Cerca nel blog

sabato 30 luglio 2016

Parco Gondar: Salento Street Food & Fun - la fiera più gustosa del cibo di strada









A GALLIPOLI

"SALENTO STREET FOOD AND FUN"
LA PIÙ GRANDE FIERA DEL CIBO DA STRADA DEL SUD ITALIA!

23 TRUCK DA TUTTO IL MONDO E OLTRE 200 PRODOTTI TIPICI TUTTI DA GUSTARE!


Al Parco Gondar il 29, 30 e 31 di luglio una tre giorni a ingresso rigorosamente gratuito con oltre 200 prodotti tipici, musica, attrazioni e luna park, dalle strade di tutto il mondo a Gallipoli!

L'ultimo weekend di luglio, da venerdì 29 a domenica 31, il cibo di strada fa il suo trionfale ingresso tra i viali del Parco Gondar di Gallipoli, che con il "Salento Street Food & Fun" si trasforma in un grande agorà all'aperto per ospitare il più grande evento in Puglia dedicato allo street food, tendenza che negli ultimi anni si è riscoperta nella formula del festival, registrando per ogni evento il tutto esaurito.

Oltre 200 prodotti tipici nazionali e internazionali, intrattenimento, concerti e luna park. Tutto rigorosamente a ingresso gratuito!

Durante il "Salento Street Food & Fun", prelibatezze italiane e internazionali, dal dolce al salato, incontreranno la praticità del cibo di strada, offrendo un'esperienza gastronomica unica, assolutamente innovativa e al passo coi tempi.

E visto che non di solo cibo vive l'uomo, il festival è pronto ad accogliere tra gli ampi spazi del più grande parco a tema del Sud Italia anche una buona dose di musica e divertimento.

Nel pieno dell'estate salentina, quando la Perla dello Ionio accoglie migliaia di turisti attratti dalla bellezza dei luoghi e dalle bianche spiagge da bandiera verde, si potrà vivere un vero e proprio percorso culinario viaggiando tra le strade del mondo, incontrando il cibo di tutti i Paesi e l'alta qualità che li contraddistingue.

L'idea è quella di convogliare in un unico luogo i buonissimi cibi da strada provenienti da ogni parte del mondo, e avere a portata di forchetta, o bacchetta, o mano che dir si voglia, la qualità e la varietà di street food incontrata e assaporata per le vie di Palermo, come di Parigi o di Bangkok.

E in questo caso la splendida cornice scelta del Parco Gondar non poteva che accogliere al suo interno tutte le strade del mondo, non soltanto dal punto di vista della cucina ma anche del divertimento.

Artisti di strada, giocolieri e saltimbanco allieteranno il pubblico con le loro esibizioni; un'intera area dedicata ai più piccoli sarà allestita con una grande area luna park e gonfiabili e gioverà del servizio di baby sitting.

La musica sarà la musica della strada, con numerose esibizioni in contemporanea che abbracceranno tutti i generi, con gli artisti chiamati per l'occasione ad abbandonare i canonici grandi palchi del Parco Gondar per usare la strada, ed esibirsi agli angoli dei punti nevralgici della struttura, come fossero artisti di strada pronti a esibirsi per le vie del mondo.

Io, Te e Puccia, Mino De Santis, Kalinka, Orchestra di Fiati (S. Cecilia) e Washing Rock Machine saranno la colonna sonora del venerdì di Salento Street Food & Fun, Opa Cupa, Bedixie Band, Mistura Louca, Café Chinaski, Settima Taranta e Dna saranno i protagonisti musicali del sabato, mentre domenica alle note ci saranno Mascarimirì, Rumba de Bodas, BordoPelle, The Blues Mobile, Andy Bello e Brasi.

Lo street food è, da sempre, uno dei modi più semplici per conoscere un territorio attraverso il suo cibo di strada e i suoi prodotti tipici.

In Italia arancine, piadine, rustici e calzoni, pane con la milza o pane e panelle, cuoppo fritto o il lampredotto, giusto per citare alcuni dei cibi da strada più conosciuti, sono una tradizione gustosa, veloce ed economica.

I grandi chef conoscono bene il valore culturale e i sapori deliziosi di queste specialità e molti di loro hanno scelto di offrire, oltre all'alta cucina, anche la propria versione gourmet del cibo di strada.

E tutto questo e anche di più lo si potrà trovare in un caldo weekend di fine luglio, a Gallipoli in un solo grande e attesissimo evento.

Ingresso gratuito.

Apertura ore 20:00

Infoline: 327 821 5783

venerdì 29 luglio 2016

ZOOMARK LANCIA “AQUA PROJECT”, LA NUOVA AREA SULL’ACQUARIOFILIA

Image
ACQUARI, PESCI E CORALLI ALLA FIERA SUI PRODOTTI PER ANIMALI DA COMPAGNIA

Pesci, piante, coralli e acquari hi-tech saranno tra le novità di Zoomark International, la fiera professionale b2b di riferimento in Europa nel 2017 sui prodotti e le attrezzature per gli animali da compagnia, organizzata da BolognaFiere. 

La prossima edizione del salone, che si svolgerà dall'11 al 14 maggio 2017 presso il Quartiere fieristico di Bologna, ospiterà per la prima volta "Aqua Project", una nuova area espositiva dedicata appunto all'industria acquariofila. 

Vi troveranno spazio acquari tecnologici, di design, spettacolari e minimali. Verrà anche allestita una serie di vasche eccezionali con la tecnica dell'aquascaping, l'arte di creare o arredare un acquario con ambientazioni suggestive e di grandissimo impatto scenico. 

Saranno presenti i principali allevatori e importatori di vivo e le maggiori aziende italiane ed estere del settore, oltre alle Associazioni acquariofile. Sarà anche organizzato un concorso che premierà il negoziante che avrà allestito il miglior acquario. 

In programma inoltre una serie di workshop e dimostrazioni, conferenze e seminari specializzati sul business degli acquari con la presenza di esperti italiani ed esteri. Sarà anche promossa la collaborazione con architetti ed esperti di interior design.

"La passione per gli acquari e i pesci esotici ha sempre avuto molti seguaci nel nostro Paese, è un hobby che continua ad attirare sempre nuovi appassionati", ha dichiarato Marco Momoli, direttore commerciale Italia di BolognaFiere. 

"E' per questo motivo che Zoomark International ha deciso di dare particolare enfasi a questo settore con il lancio dell'area 'Aqua Project'. Questa nuova iniziativa fornirà una preziosa opportunità di visibilità alle aziende che operano in questo comparto della pet industry, oltre ad offrire tante occasioni di formazione professionale e per l'avvio di nuovi business, dall'apertura di un negozio specializzato alla vendita del vivo".

E' partita intanto l'organizzazione di Zoomark International 2017. Tra le altre novità della fiera, giunta alla 17a edizione, la nuova immagine caratterizzata da un tratto moderno, di grande impatto e di respiro internazionale. Iniziata anche una serie di attività promozionali e di comunicazione, tramite il nuovo sito web, il maggiore utilizzo dei social e l'ufficio stampa. 

Inoltre BolognaFiere ha avviato un importante programma di promozione all'estero di Zoomark, che la vedrà protagonista dell'organizzazione di "Padiglioni del Made in Italy" nelle maggiori fiere specializzate di tutto il mondo. Zoomark è già stata protagonista del Global Pet Expo 2016, la fiera annuale sulla pet industry più grande negli Stati Uniti, svoltasi a Orlando in Florida (USA). 

Nel corso della recente fiera Interzoo a Norimberga (Germania), è stato invece firmato un accordo per la presenza di una collettiva di aziende italiane al China International Pet Show 2016 (CIPS), che si svolgerà dal 10 al 13 novembre prossimi a Guangzhou, nel sud della Cina. Si tratta del più importante salone specializzato del settore in Asia.

Bologna, 29 luglio 2016


-------------
Zoomark International, la fiera professionale più importante in Europa negli anni dispari, si svolgerà dall'11 al 14 maggio 2017 a Bologna (Italia). E' organizzata da BolognaFiere. La precedente edizione del 2015 ha fatto registrare uno straordinario successo, con la presenza di 615 espositori, di cui 394 esteri provenienti da 35 Paesi, su una superficie di 45mila mq. Il numero dei visitatori ha raggiunto in totale i 22.299, di cui 15.526 buyer italiani e 6.773 esteri (+15% rispetto all'edizione precedente del 2013) provenienti da 85 Paesi. 

Ulteriori informazioni su www.zoomark.it. 
Image

--
www.CorrieredelWeb.it

Edilizia sostenibile e accumulo energia: il futuro è più vicino


Se lavori nel mondo della GREEN ECONOMY, non puoi perdere la 20^ edizione di Ecomondo Key Energy
Due novità importanti per KEY ENERGY 2016: il progetto CITTA' SOTENIBILE, che si rinnova nella forma e nei contenuti e il percorso KEY ENERGY STORAGE, dedicato allo stoccaggio dell'energia da fonti rinnovabili.

La nuova Città Sostenibile
L'efficienza è la chiave di lettura anche per le soluzioni applicative a livello urbano. Città Sostenibile è la nostra visione di città ideale che integra mobilità urbana, sistemi integrati di comunicazione e distribuzione, connettività, reti e edilizia sostenibile, focus di questa edizione. Anche Green Building Council Italia sarà presente a Città Sostenibile.
Leggi di più


Key Energy Storage
Key Energy Storage è un percorso che attraversa i 3 padiglioni di Key Energy e che permette di valorizzare le aziende che sviluppano dispositivi di accumulo di energia da fonti rinnovabili per metterle al servizio delle industrie e delle smart cities. Le aziende saranno identificate dal marchio Key Energy Storage posizionato sullo stand.
Scopri di più
--
www.CorrieredelWeb.it

L'Informatore Agrario e Macfrut2016: confermata partnership tecnica nel segno dell'innovazione

Dal 14 al 16 settembre a Rimini Fiera, 11 appuntamenti gratuiti per un settore che nel 2015 ha esportato per 8 miliardi di euro.

Verona, 28 luglio 2016. Punta sull'innovazione come leva per la competitività la partnership tecnica tra L'Informatore Agrario e Macfrut, la Fiera dell'ortofrutta giunta alla 33esima edizione organizzata da Cesena Fiera, in programma a Rimini Fiera dal 14 al 16 settembre 2016. 

Principale rassegna italiana dedicata ai prodotti e alle tecnologie dell'ortofrutta, questa edizione sarà in 7 padiglioni fieristici su un'area di 40mila metri quadrati.

L'accordo conferma per il secondo anno consecutivo la storica casa editrice, da oltre 70 anni al servizio dell'agricoltura, alla regia degli appuntamenti formativi e divulgativi del segmento espositivo riservato ai mezzi tecnici di pre-raccolta. 

Irrigazione, emergenze fito-sanitarie ma anche innovazione varietale, sicurezza e prevenzione saranno gli argomenti chiave degli 11 workshop gratuiti organizzati da L'Informatore Agrario per tutti i professionisti della filiera presenti a Macfrut.

Per Antonio Boschetti, direttore de L'Informatore Agrario: "Con 8 miliardi di euro di export, il 2015 ha convalidato l'ortofrutta come prima voce delle esportazioni agroalimentari italiane, in crescita di quasi l'8% sul 2014 e di oltre il 60% su base decennale. Un dato, questo – prosegue il direttore de L'informatore Agrario – che dimostra non solo la leadership ma anche la strategicità di un settore che ha ancora molto da esprimere in termini di competitività.  L'innovazione – conclude Boschetti – è il driver su cui il comparto deve scommettere. E la partnership tra L'Informatore Agrario e Macfrut offre agli operatori tutti gli strumenti per vincere questa sfida".

"Innovazione e internazionalizzazione sono le due parole chiave di Macfrut, l'accordo con L'Informatore Agrario va in questa direzione – afferma Renzo Piraccini, presidente di Macfrut –. La nostra è una fiera di filiera e il pre-raccolta costituisce uno dei tasselli fondamentali del sistema ortofrutta. Ben due i padiglioni ad esso dedicati dove sarà possibile trovare le principali innovazioni del settore con numerose anteprime internazionali".

www.ortofrutta.informatoreagrario.it - www.informatoreagrario.it
www.macfrut.com
------------
Edizioni L'Informatore Agrario, è la casa editrice, con sede a Verona, che da 70 anni offre un servizio di informazione e formazione agli imprenditori agricoli. Tre le testate di riferimento: il settimanale dedicato all'agricoltura professionale L'Informatore Agrario, il mensile per l'agricoltura part-time e hobbistica Vita in Campagna e MAD – Macchine Agricole Domani, dedicato al mondo della meccanica agraria, oltre a un ampio catalogo di libri e altri supporti multimediali su temi specializzati.



--

Premio Strega Ragazze e Ragazzi: è online il bando della seconda edizione

 Bando della seconda edizione

Giovedì 29  luglio 2016. È online il bando della seconda edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, da Strega Alberti Benevento SpA, da Bologna Fiere-Bologna Children's Book Fair e dal Centro per il libro e la lettura
Due le categorie di concorso: +6, per libri destinati a lettrici e lettori dai 6 ai 10 anni, e +11 , per lettrici e lettori dagli 11 ai 15 anni.

Gli editori sono invitati a proporre entro il 12 settembre 2016 opere di narrativa, anche tradotte, pubblicate in Italia tra il 1° aprile 2015 e il 30 giugno 2016

Le cinquine saranno rese note entro il mese di ottobre nell'ambito della manifestazione Libriamoci, promossa dal Centro per il libro e la lettura. 

Il premio di 5.000 Euro per ciascuna categoria di concorso, offerto da Strega Alberti, sarà consegnato agli autori vincitori a Bologna in occasione della Fiera del Libro per Ragazzi (3-6 aprile 2017). 

Nel caso in cui l'opera più votata sia in traduzione, è previsto un premio di pari entità per il traduttore offerto da Bologna Fiere (nella prima edizione ammontava a 2.000 Euro).

La prima edizione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi è stata vinta da Susanna Tamaro con Salta, Bart! (Giunti) per la categoria +6 e da Chiara Carminati con Fuori fuoco (Bompiani) per la categoria +11: i loro libri sono stati quelli più votati dalla giuria composta da lettrici e lettori fra i 6 e i 15 anni, provenienti da cinquanta scuole primarie e secondarie in tutta Italia, ripartite equamente tra le due fasce d'età.


--

Il nuovo e-commerce www.servizi4-0.com: scegli in due minuti i tuoi servizi per tutte le fiere all’insegna dell’integrazione!

Acquistare in 2 minuti i tuoi servizi, dagli arredi ai multimedia, dal proximity e loyalty marketing all'ufficio stampa, dal personal buyer angel al personal shopper, per partecipare in modo innovativo a tutte le fiere in Italia con costi anche del 30% in meno rispetto al mercato di riferimento è ora possibile!

E' nato il nuovo e-commerce www.servizi4-0.com
La rivoluzionaria piattaforma integrata realizzata da Aries More e dedicata a tutte le aziende, alle associazioni e alle realtà che partecipano e organizzano le fiere sul territorio nazionale
Una soluzione innovativa e user-friendly che ti permette di scegliere, in un unico momento, i tuoi servizi per più fiere razionalizzando e ottimizzando la tua partecipazione agli eventi riducendone gli sprechi e le perdite.
In coerenza con uno dei valori di Aries More, ovvero l'integrazione, www.servizi4-0.com vuole essere un mezzo che abbatte le barriere e agevola la comunicazione tra tutti, permettendo alle aziende di far vivere la fiera e la propria brand experience anche a chi normalmente non vi può accedere e non riesce a partecipare, è disabile o non udente.
www.servizi4-0.com oggi è in grado di soddisfare più di 5.000 aziende attraverso concept, format e pacchetti coordinati, a favore di una stand & brand experience che incrementi, qualificandoli e soddisfandoli, i contatti allo stand.
Vai sulla piattaforma www.servizi4-0.com e acquista le tue soluzioni in 2 minuti! 
Potrai finalmente pianificare e misurare il costo e il servizio della tua presenza in fiera in modo globale. 
Dal tuo primo acquisto una persona si dedicherà, in modo puntuale, solo alle tue esigenze fornendoti assistenza personalizzata attraverso un servizio di Personal Customer Assistance.


--

ECOFUTURO A RIMINI LA GIORNATA DELL'ENERGIA


dal 26 al 31 luglio a Rimini, presso EcoArea.
L'energia è, quasi, a portata di mano di tutto. Se ne è discusso alla terza giornata del Festival di Ecofuturo


Ieri a Ecofuturo è stata la giornata dell'energia. Si è iniziato con il fotovoltaico potatile che è stato illustrato da Alessandro patrizi di Eneco che ha parlato delle potenzialità di questa fonte d'energia in grado di soddisfare tutte le esigenze di consumi, da quelle piccole a quelle di medie dimensioni. Il fotovoltaico su substrato sottile, infatti, è arrivato a un'efficienza energetica che è simile a quella del fotovoltaico policristallino, proprio grazie all'esperienza fatta sulle piccole utenze mobili come quella legata al mondo della camperistica.

Successivamente, durante la tavola rotonda sull'energia si è discusso del futuro dell'energia anche di fronte agli accordi sui cambiamenti climatici di Parigi, a Cop 21, del dicembre scorso. Rivelando degli aspetti inediti circa le fonti rinnovabili come la coniugazione tra elettricità e gas, per quanto riguarda il sistema elettrico. «Power-to-gas è la possibilità, per un impianto di biogas, di utilizzare l'elettricità in eccesso della rete per produrre idrogeno che, combinato con la CO2 di scarto dal processo di upgrading del biogas, produce biometano. Ciò significa che il sistema elettrico e del gas naturale possono bilanciarsi tra di loro usando la tecnologia del biogas. - ha detto Marco Pezzaglia, del CIB Consorzio Italiano Biogas - Se il biogas è prodotto secondo i nostri principi del Biogasfattobene (R), la produzione energetica diventa carbon negative». In pratica le rinnovabili sono in grado, in questo caso con il biogas, di offrire servizi al sistema elettrico che sono indispensabili, al fine di sfruttare al meglio rinnovabili intermittenti quali l'eolico e il fotovoltaico. Senza contare le potenzialità che ci sono sul fronte dell'ottimizzazione dell'efficienza energetica.

«Utilizzando il gas naturale e il biogas per la cogenerazione si ottengono molti vantaggi per le aziende: maggiore efficienza energetica, minori costi, maggiore competitività e minor inquinamento. Le applicazioni della cogenerazione con gas naturale sono molte: dall'utilizzo nell'industria agro-alimentare, tessile, al riscaldamento degli impianti sportivi, alla climatizzazione delle strutture sanitarie. - afferma Marco Cuttica di AB Energy - Oltre ai benefici ambientali, la cogenerazione ha vantaggi sociali poiché ha salvato e sta salvando dal trasferimento all'estero numerose aziende italiane a cui ha ridato competitività».

Dario Tamburrano eurodeputato del M5S, invece, ha illustrato le potenzialità della nuova etichetta energetica degli elettrodomestici di cui è stato relatore a Bruxelles. Rivelando alcuni fatti poco noti. «Oggi si fa un gran parlare di prosumer. - ha detto Tamburrano, il termine identifica il consumatore che è anche produttore d'energia - Ma il problema è che a livello legislativo questa figura non esiste e per questo motivo è complicato riuscire a intervenire in maniera efficace con norme che favoriscono l'autoproduzione energetica».

E proprio durante la discussione nella giornata sull'energia è arrivata la notizia che è in discussione alla commissione X del Senato l'emendamento 34.0.03, proposto da uno schieramento eterogeneo di Senatori che prevede l'introduzione anche in Italia di un sistema legislativo che permetterebb la nascita delle reti di distribuzione elettriche chiuse. Tradotto: chi vuole può rendersi autonomo nella produzione ed utilizzo di energia. Le associazioni Codici, Greenpeace, Italia Solare, Kyoto Club, Legambiente e Wwf si sono schierate in favore dell'iniziativa. «È esattamente uno dei provvedimenti che stiamo aspettando per avvicinare il mondo della produzione ai cittadini», ha detto Fabio Roggiolani, uno degli organizzatori di Ecofuturo.

«Le tecnologie già mature che consentono la purificazione del biogas a biometano sono numerose. Bilfinger ha sviluppato negli ultimi anni tecnologie e processi nel settore delle rinnovabili proponendo oggi soluzioni complete chiavi in mano di sistemi che comprendono tutti gli stadi di processo della filiera biogas/biometano: upgrading del biogas, compressione/liquefazione e odorizzazione del biometano, recupero CO2, stazioni di rifornimento per automezzi. Noi di Bilfinger crediamo molto nell'elevato potenziale del mercato italiano del biometano in considerazione di alcuni aspetti chiave. - ha detto Massimo Pardocchi, di Bilfinger EMS - l´Italia è tra i primi produttori di biogas e tra i primi paesi come numero di veicoli alimentati a metano in Europa. La Penisola poi potrebbe divenire a breve il nuovo principale hub europeo per l'importazione e distribuzione di gas metano verso i paesi dell'Europa centrale e settentrionale».

Interessante anche l'accenno che ha fatto Tamburrano circa le potenzilità della nuova etichetta energetica che sta studiando l'Europa. Un QRcode presente sull'etichetta, infatti, permetterà all'utente finale il trasferimento dei dati energetici dell'apparecchio direttamente sullo smartphone, consentendo confronti sulle prestazioni in tempo reale. Per finire si è arrivati a discutere di trasporti, settore nel quale l'elettrico ha ancora dei problemi, specialmente per quanto riguarda le merci e dove già oggi si potrebbero utilizzare fonti rinnovabili.

«L'Italia si sta aprendo adesso alle possibilità offerte dal biometano con un approccio molto innovativo, in particolare con l'utilizzo per autotrazione. - dice Mauro Nicoletti di Schmack Biogas - Gli impianti biogas e biometano italiani possono offrire un grande contributo in termini di produzione di energia, chiusura delle filiere agroalimentari e stabilizzazione delle reti nel futuro mix energetico del Paese. E'una grande sfida, ma abbiamo già oggi tutti gli strumenti e le tecnologie per pensare ad un futuro di sviluppo, sostenibilità e benessere della nostra economia».

Nel frattempo all'esterno di Ecoarea le Sentinelle dell'Energia hanno cucinato un pranzo per oltre venti persone utilizzando il Solar Cooking, ossia la cucina attraverso l'energia solare, utilizzata in maniera semplice e diretta con dei concentratori solari la cui autocostruzione è alla portata di tutti.

Qui il programma del Festival Ecofuturo:
http://festivalecofuturo.myblog.it/2016/06/24/programma-terza-edizione/



--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 28 luglio 2016

Il Fagiolo Carne protagonista della nota sagra a Fabrica di Roma (16-17-18 settembre)


SAGRA DEL FAGIOLO CARNE



A Fabrica di Roma la quarta edizione della festa che celebra il legume autoctono ricchissimo di sostanze nutrizionali

16-17-18 Settembre 2016
Località Parco Le Vallette
Fabrica di Roma (VT)



…V'è un paese del Viterbese – Fabbrica di Roma – dove i fagioli, di varietà piccola e colorata, sono squisitissimi. E là non mangiano, o per lo meno fino a qualche anno fa non mangiavano, altra cosa che essi. La piluccia di quella minestra borbottava sul fuoco tutti i giorni per il pasto serale; eppure, niente disturbi intestinali, né flatulenze! Il segreto era questo: li condivano col finocchio.

Anonimo (Rivista del primo Novecento)

Una semenza autoctona di origini antichissime, estremamente ricca dal punto di vista nutritivo con vitamine, proteine, amidi, fibre, zuccheri, calcio, ferro e fosforo: questo è il fagiolo carne che dopo aver rischiato di scomparire, torna prepotentemente alla ribalta a Fabrica di Roma, nel cuore della Tuscia. 

Dopo il riconoscimento di "prodotto tipico locale" ottenuto grazie all'impegno dell'amministrazione comunale e all'adozione di provvedimenti ad hoc, il rinomato "faciolo" è protagonista della quarta edizione della sagra ad esso dedicata, ideata dal comitato San Matteo in collaborazione con Proloco e Comune, che avrà luogo il 16,17 e 18 settembre p.v.


Nel corso della manifestazione verranno esaltate le specifiche proprietà attraverso un menu popolare interamente cucinato secondo le ricette della tradizione. 

Sarà possibile gustare a prezzi molto popolari piatti gustosi e robusti quali l'antipasto del faciolo, gli gnocchetti co i facioli, i facioli, facioli co le cotiche e co le sarsicce.
Ad allietare l'iniziativa ogni sera (e domenica a pranzo) saranno invitati anche formazioni musicali che si esibiranno dal vivo.


Del fagiolo carne, che ha rappresentato per tanti secoli la principale forma di sostentamento territoriale delle genti, si possono trovare molte testimonianze legate alla cultura contadina locale conservate sia nell'archivio storico comunale che nell'archivio di stato di Viterbo. La sua storia è legata infatti ad una tradizione che si è evoluta nel tempo: mentre in epoche remote veniva addirittura usato come pagamento in natura per il canone di locazione di terreni, ai nostri giorni, è stato inserito, paradossalmente, tra le semenze in via d'estinzione.


La Sagra è anche una buona occasione per scoprire Fabrica di Roma, antico paese a 26 chilometri di distanza da Viterbo, che sorge a 300 metri sul livello del mare nelle vicinanze del Lago di Vico. Al suo interno meritano una visita la Chiesa Collegiata di San Silvestro Papa, nota anche come il Duomo, risalente al XII secolo, la Chiesa di Santa Maria della Pietà, il Castello La Rocca che sorge proprio al centro del paese e il medievale Palazzo Cencelli, che ora ospita il Comune; nel suo territorio spiccano invece Falerii Novi, sito archeologico di una antica città romana e la Chiesa di Santa Maria in Falleri, senza dimenticare la via Amerina, un itinerario turistico di grande impatto storico-religioso poiché rappresentava già agli albori dell'Impero Romano una via molto trafficata che collegava gran parte del territorio falisco.

 

Apertura stand gastronomici: Ore 19,30 (venerdi e sabato); 12,30 (domenica)
Infoline e prenotazioni: +39 366 2356728 - scaren_78@yahoo.it

Pagina FB: https://www.facebook.com/sagraFagioloFabrica/?fref=ts



--
www.CorrieredelWeb.it

Cersaie 2016: Scandola Marmi pavimenti e rivestimenti in marmo classici e di design

Questo testo viene mostrato quando l'immagine è bloccata
Anticipazione Cersaie, Bologna 26-30 settembre 2016

Padiglione 22 – Stand B3

Ambienti versatili con i pavimenti e i rivestimenti verticali di Scandola Marmi

 
Scandola Marmi alla prossima edizione di Cersaie, che si tiene a Bologna del 26 al 30 settembre, porta la sua collezione di pavimenti e rivestimenti classici e di design puntando soprattutto al target contract.

In particolare, i rivestimenti verticali di design ORIGAMI disegnati da MM Company. Nella collezione ORIGAMI, di ispirazione giapponese, il marmo viene trattato come fosse un foglio bianco che, grazie all'antica arte orientale, diventa tridimensionale. 


E' un rivestimento composto da diverse marmette quadrate della stessa misura (40x40cm) all'interno delle quali i segni grafici da macro diventano micro. ORIGAMI nasce dal desiderio di dare nuovo slancio ad un formato standard che viene trasformato in un decoro prezioso e originale.


SCANDOLA MARMI. Scandola è una azienda che opera in Italia e all'estero nel settore della lavorazione del marmo da cinquant'anni. Fondata da Bruno Scandola nel 1964 si è sempre fatta portatrice dell'esperienza e dell'antica tradizione propria dei maestri tagliatori della zona della Valpantena in provincia di Verona. 

Pur mantenendo una impronta famigliare e una attenzione alle produzioni di tipo artigianale, oggi ha ampliato la propria organizzazione con un nuovo insediamento di cospicue dimensioni, attrezzature all'avanguardia, ricerca sulle lavorazioni, il tutto offrendo servizi e competitività. 

I materiali lavorati, selezionati con cura, sono il marmo, il granito e l'agglomerato nelle più diverse varietà. 

Le linee di prodotto si sono ampliate comprendendo tipici elementi per l'edilizia residenziale, industriale e pubblica quali pavimenti, rivestimenti, scale, zoccolini, davanzali, soglie.
Image
Image
Image
Image



--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 27 luglio 2016

FairAdvisor: un crowdfunding su Eppela per scoprire le fiere di tutto il mondo.

www.fairadvisor.com
Campagna attiva da oggi sino a Domenica 4 settembre. Finalmente ogni fiera avrà il suo rating!

FairAdvisor, la prima piattaforma web professionale e indipendente per consultare e recensire le fiere di tutto il mondo, da questa mattina fa il suo ingresso nel mondo del crowdfunding.

La campagna è stata lanciata su Eppela.com il principale portale italiano di crowdfunding che ambisce a diventarne la prima piattaforma europea.

Eppela fa leva sulla ricerca di micro finanziamenti dal basso per contribuire alla crescita di progetti innovativi legati a start up o aziende da poco sul mercato.

La campagna sarà attiva da oggi fino a domenica 4 settembre.
In questi giorni, privati e gruppi possono effettuare le loro donazioni ed essere premiati, in caso di successo della campagna, con ricompense brandizzate, quali t-shirt, penne touch, biglietti di ingresso a manifestazioni fieristiche e ringraziamenti pubblici nell’home page del sito www.fairadvisor.com e sui canali social legati al portale.

Il link per sostenere FairAdvisor è questo: www.eppela.com/it/projects/9602-fairadvisor

“Il crowdfunding è un mezzo formidabile in questa fase del nostro sviluppo che ci permetterà di accrescere e potenziare le funzionalità di FairAdvisor” – dichiarano Ivan Bianchi e Luca Zanoli, i due co-fondatori della start up romagnola.
Ci siamo rivolti a questo strumento perché riteniamo che la condivisione della nostra idea imprenditoriale con gli utenti, attraverso un loro coinvolgimento diretto, rappresenti la chiave vincente per renderli protagonisti dello sviluppo del progetto che fa leva da sempre sulla condivisione delle conoscenze e delle esperienze”.

L’idea di FairAdvisor, on line da meno di un anno con risultati sorprendenti, nasce dalla constatazione che il comparto fieristico risulta spesso frammentato, con la presenza di tantissime fiere in tutto il mondo (un’indagine UFI ne conta addirittura 30.700 all’anno) e con la necessità di una “cabina di regia” unica che possa orientare le aziende e i singoli visitatori a districarsi nella maniera più ottimale ed efficace possibile, facendo le scelte migliori in termini di investimento di tempo e denaro.

Il portale si basa sulla condivisione delle informazioni attraverso il meccanismo delle recensione on line. Primo nel settore fieristico ad offrire questa tipologia di servizio, su FairAdvisor è possibile cercare e recensire quanto si è visto o sperimentato in fiera, diventando preziosi testimoni anche per altri.

I fondi raccolti su Eppela serviranno per contribuire alla crescita di FairAdvisor e alla penetrazione sul mercato mondiale, ma soprattutto per potenziare le funzionalità esistenti e sviluppare nuovi servizi innovativi, utili a espositori e visitatori, quali ad esempio, il live video streaming a 360 gradi e la realtà virtuale.

Sarà inoltre immessa sul mercato la nuova App per iOS e Android e le piattaforme in lingua araba, russa, spagnola, francese e turca che affiancheranno le tre attuali versioni oggi esistenti in italiano, inglese e cinese.

In questi mesi FairAdvisor ha ricevuto molteplici apprezzamenti ed ha suscitato l'interesse da parte di un gruppo italo-tedesco.



@fairadvisor
facebook.com/fairadvisor

Il modello AGS a Electronica, la fiera internazionale delle componenti elettroniche

Electronica - Monaco di Baviera 8-11 novembre 2016  

La logistica carta vincente dell'azienda con sede a Rosà (VI) e Udine: «Portiamo il nostro approccio globale alla fiera più importante del settore»

La parola d'ordine è velocità. Velocità nella progettazione, nello sviluppo, ma soprattutto nella consegna. È nella logistica la chiave del successo di AGS, azienda con quartier generale a Rosà (Vi) e sede Tecnica a Udine che opera nella subfornitura avanzata per i settori dell'elettronica e dell'elettromeccanica nell'ambito delle schede elettroniche e nello stampaggio di materiale plastico.
Forte del +30% registrato nel primo semestre 2016 rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, dall'8 all'11 novembre prossimi AGS porterà la proprio modello ad Electronica, la più importante fiera internazionale per componenti elettronici che si svolge a cadenza biennale a Monaco (Germania). «Saremo presenti alla fiera più importante del settore con il nostro modello fatto di tecnica, qualità e logistica», premette Denis Vigo, cofondatore di AGS insieme con Renato Comelli. «Acquisiti gli elementi tecnici e confermati i valori qualitativi, la marcia in più che ci sta permettendo di crescere con un buon ritmo dipende dalla logistica».
L'elettronica è oggi uno dei settori più dinamici. «Ma questo dinamismo impone tempi di risposta sempre più rapidi», aggiunge Vigo. «Siamo davanti ad un mercato schizofrenico dettato dalla mancanza di previsioni di vendita. Oggi le aziende devono rispondere alle richieste di consumo quasi in tempo reale con prodotti nuovi e aggiornati. Testimonianza sono non solamente  i tempi di produzione che si sono dimezzati, ma anche lo spostamento degli stessi centri produttivi verso i mercati di interesse». La scelta di AGS è invece stata quella di operare sulla logistica, creando snodi centrali e posizionati in modo strategico. «Movimentiamo 9mila kg di semilavorati alla settimana solamente per via aerea. A questi vanno aggiunti i carichi via nave», sottolinea Vigo. «È importante capire che prima si "arriva" sul cliente e meglio è. Per questo, a seconda della dislocazione, andiamo a creare la logistica sul posto puntando a dare risposte in real time».
Sul fronte qualità è recente la certificazione Iso, uno step che AGS ha fortemente voluto quale elemento interno. «La struttura si basa su un sistema di controllo direttamente che agisce direttamente alla produzione. La nostra peculiarità e quella di creare team di tecnici esperti all'interno delle sedi produttive dei nostri fornitori; sono team formati dai nostri ingegneri più qualificati che ci permettono di porre la massima attenzione alla qualità in ogni fase del processo».
Questo approccio globale fa di AGS una realtà unica ed in profonda crescita. Conclude: «Le flessioni che il mercato periodicamente registra vengono compensate dal fatto di operare in più settori. Questo ci ha permesso di chiudere il primo semestre 2016 con un +30% rispetto allo scorso anno, in linea con le nostre previsioni. Numeri che confermano la bontà della strada che abbiamo intrapreso e che andremo a presentare alla prossima edizione di Electronica a Monaco di Baviera».

AGS srl - Fondata nel 2004 da Denis Vigo e Renato Comelli, opera in tutto il mondo con due divisioni: da una parte circuiti stampati (PCB) e tastiere, dall'altra stampi ad iniezione e stampaggio di materiale plastico. AGS si pone come partner globale in grado di seguire il cliente dalla progettazione alla logistica, dalla consulenza in fase di progettazione alla consegna del prodotto finito e tracciabilità dello stesso, gestendo offerte, documenti tecnici, controllo qualità e organizzazione logistica. Alle sedi italiane di Rosà (Vi) e Udine si aggiungono gli uffici esteri in Cina, Brasile, USA, Europa. www.ags-one.com



--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 26 luglio 2016

Gattoni Rubinetteria sarà protagonista al Cersaie 2016

Dal 26 al 30 settembre, a Bologna Fiere, nel contesto del Salone internazionale della ceramica per l'architettura e l'arredobagno, l'azienda novarese allestirà un grande spazio espositivo di 170 metri quadri, nel cuore della manifestazione, ovvero il Padiglione 21 stand A91 – B102.


Realizzato in collaborazione con Barberini Allestimenti, lo stand di Gattoni Rubinetteria sarà un esempio di eleganza e di sobrietà "Made in Italy", con volumi essenziali e linee geometriche d'intonazione contemporanea, il tutto realizzato con tonalità calde, che renderanno ancora più accogliente l'ambiente. 

All'interno, le novità che l'azienda ha in serbo per i visitatori, saranno numerose, in quanto, oltre alle serie Color, già insignita della Special Mention del German Design Award 2016, e Color Cube, saranno presentate le ultime nate, tra cui Circle One, Circle Two, Color inox, e l'inedita collezione Ely disegnata dal Designer Marco Pisati. 

La cura per il design e l'attenzione alla funzionalità saranno, insieme all'ecosostenibilità, i punti di forza della partecipazione di Gattoni alla manifestazione bolognese.

L'azienda dedicherà infatti ampio spazio, oltre alla neonata serie H2OMIX 4000, miscelatore lavabo dotato di cartuccia economizzatrice con consumo di acqua calda solo a sinistra, alle soluzioni per la cucina, e tra queste le innovative linee unleaded (senza piombo).

Tra i modelli in mostra non mancheranno: Intersezione, Fly e Boomerang, che per la prima volta potranno essere apprezzate con finiture speciali ed innovative: dal raffinato oro rosa al dark nickel con leve color pastello intercambiabili e personalizzabili.


Cersaie 2016 – Bologna Fiere
26-30 settembre 2016
HALL 21 STAND A91-B102

www.gattonirubinetteria.com



--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI