lunedì 27 giugno a venerdì 1 luglio, lo storico palazzo dell'Istituto Nazionale di Educazione Fisica di Catalunya (INEFC) a Barcellona, ospiterà la 18esima edizione della manifestazione catalana con le proposte di 38 fra creatori e marchi di moda per la Spring/summer 2017.


Da lunedì 27 giugno a venerdì 1 luglio, il quartier generale dell'Istituto Nazionale di Educazione Fisica di Catalunya (INEFC) all'interno del parco olimpico del Montjuïc, farà sfilare per la stagione Spring/summer 2017 trentotto tra creatori e brand di moda, nel corso della 18esima edizione dell'evento.

Due le ragioni che hanno portato l'organizzazione di 080 Barcelona Fashion a scegliere questa speciale location per l'edizione estiva. 

La prima per lo spazio che riflette i valori culturali e formativi dello sport così cari alla capitale catalana e, a sua volta, offre spazio adeguato a tutti i partecipanti. 

La seconda perché in questa edizione sarà sottolineato il carattere ludico e festaiolo della città, oltre ad aprire la cultura e l'universo della moda alla città e al grande pubblico.




--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 30 maggio 2016

Partecipa al FORUM PA Toscana il 9 giugno a Prato


FORUM PA ed Anci Toscana uniscono le proprie esperienze e, nell'ambito della Manifestazione Dire e Fare, organizzano il prossimo 9 giugno a Prato (Palazzo Banci Buonamici - Via Ricasoli, 25) il FORUM PA Toscana, una giornata dedicata ad innovazione, partecipazione e sviluppo.

Una nuova sinergia per dare un contributo più efficace alle strategie di innovazione del Paese, con il coinvolgimento diretto di amministratori, istituzioni, operatori della pubblica amministrazione, imprese, università, associazioni. Dopo i successi riscontrati a gennaio in Lombardia ed a marzo in Sardegna, il Progetto FORUM PA Regionali approda in Toscana.

Perché il FORUM PA Toscana? Perché la Regione Toscana è all'avanguardia in molti campi dell'innovazione e, con l'approvazione della Legge regionale n.19/2015 "Disposizioni in materia di dati e loro riutilizzo", ha individuato quali valori inderogabili della propria azione la centralità dei dati pubblici, la loro accessibilità completa e permanente, la sicurezza e la trasparenza del loro trattamento, riconoscendo quindi le elevate potenzialità delle tecnologie dell'informazione, della comunicazione e della pubblicazione dei dati aperti nel favorire il miglioramento della qualità della vita dei cittadini, il controllo democratico, lo sviluppo dei servizi innovativi, il progresso sociale e lo sviluppo economico.

Quattro sono i temi principali del FORUM PA Toscana in cui l'innovazione regionale si confronta con l'innovazione nazionale e con quella delle altre Regioni:
1.  Innovazione e cittadinanza
Parole chiave: Competenze digitali, Partecipazione attiva, Diritto di accesso, Open Government e Accountability
2.  Innovazione e servizi
Parole chiave: SPID, Pagamenti elettronici, ANPR, Servizi online, Ecosistemi digitali (sanità, scuola, turismo)
3.  Innovazione e sviluppo
Parole chiave: Banda Ultra Larga, Infrastrutture immateriali, Dati, Sharing economy, Start-up e Creazione d'impresa
4.  Innovazione e fiscalità locale
Parole chiave: Fiscalità locale, Rete regionale, Contrasto evasione, Equità fiscale, Cultura della legalità.

Più di 50 relatori partecipano al FORUM PA Toscana tra cui Vittorio Bugli, Assessore Sistemi informativi, Strutture tecnologiche, E-government, Sviluppo della Società dell'informazione, Regione Toscana; Antonello Giacomelli, Sottosegretario di Stato, Ministero dello Sviluppo Economico; Benedetta Squittieri, Assessore Innovazione tecnologica e Agenda digitale, Comune di Prato; Maria Pia Giovannini, Responsabile Area Pubblica Amministrazione, AgID; Mariano Corso, Responsabile Scientifico Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, Politecnico di Milano; Laura Castellani, Responsabile Settore Infrastrutture e tecnologie per lo sviluppo della Società dell'informazione, Regione Toscana; Carlo Mochi Sismondi, Presidente FPA; Angelo Rughetti, Sottosegretario di Stato alla Semplificazione e Pubblica Amministrazione.

Vi aspettiamo attorno ai nostri tavoli per lavorare insieme!
L'hashtag dell'evento è #forumpatoscana

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------
Il programma congressuale del FORUM PA Toscana (in continuo aggiornamento) è disponibile on line.

 




--
www.CorrieredelWeb.it

ArtePadova 2016


ArtePadova,
dall'11 al 14 novembre torna l'appuntamento con la mostra mercato


I mostri sacri dell'arte moderna e contemporanea, le nuove stelle nel firmamento artistico, gli emergenti che devono ancora affermarsi e che a Padova trovano un palcoscenico unico: tre universi diversi in un'unica grande cornice. 

Un piccolo "miracolo" che si ripete ogni anno ad ArtePadova, al contempo straordinaria vetrina dei grandi nomi dell'arte e vivaio di nuovi talenti.

La mostra mercato padovana si prepara quest'anno a festeggiare l'edizione numero 27, in programma dall'11 al 14 novembre nei padiglioni rinnovati della Fiera di Padova.

I grandi collezionisti a caccia di un investimento sicuro potranno trovare nomi di artisti universali che hanno segnato la storia recente dell'arte come - solo per citarne alcuni - Giacomo Balla o Carlo Carrà, Lucio Fontana e Agostino Bonalumi, o ancora Mario Schifano, Carla Accardi e Paul Jenkins per poi arrivare al "fenomeno" Boetti, che suscita sempre forte interesse perché affianca ai grandi arazzi di enorme valore opere di piccole dimensioni con quotazioni più accessibili.

La kermesse padovana è appuntamento imperdibile anche per chi vuole intercettare le nuove tendenze del mercato, scommettendo su artisti che non hanno ancora quotazioni stellari, ma appaiono in rapida ascesa. 

La mostra mercato più longeva nel panorama nazionale non è solo vetrina di artisti che si sono già affermati o che stanno affermando il loro talento: in molti casi la sezione CATSContemporary Art Talent Show, dedicata ai talenti emergenti, ha dato spazio e voci ad artisti che fino al giorno prima erano quasi del tutto sconosciuti e che proprio a Padova, grazie all'incontro con i galleristi, hanno trovato l'occasione per spiccare il volo.

«Non si tratta di situazioni fortuite, ma dei frutti di una "scommessa" che coltiviamo da tempo e che continueremo a coltivare, consapevoli che i palcoscenici per i giovani artisti nel nostro Paese sono davvero pochi», spiega il direttore artistico Nicola Rossi, al timone della kermesse sin dalla prima edizione.

Una "scommessa" cui ArtePadova terrà fede anche quest'anno, con la proposta di un'edizione capace di cogliere - e talvolta anticipare - i fermenti e le nuove istanze che arrivano dal mercato.

DATA
11/14 novembre 2016

PREVIEW AD INVITI
giovedì 10 novembre dalle ore 18.00

ORARI        
da venerdì 11 a domenica 13 novembre dalle 10.00 alle 20.00
lunedì 14 novembre dalle 10.00 alle 13.00

SETTORI
Arte Moderna e Contemporanea; Contemporary Art Talent Show, Padova Expo Libri; librerie ed editoria d'arte

DOVE
Quartiere Fieristico di Padova PAD. 7, 78, 8 e 1

INGRESSI
Via Niccolò Tommaseo ACCESSI AI PAD. 7 e 1
Via C. Goldoni, Gate E Park Nord ACCESSO PAD. 8

TITOLI D'INGRESSO
Biglietto intero: € 8,00
Biglietto ridotto: € 4,00
Riservato a gruppi (minimo 10 persone), Forze dell'Ordine, persone over 65, agli studenti (gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l'accertamento dell'appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale), ai diversamente abili (l'accompagnatore ha diritto all'ingresso omaggio), ai ragazzi dagli 11 ai 17 anni.
Biglietto ridotto speciale: € 1,00
Riservato ai possessori di Carta Feltrinelli, ai soci FAI, Arci, Touring Club, DLF, AICS, CSEN, CRAAL, Università Popolare di Padova, Centro ZIP.
Gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l'accertamento dell'appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale
Ingresso gratuito: Ingresso gratuito per i ragazzi fino a 10 anni compresi e per tutte le scolaresche, compresi gli accompagnatori, previa richiesta alla Segreteria Organizzativa via mail o fax

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
NORD EST FAIR SRL

Via A. Costa, 19 – 35124 Padova
Tel (+39) 049 8800305
Fax (+39) 049 8800944
E-mail
 giulia@fierenef.com
Follow us on Facebook:
Twitter: @ArtePadova @PadovaExpoLibri



--
www.CorrieredelWeb.it

Il punto sulla riforma della PA: valutazioni, strategie, prospettive future. Tutti gli incontri di FORUM PA 2016

La 27ma edizione di FORUM PA, conclusasi giovedì 26 maggio a Palazzo dei Congressi di Roma, ha ospitato un ricchissimo programma di convegni sulle tematiche più attuali nell'ambito della riforma della pubblica amministrazione

Protagonisti alcuni dei principali rappresentanti delle istituzioni coinvolte nel profondo processo di rinnovamento che attraversa la PA. Desideriamo portare alla vostra attenzione i resoconti di alcuni di questi incontri che hanno sollecitato domande e riflettuto su soluzioni, strategie ed obiettivi da centrare.

 
In particolare:
 
-il convegno "Valutazione delle performance della PA: prospettive future ed etica"  durante il quale Marco De Giorgi, Direttore dell'Ufficio per la valutazione della performance del Dipartimento della Funzione Pubblica, ha illustrato i piani di intervento per l'attuazione della Riforma Madia partendo dalle attuali criticità
 
-il convegno "Il nuovo Inail tra tecnologia, ricerca e servizi alla persona" alla presenza di Giovanni Paura, Direttore Centrale di Comunicazione e pianificazione dell'Inail, per discutere delle trasformazioni dell'ente nel segno della tecnologia, prevenzione e ricerca
 
-il convegno "Opere pubbliche 2.0" con Marco Bonaretti, Capo di Gabinetto del MIT, che ha parlato dei tre grandi percorsi tecnologici da perseguire –tecnologia, miglioramento delle infrastrutture  e delle politiche di funzionamento- per recuperare la competitività logistica del paese, attualmente al 25mo posto in Europa per efficacia delle infrastrutture
 
-il convegno "La politica di coesione costruisce il futuro", organizzato in collaborazione con l'Agenzia per la Coesione Territoriale alla presenza dei Sottosegretari Antonello Giacomelli e Claudio De Vincenti e di Charlina Vitcheva, Direttore Generale Crescita intelligente e sostenibile della Commissione Europea, per fare il punto sull'utilizzo dei Fondi europei della Programmazione 2014-2020
 
-il convegno "Le nuove regole per le partecipate: tagliare gli sprechi, non i servizi" moderato dal Sottosegretario di Stato per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione Angelo Rughetti, in cui gli addetti ai lavori hanno presentato proposte e questioni riguardo il testo unico sulle partecipate che entrerà in vigore probabilmente entro l'estate
 
-infine il convegno "Le infrastrutture immateriali per garantire la cittadinanza digitale: Spid, Anpr, domicilio digitale, nuova usabilità dei servizi" sulla "rivoluzione" della nuova identità digitale per cittadini e imprese che consentirà di gestire in maniera più snella ed efficace i rapporti con la pubblica amministrazione.
 



--
www.CorrieredelWeb.it

ENERGIA: A RIMINI KEY ENERGY 2016 PUNTA SU EFFICIENZA E WHITE EVOLUTION



Dall'8 all'11 novembre  Rimini Fiera organizza "Otto round per l'efficienza"
L'Enea curerà spazi e informazione per imprese, PA e cittadini


Rimini,  30 maggio 2016 - Chi scommette su efficienza energetica e fonti rinnovabili  per contrastare il surriscaldamento del Pianeta sarà a Key Energy, il salone  dell'Energia e della Mobilità Sostenibile  in programma a Rimini Fiera dall'8 all'11 novembre, in contemporanea a Ecomondo, la grande piattaforma della Green Economy e dell'economia circolare. 

La decima edizione della manifestazione, infatti, sarà caratterizzata dalle giornate dell'Efficienza Energetica,  un'occasione d'incontro, formazione e networking tra Istituzioni, responsabili delle scelte strategiche in ambito energetico e ambientale, Energy Manager, EGE e fornitori di soluzioni, prodotti/tecnologie e servizi voluta da Rimini Fiera.

Per l'occasione, Rimini Fiera ha deciso di puntare su contenuti tecnico-scientifici e sull'informazione istituzionale di qualità, mettendo a  disposizione di ENEA, in veste di Agenzia nazionale per l'efficienza energetica,  spazi e occasioni di incontro sulle tematiche di specifico interesse per imprese,  pubbliche amministrazioni, enti locali e cittadini. 

Saranno inoltre previsti incontri con la partecipazione di esperti ENEA  per approfondire le normative e le opportunità  per il settore dell'efficienza e delle fonti rinnovabili con particolare riferimento agli strumenti e agli incentivi disponibili, all'innovazione tecnologica  in ambito pubblico e privato, negli edifici abitativi, nel terziario, nei trasporti e nell'industria, con focus soprattutto sulle PMI.  

A Key Energy verrà anche presentata la Campagna nazionale di comunicazione sull'efficienza Italia in classe A curata da ENEA per il Ministero dello Sviluppo Economico.

Fra le novità, anche  "Otto round per l'efficienza", un ciclo di otto convegni  per  approfondire i diversi aspetti del tema efficienza: sistemi cogenerativi per l'efficienza; sistemi di monitoraggio per l'efficienza; batterie e sistemi di accumulo; soluzioni per l'edilizia efficiente; IoT & Smart Cities; promozione e finanziamento dell'efficienza energetica; diagnosi Energetica: stato ed evoluzione; fabbrica 4.0: i nuovi sistemi efficienti.   

L'obiettivo è di approfondire le tematiche relative all'efficienza e sviluppare vision e prospettive per l'evoluzione del mercato. 

 Ma non solo. Un intero padiglione di Key Energy sarà dedicato all'efficienza energetica per le imprese con WHITE EVOLUTION che ospiterà  le tecnologie e soluzioni per rendere più efficiente l'uso delle risorse energetiche in ambito industriale. Nel Padiglione B5 sarà allestita una sala convegni, nella quale esperti e rappresentati delle associazioni approfondiranno temi tecnici, normativi ed economici, con il supporto e le case history delle aziende di settore. 

Per avvicinare imprese e operatori a questi temi, anche per l'edizione 2016 è previsto un road show nazionale sull''Industria 4.0,  in collaborazione con EnergiaMedia, per illustrare, fra l'altro,  le opportunità della normativa sull'efficienza energetica per ridurre i costi e accrescere la competitività. Dopo Bari e Roma, le prossime tappe saranno a Torino (4 luglio), Verona (18 luglio) e Firenze (13 settembre).


--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 27 maggio 2016

Consuntivo positivo per la Sagra dell’Asparago Verde di Altedo IGP 2016: grande partecipazione e entusiasmo nel nome della convivialità e dei valori



La sagra di Altedo, dall’11 al 22 maggio 2016 nel comune di Malalbergo, ha visto un susseguirsi di iniziative che hanno coinvolto tutto il paese e i suoi dintorni, dagli spettacoli ai giochi, dalla beneficienza alla solidarietà con un meeting di alto valore con al centro l’argomento ‘cooperazione’ in concomitanza con lo Sharing Festival nella vicinissima Ferrara. La sagra ha accolto numerose novità nel programma, tra i quali un raduno dei Consorzi dell’asparago, una serata dedicata alle sagre che possiedono un prodotto doc ma soprattutto l’aggregazione dei volontari di tre sagre del territorio, che, dice il Presidente della Sagra di Altedo Gianni Cesari, “potrebbe essere uno stimolo per altri territori” e aggiunge: “siamo soddisfatti: le persone hanno ritrovato il sorriso, i prodotti di una volta e soprattutto il nostro ortaggio di eccellenza, l’asparago, di cui, grazie alla sagra, è stata incrementata la vendita” 

Due settimane di festa, cultura ed enogastronomia, ricette compreso, dall’11 al 22 maggio 2016 nel comune di Malalbergo, con tante novità: questa è stata la Sagra dell’Asparago Verde di Altedo IGP, giunta alla 47esima edizione. “La Sagra di Altedo 2016 è stata positiva dal punto di vista dell’organizzazione; il primo weekend c’è stato purtroppo cattivo tempo ma nel secondo si è recuperato arrivando a circa 10.000 persone che sono passate dalla manifestazione” dichiara Gianni Cesari, Presidente del Consorzio di tutela dell’asparago verde di Altedo IGP e della sagra, oltre che titolare dell’Azienda Agricola “Le Roveri”.
Re della manifestazione è stato il suo prodotto di eccellenza, l’asparago verde che qui vanta l’Identificazione Geografica Protetta, fondamentale per l’economia del territorio. Afferma Cesari: “l’aspetto più importante è stato l’asparago, un prodotto quest’anno eccezionale sia dal punto di vista della qualità sia economico, grazie anche al lavoro svolto in questi anni dal Consorzio di tutela dell’asparago verde di Altedo IGP. La comunicazione della sagra e lo svolgimento della stessa hanno infatti incrementato la vendita di questo prodotto; oggi abbiamo necessità di aumentarne la certificazione, portandola ad un totale di 56 Comuni, 30 di Bologna e 26 di Ferrara”.
Il marchio di qualità, umana e professionale, contraddistingue la Sagra di Altedo sin dalla sua nascita che risale al 1970. Tra le novità di quest’anno, la creazione di una stretta connessione tra la Sagra dell’Asparago di Altedo e quella dell’Ortica di Malalbergo, a rappresentanza dell’economia di Malalbergo, denominato Comune ‘verde’, l’adesione, per la prima volta, dell'Associazione Turistica Sagre e Dintorni e la partecipazione alla tredicesima edizione di Misen.
Le altre novità ce le illustra Gianni Cesari: “sono state bellissime le serate d’autore; si è poi organizzato un raduno dei Consorzi dell’asparago comprendente quello di Altedo e di altri paesi dell’Italia settentrionale e una serata è stata dedicata alle sagre che possiedono un prodotto doc, per un totale di otto sagre, in cui ognuna ha portato il prodotto che la rappresenta ed è stata fatta una grande beneficienza con la presenza di otto Lions del territorio che, insieme a Mediolanum, hanno raccolto 20.000 euro per vaccinare dalle malattie infettive bambini di tutto il mondo”.
La sagra ha esordito mercoledì 11 maggio 2016 con la prima serata d'autore su prenotazione; queste si sono ripetute in tutti i giorni feriali, esclusi i venerdì e i weekend, sempre con menu in cui l’asparago è stato l’ingrediente principale. La manifestazione ha visto poi numerose iniziative festose tra cui musica, balli (anche per i più piccini), karaoke, spettacoli di danza e burattini, competizioni sportive, un concorso di bellezza, la pesca di beneficienza e la presenza di bancarelle e stand che vendevano asparagi e prodotti agricoli tipici, con i negozi del paese sempre aperti. “Grande successo hanno avuto gli spettacoli” sottolinea Cesari, “la Notte dell’asparago e l’apertura di un secondo stand gastronomico in piazza che proponeva i prodotti  del territorio e un ristorante che offriva un menu completo a 10 euro. Ritengo che sia perciò necessario riflettere sugli aspetti di maggiore successo, per migliorare le prossime edizioni”.
Tra gli appuntamenti della 47esima edizione della Sagra, sabato 14 maggio c’è stata una presentazione di macchine e attrezzature per la meccanizzazione dell’asparagicoltura; domenica 15 maggio una rievocazione storica a cura dell’Associazione dei Rioni di Copparo che ha attraversato le strade cittadine con una promenade in costume d’epoca; sabato  21 maggio si è si è tenuto il convegno “La Cooperazione in Italia” e domenica 22, ultimo giorno di manifestazione, una mostra di rapaci e uccelli predatori e una dimostrazione in volo con i falchi. La sagra si è conclusa con la Santa Messa, la processione di Santa Rita per le vie del paese con l’accompagnamento della banda musicale di Minerbio, la premiazione del concorso “La Matita Verde” degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Altedo-Baricella-Malalbergo e il Gran Finale con l’Asparago della cuccagna.
Dichiara Gianni Cesari: “le sagre sono un veicolo trainante che unisce la gente; come ha dimostrato la sagra di Altedo, costituiscono un momento in cui le persone ritrovano se stesse, il sorriso, la felicità e soprattutto i prodotti di una volta”. E prosegue, sottolineando in particolare il valore dell’aggregazione dei volontari di tre sagre del territorio: “siamo soddisfatti per l’andamento dell’edizione 2016 della sagra ma soprattutto per il grande numero di volontari che ci sono stati vicini. Abbiamo unito i volontari di altre sagre del nostro territorio, quelli cioè delle sagre dell’Ortica e della Zbaura (donna di casa che preparava da mangiare per tutta la famiglia), che sono stati un aiuto determinante; questo rapporto è ovviamente reciproco: ci impegneremo a prestare i nostri volontari a queste due sagre.  L’aspetto più importante  sta in ogni caso nel nuovo modo di vedere le sagre, attraverso cioè l’aggregazione delle stesse e questo potrebbe essere uno stimolo per altri territori. Un ringraziamento, quindi, a tutti coloro che hanno partecipato alla sagra e al nostro prodotto di eccellenza, l’asparago verde di Altedo”.
Gianni Bonora, Presidente dell’Associazione Amici dell’Ortica di Malalbergo e dell’omonima sagra, sottolinea come “l’importante è che il fine dell’attività svolta sia fare beneficienza; la sagra dell’Asparago verde di Altedo, come quella dell’Ortica di Malalbergo, punta sul sociale e cerca di dargli sostegno. Questa ultima edizione della sagra di Altedo ha avuto un buon riscontro e ha visto una enorme partecipazione di tutto il paese; è stata un vera festa”.


domenica 22 maggio 2016

A FORUM PA 2016 il Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan: verso una PA 4.0


Il Ministro Pier Carlo Padoan
trae le conclusioni dell'ultimo, grande convegno di scenario
di FORUM PA 2016, giovedì 26 maggio
"'Lo Stato Innovatore': verso una PA 4.0 in un'economia 4.0"
 
È il digitale la via del futuro. Se infatti ormai non esistono più una "old" e "new" economy distinte, quel che resta è un percorso che si dirige irrimediabilmente verso il traguardo del digitale. Le cifre rivelano che, seppure lentamente, l'Italia sta uscendo da una crisi economica durata ormai sette anni. Dunque, ora più che mai è necessario agire per uscirne diversi da come ci siamo entrati e con altre prospettive e priorità. È in questo contesto dunque che il digitale diventa il principale settore in cui investire per una crescita possibile e uno sviluppo equo e sostenibile.
Queste le tematiche principali dell'ultimo, grande convegno di scenario ospitato da FORUM PA 2016, dal 24 al 26 maggio al Palazzo Congressi di Roma. Qui il 26 maggio, nella Sala Auditorium, a partire dalle 11.30 si confronteranno sulla questione, nel corso del convegno "Lo Stato Innovatore': verso una PA 4.0 in un'economia 4.0", i principali protagonisti pubblici e privati di questa trasformazione. Al dibatto prenderanno parte infatti Simone Battiferri, direttore della Divisione ICT Solutions & Service Platforms di Tim-Telecom Italia, Enza Bruno Bossio, componente dell'Intergruppo parlamentare per l'innovazione tecnologica; Cristiano Cannarsa, AD e presidente di Sogei Spa; Marco Icardi, AD di Sas Italia, Luigi Ferrara, capo dipartimento dell'amministrazione generale, del personale e dei servizi del Ministero dell'Economia e delle Finanze; Andrea Rangone, CEO di Digital360; e Agostino Santoni, AD di Cisco Italia
A conclusione, interverrà il Ministro dell'Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, un player essenziale in questa delicata dinamica, sia perché il Ministero dell'Economia e delle Finanze è il più grande acquirente di tecnologie (direttamente e tramite Consip) in grado di essere driver per il mercato, sia perché il MEF, attraverso le politiche fiscali, può promuovere e indirizzare gli investimenti in innovazione tecnologica;  sia perché, infine, esso è il principale azionista delle più importanti piattaforme di dati e di elaborazione, come Sogei, Consip e Demanio.
La metafora del 4.0, del flusso ininterrotto di informazioni e di dati e dell'automazione end to end, vale dunque per l'industria, ma ancor più per i servizi, a cominciare dalla PA: tutta l'economia deve essere, in quanto economia della conoscenza, aderente al paradigma 4.0. Per far questo ci vuole un deciso cambio di passo nell'uso delle risorse, delle piattaforme, dei dati e nella reingegnerizzazione dei processi. L' "economia 4.0" si basa sull'uso condiviso delle piattaforme tecnologiche e di conoscenza.
Il Ministro Padoan aprirà inoltre i lavori del convegno "Ripartire dal territorio: le nuove regole di finanza pubblica per gli Enti territoriali, la razionalizzazione e la valorizzazione degli asset pubblici come leve per la crescita" (26 maggio dalle 11:45) a cui partecipano il Sindaco di Mantova Mattia Palazzi, il Direttore del Demanio Roberto Reggi, l'ispettore capo della Ragioneria Generale dello Stato Salvatore Bilardo.
Lo "Stato Innovatore", quello cioè che opera per una nuova politica economica e industriale puntando su ricerca, innovazione, digital economy, è una delle grandi aree tematiche affrontate nei convegni, focus e academy di questa edizione di FORUM PA. Pubblica Amministrazione ed economia 4.0 sono ampiamente analizzate e approfondite direttamente dai protagonisti. Se ormai si ritiene non sia più possibile una buona PA che non sia digitale, saranno infatti i vertici del Governo, ma anche i rappresentanti di amministrazioni e imprese, studiosi, esperti, a confrontarsi sulle tematiche legate a una PA sempre più in trasformazione, e per questo più connessa ai cittadini, che potranno accedere più comodamente ai suoi servizi e partecipare più attivamente alla sua vita quotidiana. E uno degli aspetti cardine di questa nuova PA sarà il suo ruolo nel rilancio dell'economia e dell'occupazione, a partire dalle opportunità di finanziamento europeo, dalle vocazioni territoriali, dagli asset pubblici ancora inutilizzati. Tutti temi, questi, che saranno al centro dello svolgimento della ventisettesima edizione di FORUM PA.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
FORUM PA 2016
27^ Mostra Convegno dell'innovazione nella PA e nei sistemi territoriali
Roma, Palazzo dei Congressi dell'EUR, martedì 24 - giovedì 26 maggio 2016



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 19 maggio 2016

Ferrara Sharing Festival: appuntamento venerdì 20 maggio alle 19.15 con il workshop “Che mercato saremo” con doppio schermo e connessioni IoT e Human Bio Feed Back



Sotto il cappello di “Che mercato saremo. Linking people, money, emotions, places and things” si parlerà di Sharing Economy ed economie collaborative, di aziende connesse con il ‘sociale’ e di Internet of Things. Un workshop esperienziale supportato dalle tecnologie “Internet of Things” e dai sensori “Human Bio Feed Back” e da proiezioni su un doppio schermo simultaneo per affrontare le due realtà che caratterizzano ogni antefatto innovativo: il piano logico ed il lato intuitivo-emozionale

Sharing Economy: un lungo processo si concretizza
A Ferrara il primo Festival della Sharing Economy: esperti, ricercatori, imprenditori e giornalisti a confronto sulle nuove economie e sui processi collaborativi. Un lungo processo si concretizza e prende corpo dalle voci dei protagonisti.
“Che mercato saremo”, venerdì 20 maggio ore 19.15: i relatori
Un evento - laboratorio promosso da Ferrara Fiere: dalla viva voce dei relatori, qualche ulteriore particolare. “Connettere persone, denaro, luoghi, emozioni e cose non è più un progetto utopistico ma la realtà” afferma Fabrizio Bellavista, Partner Emotional Marketing Institute, che continua: “siamo giunti finalmente ad un passo determinante nel cambiamento iniziato nel 1993 con l'avvento di Internet. La sfida vera è quella di creare connessioni di qualità con al centro l’uomo e le sue emozioni in un processo in cui le aziende diventano partecipi ed attori proattivi delle nuove cittadinanze”. Alessandro Donadio, founder #socialorg, afferma invece che “le organizzazioni sono sistemi umani fatti di ‘mani’, ‘teste’ e ‘cuori’. L’azione di scambio, essendo intrinseca nella natura dell’umano, dovrebbe trovare la sua base naturale in quei tre elementi organizzativi. Ma non è così: le organizzazioni sono bloccate e inerti e le persone insieme a loro. Serve perciò una ridefinizione di questo sistema, per consentirgli di liberare energie e risorse oggi necessarie. La social organization é quindi uno step verso questa liberazione che dobbiamo imparare a praticare e lo scambio ne è la sua essenza”.  Paolo Mamo, Amministratore delegato Altavia (DistrEAT), sottolinea invece: “nella nostra avventura imprenditoriale ci accompagna la certezza, anche lessicale, che non possa esistere uno sviluppo che non sia pienamente sostenibile. Questo per noi significa innovare quotidianamente gli strumenti volti a migliorare la qualità della vita dei nostri collaboratori e la relazione con il territorio che abitiamo”. Conclude questo breve giro di pareri Nicola Zanardi, Amministratore delegato di Ferrara Fiere, moderatore del laboratorio esperienziale: “l'incontro disseminato nei luoghi centrali di questa Ferrara antica e colta ha una forma di ‘laboratorio a cielo aperto’ ed un ‘sapore di futuro’, proprio quel  futuro che ha tanta incertezza nel suo essere ma questa è anche una sua ricchezza incommensurabile: non cerchiamo di razionalizzarla troppo!”.

La dinamica del workshop: non si può trasmettere il ‘nuovo’ con una comunicazione obsoleta e non coerente
Durante il workshop esperienziale ci saranno prove in diretta della tecnologia “Internet of Human Things” in collaborazione con Lab#ID dell'Università Carlo Cattaneo e di sensori “Human Bio Feed Back”. Gli speech saranno presentati su un doppio schermo simultaneo per affrontare le due realtà che caratterizzano ogni antefatto innovativo: sul primo schermo ci sarà una presentazione che scorre su un piano logico, sull’altro schermo, contemporaneamente, scorrerà invece il lato intuitivo-emozionale. Ogni speech ha una sessione di condivisione in real time. Durante il workshop verrà distribuito un auto-test per individuare “Qual è la sharitudine della tua azienda”.
Incontrarsi, condividere, contaminarsi: un ‘Cocktail Valley’ per brindare alle nuove economie
Uno dei focus dell'incontro è quello di fare networking, di contaminare e contaminarsi: start up, un incubatore e molti personaggi dell'innovazione si daranno appuntamento per l’occasione; a questo proposito, l'aperitivo finale è stato chiamato ‘Cocktail Valley’, per un brindisi collettivo alle nuove economie.
“Che mercato saremo”, venerdì 20 maggio 2016; Sala della Musica, via Boccaleone 19 Ferrara. Dalle ore 19.15 fino alle 20.45; seguirà un “Cocktail Valley” alla presenza di incubatori, innovatori e start up.
http://www.sharingfestival.it/la-struttura-del-festival/workshop

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI