Cerca nel blog

giovedì 31 marzo 2016

VINITALY 2016: IL MORELLINO DI SCANSANO INTERPRETA LA MAREMMA

Pad.D, Stand. D2

Il Consorzio a Tutela del Morellino di Scansano si farà portabandiera dell'espressione vitivinicola della Maremma. Succederà a Vinitaly, la fiera dell'enologia internazionale in programma dal10 al 13 aprile 2016 a Verona.

Presso il Padiglione D – Stand D 2, il Consorzio sarà presente infatti con uno spazio istituzionale, arricchito di un desk dove i visitatori potranno degustare le diverse tipologie di Morellino di Scansano delle aziende rappresentate e celebrare le eccellenze del territorio toscano.

All'interno dell'esposizione collettiva, verranno inoltre raccolte in singoli spazi 6 aziende, che presenteranno le proprie produzioni di alto livello enologico. Ciascuna cantina sarà presente con un proprio box ed illustrerà la qualità e la tipicità delle produzioni di Morellino e della sua terra.

Il Consorzio a Tutela del Morellino di Scansano sarà infine protagonista anche degli appuntamenti di Vinitaly International. In particolare, il Consorzio ospiterà 4 diversi incontri, dedicati a quindici buyer provenienti da Canada, Giappone, Korea, Hong Kong e Singapore e Germania, che avranno l'occasione  di scoprire le infinite sfumature di un vino che oggi porta la Maremma nei calici di tutto il mondo.




--
www.CorrieredelWeb.it

Torna Antiquaria Padova, dal 9 al 17 aprile 2016 presso il pad. 1 di Padova Fiere



La XXIX edizione di Antiquaria Padova torna in Fiera a Padova da sabato 9 aprile fino a domenica 17 aprile 2016; anche quest'anno il vernissage su invito avrà luogo nella mattinata di apertura (ore 11). Da quasi trent'anni è riferimento imprescindibile per il mondo dell'antiquariato, unico appuntamento di alto livello e di dimensioni significative nel territorio nordestino: Antiquaria si conferma un appuntamento "tradizionale" e attesissimo - capace di rinnovarsi ogni anno e di non deludere mai le aspettative della vigilia - dedicato ai collezionisti, agli appassionati, ma anche ai "curiosi" che si affacciano per la prima volta al mondo dell'antiquariato.

Anche in questa edizione Antiquaria Padova sorprenderà con tante novità e piacevoli sorprese. La storica kermesse si presenterà con un'offerta espositiva ancor più ampia e variegata, per intercettare il mutato gusto e la mutata domanda dei visitatori, che potranno trovare alcune tra le più prestigiose gallerie antiquarie del panorama italiano. Accanto al classico mobile antico spiccano arazzi e tappeti orientali, una raffinata selezione di dipinti dal Seicento al Novecento, pregiati argenti veneziani settecenteschi, gioielli di straordinaria fattura artigianale e parure d'epoca, sculture lignee, opere marmoree e una rilevante collezione di vasi di cristallo Gallé.

Per poter visitare la Fiera al prezzo ridotto speciale di 1 euro vi invitiamo a visitare il link sottostante:

Orari: 
Sabato e Domenica dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Lun. – Ven. dalle ore 15.00 alle ore 20.00
Inaugurazione su invito sabato 09 Aprile 2016 alle ore 11.00
Biglietto intero: € 8,00
Biglietto ridotto: € 4,00
Riservato a gruppi (minimo 10 persone), Forze dell'Ordine, persone over 65, agli studenti (gli interessati dovranno presentarsi alla biglietteria muniti di documento per l'accertamento dell'appartenenza ad una delle categorie di utenza dianzi individuate e di un documento di riconoscimento personale), ai diversamente abili con invalidità inferiore all'80% ( NO accompagnatore), ai ragazzi dai 13 ai 17 anni

Biglietto ridotto speciale: € 1,00
Touring Club, ARCI, ZIP, ACSI, AICS, CRAL CSEN, DLF, Università Popolare, ASI, AUSER

Ingresso gratuito:
Tesserati FIMA
Ingresso gratuito per i ragazzi fino a 12 anni compresi, e per tutte le scolaresche, compresi gli accompagnatori, previa richiesta alla Segreteria Organizzativa via mail o fax, ai diversamente abili con invalidità superiore all'80% (gratuita anche all'accompagnatore)

Dove:
Pad. 1 Fiera di Padova
Via Niccolò Tommaseo, 59 - 35131 Padova


SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
NORD EST FAIR SRL
Via A. Costa, 19 – 35124 Padova
Tel: 049 8800305
Fax: 049 8800944

Sito: www.antiquariapadova.com
Facebook: www.facebook.com/padova.antiquaria



--

mercoledì 30 marzo 2016

DIECI GIORNI A SUMMA 16 // 9-11 APRILE 2016, TENUTA ALOIS LAGEDER, Casòn Hirschprunn & Tòr Löwengang, Magrè (BZ)

Un fitto calendario di eventi scandirà le tre giornate altoatesine organizzate dalla Tenuta Alois Lageder e dedicate al vino d'eccellenza proveniente da tutto il mondo, all'alta gastronomia e al rispetto per l'ambiente.

Manca davvero poco alla 18esima edizione di Summa, l'appuntamento annuale organizzato da Alois Lageder nella sua Tenuta a Magrè (BZ), Casòn Hirschprunn e Tòr Löwengang, che dal 9 all'11 aprile 2016 proporrà fra i banchi d'assaggio il meglio della produzione vitivinicola proveniente da tutto il mondo. La manifestazione altoatesina certificata Green Event – che per la prima volta si svolgerà in tre giornate ed accoglierà, oltre agli operatori del settore, anche privati ed appassionati fino ad esaurimento posti nella giornata di domenica 10 aprile (partecipazione consentita solo previa registrazione, iscrizione e pagamento online) – offrirà anche quest'anno un fitto calendario di degustazioni, verticali, seminari e workshop, oltre a gastronomia di alto livello, visite guidate dei vigneti, della cantina e del giardino.
Summa sarà sì un'occasione unica per entrare in contatto con oltre 60 produttori d'eccellenza provenienti quest'anno da Italia, Francia, Austria, Germania, Australia e Nuova Zelanda, ma soprattutto offrirà la possibilità di partecipare a degustazioni guidate e verticali esclusive, condotte dagli stessi vignaioli o da esperti del settore e aperte a tutti i visitatori. In programma, tra le altre, la degustazione "I vini Cometa – Impulsi Innovatori della nostra enologia", a cura della sesta generazione Alois Clemens Lageder, dal 2015 responsabile dell'area vendite e marketing della Tenuta, affiancato da Georg Meissner, referente per i settori agricoltura, enologia, ricerca e didattica dell'azienda Alois Lageder e Jo Pfisterer, responsabile della produzione in cantina.
E ancora, per citarne alcuni, l'interessante tasting condotto dalla Presidente AIS Alto Adige Christine Mayr, "Vitigni Rari", e il "Riedel Wine Glass Tasting" - tenuto da Laetizia Riedel e Alois Clemens Lageder - che intenderà dimostrare agli ospiti come forma e dimensione del calice influiscano, positivamente o negativamente, sulla percezione olfattiva e gusto-olfattiva dei vini degustati.
Ricca e prestigiosa anche l'agenda di verticali distribuita nelle tre giornate: "Bragato Tocai Friulano: retrospective of a great autochthonal grape variety", di Antonio Bragato, "Rarum – Löwengang Cabernet", la raccolta delle annate storiche di Alois Lageder, a cura di Luis von Dellemann, la presentazione del "Vino Rosè ´Sof´" della Tenuta di Biserno, "The phantastic six" dell'azienda maremmana Monteverro, "Sempre… Solare!" della Società Agricola Capannelle, "Schlossböckelheimer Kupfergrube Riesling GG" di Gut Hermannsberg, "Gaiun Martinenga Barbaresco 2010-1995", delle Tenute Cisa Asinari dei Marchesi di Grésy, "Presentation of different types of Grenache from Roussillon", proposta dalla Tenuta francese Moulin de Breuil e, infine, "Il Galatrona compie 20 anni: 1994-2013", a cura della Società Agricola Petrolo. 
La kermesse altoatesina darà come sempre spazio anche ad approfondimenti tematici attraverso un'interessante selezione di seminari: "The vineyard as a habitat" presentato da Georg Meissner della Tenuta Alois Lageder , "La viticoltura green in Abruzzo" esposto da Luigi Valori e, infine, il tema dei vitigni resistenti ai funghi, curato dall'azienda austriaca Ploder-Rosenberg.
Continua l'esclusiva partnership con Demeter, il marchio internazionale che controlla e certifica il lavoro – e i prodotti – degli agricoltori che praticano la coltivazione biologico-dinamica. Attraverso Summa, Alois Lageder continua la sua opera di promozione del partner, riservandogli spazi di presentazione di rilievo, allo scopo di accrescere la consapevolezza della comunità Demeter, sia tra i visitatori sia tra i produttori stessi.
Gli ospiti di Summa 16 s'immergeranno anche in una rassegna enogastronomica speciale, in collaborazione con il catering Hannah&Elia e Pastificio Monograno Felicetti che proporranno piatti caldi e freddi in gran parte preparati con ingredienti da coltivazione biologica. Partner regionali come Karl Telfser feinkost & catering delizieranno gli ospiti con formaggi tipici, o ancora il panificio Profanter con il suo pane biologico, la macelleria Schrott con lo speck Alto Adige e le contadine di Magrè con le amatissime frittelle di mele. Non mancheranno infine le pizze romane di D'Amici Food, la delicata trota di Trota Oro e i gelati di Gildo Rachelli.
La Tenuta Alois Lageder devolverà quest'anno una parte del ricavato della manifestazione all'associazione umanitaria Casa della Solidarietà (CdS), che da quasi quindici anni aiuta persone in difficoltà. In programma anche un interessante workshop giornaliero "Dal gusto del vino al suono della ciotola", che illustra i benefici del trattamento con le campane tibetane.
Nel 2016 continua inoltre la collaborazione con FAMOS for Alois Lageder – "Oggetti speciali da persone speciali": i badge d'ingresso della manifestazione verranno realizzati dalle persone che lavorano nei laboratori protetti della comunità comprensoriale Oltradige-Bassa Atesina (BZ).
Nell'ambito della manifestazione – certificata ormai per la seconda volta come Green Event da parte dell'Agenzia Provinciale per l'Ambiente - viene data particolare attenzione alla mobilità sostenibile. Il servizio navetta per gli ospiti, infatti, sarà nuovamente affidato agli innovativi veicoli a idrogeno dell'Istituto per Innovazioni Tecnologiche Bolzano.


--
www.CorrieredelWeb.it

Grandi Franciacorta a Mangia come scrivi per accogliere Buticchi, Leoni, Maggi e l'arpista They



Il decennale della rassegna continua: cena in collaborazione con A.P.E. Onlus Associazione Progetto Endometriosi - Parma 

Mangia come scrivi - Rassegna gastro-letteraria-artistica - Decimo anno
Invito a cena con Marco Buticchi
Invito a cena con Giulio Leoni
Invito a cena con Andrea Maggi
Invito a cena con Carla They

A Mangia come scrivi si brinda con Buticchi, Leoni, Maggi, They e... con il Franciacorta 

Venerdì 8 aprile l'imperdibile serata "La macchina del tempo" all'Antica Tenuta Santa Teresa di Parma
 

PARMA –  Il decennale di Mangia come scrivi (rassegna nata in provincia di Parma nel 2006) continua a riservare sorprese. Tre grandi Franciacorta e tre grandi autori, più il vino dolce per eccellenza abbinato alla soavi note di un'arpista di fama internazionale, sono gli ingredienti dell'attesa cena "La macchina del tempo" in programma venerdì 8 aprile, alle 21, all'Antica Tenuta Santa Teresa di Parma. I protagonisti? Il maestro dell'avventura Marco Buticchi, il maestro del thriller storico Giulio Leoni, il nome emergente del romanzo storico Andrea Maggi e l'arpista Carla They.

I LIBRI E LA MUSICA
Buticchi si presenterà con "Il segno dell'aquila" (Longanesi), nel quale si destreggia, questa volta, tra i fasti delle antiche civiltà e le colpe di un Occidente moderno inspiegabilmente sordo alle terribili provocazioni dell'Isis. Leoni è in libreria con "L'occhio di Dio" (Nord), romanzo nel quale mette le sorti dello scontro fra Cristianità e Islam nella mani di un solo uomo: Galileo Galilei. Maggi con "Il sigillo di Polidoro" (Garzanti) porta i lettori nella città guerriera di Sparta con "una scrittura intensa e affascinante", riprendendo il personaggio di Apollofane e le sue indagini, dopo il debutto con "Morte all'Acropoli" del 2014. Come dal primo giorno a Mangia come scrivi, sono annunciati brevi interventi dei protagonisti tra una portata e l'altra, con la conduzione del direttore artistico Gianluigi Negri, per offrire al pubblico "assaggi" di libri e rendere la cultura appetibile per tutti. Senza dimenticare la presenza di una musicista di chiara fama come Carla They (www.carlathey.it) che, con la sua arpa celtica, "guiderà" i commensali in questo straordinario tuffo nella Storia.

Lo chef della Tenuta, Paolo Dall'Asta, per omaggiare i protagonisti proporrà quattro piatti (dall'antipasto al dolce) per riscoprire, con gusto e sensibilità, preziosi sapori "antichi". La parte del leone, tra le libagioni, la faranno i grandi Franciacorta Montedelma (www.montedelma.it), selezionati da "Il Bere Alto" di Claudio Ricci: Satèn, Rosé e Pas Dosé. Per informazioni sul ricco menu e prenotazioni: 0521 462578. La cena ha anche un risvolto benefico: si svolge in collaborazione con A.P.E. Onlus Associazione Progetto Endometriosi - Parma, alla quale verrà devoluto un euro per ogni partecipante.

I SUCCESSIVI MANGIA COME SCRIVI
Giovedì 14 aprile la rassegna proporrà, nella sua stagione lombarda, l'appuntamento "La nostra Cuba" al Ristorante ll Garibaldi Cantù, con gli scrittori Davide Barilli, Gordiano Lupi e il cantautore El Rubio Loco. Venerdì 6 maggio invece, a Parma, si celebrerà il 120° Mangia come scrivi: già fervono i preparativi per la grande festa "E venerdì Gnocchi!" (evento Fuorisalone di Cibus) che avrà come protagonisti Gene Gnocchi, Daniele Cobianchi, Antonio Tacete e, come guest star, il cantautore parmigiano Antonio Benassi. 
Pregusta i tre Franciacorta e il menu della serata
Carla They
--
www.CorrieredelWeb.it

martedì 29 marzo 2016

Premio Innovazione SMAU 2016: HiRef vince grazie alla soluzione di beanTech

HiRef vince il Premio Innovazione SMAU2016 grazie alla soluzione di beanTech

La "workstation" diventa virtuale per ridurre i costi e aumentare le performance aziendali


Virtualizzare premia. HiRef di Tribano (PD) si è aggiudicata il Premio Innovazione Smau 2016 grazie alle soluzioni di virtualizzazione delle workstation grafiche sviluppate da beanTech, azienda friulana che opera nel settore IT.

Si tratta di un riconoscimento importante, promosso da Smau e celebrato assieme alle autorità locali, che ogni anno individua e premia i migliori esempi d'innovazione informatica e digitale nelle imprese e nella pubblica amministrazione.

HiRef, produttore di scambiatori di calore e impianti di refrigerazione, ha rivoluzionato il proprio ufficio di progettazione 3D sostituendo tutte le postazioni grafiche con la soluzione virtualizzata proposta da beanTechcentralizzando la potenza grafica e di calcolo sul server eriducendo i costi legati all'obsolescenza dell'hardware

Il nuovo modello di business del futuro è quello che permette di lavorare anche da remoto, da qualsiasi dispositivo, collegandosi via wifi al server aziendale dove la gestione è centralizzata ed il controllo è garantito.

"Il software Cad 3D è il cuore del reparto di progettazione diHiRef – spiega David Crivellari, IT manager di HiRef la potenza richiesta dai programmi aumenta ogni anno e spesso supera la capacità di calcolo dei singoli computer.Invece di sostituire le singole macchine, abbiamo scelto la strada più innovativa, quella di virtualizzare".

Risultato: un unico timone per manovrare tutte le postazioni di lavoro in un click, meno costi di gestionemeno consumidi energia, aumento delle performance con la garanzia del backup centralizzato, sicurezza dei dati, continuità operativa e massima affidabilità di sistema, drastico abbassamento dei tempi e dei costi di manutenzione. 

Gli aggiornamenti software non rubano più tempo al lavoro: si installano a livello centrale e durante la notte sono distribuiti a tutte le postazioni in modo automatico.

"Il nostro obiettivo in beanTech è migliorare il business dei clienti, aumentarne la redditività e le loro occasioni di crescita – spiega il presidente di beanTech Fabiano Benedetti la virtualizzazione va proprio in tale direzione perché semplifica al massimo la gestione, garantisce flessibilità e soprattutto risultati immediati". 

Obiettivi a lungo termine? Con circa 200 dipendenti e un fatturato di circa 30 milioni di euro, il futuro di Hiref potrebbe essere quello di applicare il modello della virtualizzazione ad ogni reparto aziendale. www.beantech.it


--
www.CorrieredelWeb.it

1-3 aprile: a Book Pride anche Pagine d'Arte, la casa editrice che unisce parole e figure

PAGINE D'ARTE A BOOK PRIDE
Milano, 1-3 aprile
stand E3
  
Pagine d'Arte, raffinata ed indipendente casa editrice che dal 1982 propone titoli originali unendo parole e figure, sarà presente a Bookpride (Milano, 1-3 aprile) e al Salone del Libro (Torino, 12-16 maggio) per presentare alcuni dei suoi titoli storici e le ultime novità in catalogo.

Pagine d'Arte, che ha sede a Tesserete/Lugano, in Canton Ticino (Svizzera) si caratterizza per le scelte editoriali libere da ogni condizionamento, inedite e mai scontate, basate sull'idea di studiare le corrispondenze tra testo e immagine e sviluppandole intorno ad alcuni temi come parole e figure, arte e natura, l'identità linguistica e culturale, la bellezza che salverà il mondo…

"L'occhio e la fiaba della pittura di Emilio Tadini ci hanno accompagnato fin dall'inizio – commenta Matteo Bianchi, fondatore di Pagine d'Arte -: Emilio infatti ci ha suggerito la copertina del catalogo che di fatto è un vero e proprio libretto. La vicenda editoriale è continuata guidata dal buon senso di Raffaele La Capria e dalla "mano che pensa" di Valerio Adami, attraverso gli "atelier" della scrittura nomade di Paul Nizon, in ascolto di "cartavoce" di Ruggero Savinio, del "disegno e la voce" di Yves Bonnefoy. E ancora, fra i libri speciali di Pagine d'Arte, si legge l'invito a riflettere sul tema dell'identità attraverso gli scritti sul federalismo culturale di Denis de Rougemont e sul senso della traduzione di Silvia Baron Supervielle; per chiudere in bellezza conviene gustare l'antico "sapore del mondo" del poeta-pittore Shitao proposto da François Cheng".


Le novità
Ecco le novità 2016 che Pagine d'Arte presenterà ai prossimi eventi dedicati all'editoria; i titoli saranno disponibili a partire dalla primavera e sono illustrati nel libretto&catalogo.

Per la nuova collana "parole&figure", che unisce pagine di importanti autori con incisioni di grandi artisti, per un invito alla lettura e al piacere dello sguardo oscillante fra immagine e testo, verranno proposte due opere che, per impostazione e contenuti, si prestano per una lettura abbinata: "L'Apocalisse secondo Dürer" di Alberto Manguel e "La mente nera di Piranesi" di Marguerite Yourcenar.

Alberto Manguel, riconosciuto autore di una mitica Storia della lettura e del recente saggio sulla Curiosità – editi in Italia da Feltrinelli – pone il libro al centro dei suoi interessi: il libro che illumina la conoscenza contro il buio dell'ignoranza. I sedici brevi testi sull'Apocalisse secondo Dürer ne sono una riconferma. Il volume, accanto alla scrittura di Alberto Manguel, offre al lettore la possibilità di ammirare le riproduzioni delle 16 incisioni dell'Apocalisse di Dürer.
Sempre di Manguel la casa editrice proporrà una raccolta di brevi scritti letterari intitolata "Sig. Bovary & altri personaggi".

Accanto a "L'Apocalisse secondo Dürer", Pagine d'Arte propone la ristampa dello scritto di Marguerite Yourcenar su "L'Invenzione delle Carceri" di Piranesi e sul nero splendore della loro tenebrosa architettura, che ha suscitato l'interesse di molti autori fra i quali Charles Nodier e Théophile Gautier che invita al confronto con l'universo di Victor Hugo.
Il volume, accanto al testo della Yourcenar, propone le 16 incisioni delle Carceri di Piranesi.


Una scelta di buoni libri sempre attuali
Oltre alle novità 2016 Pagine d'Arte porterà alle fiere alcuni dei suoi migliori e più apprezzati titoli, come i due romanzi grafici di Frans Masereel, "Storia senza parole" (con testo di Hermann Hesse) e "La passione di un uomo" (con presentazione di Goffredo Fofi); la breve novella "La collezione invisibile" di Stefan Zweig, un omaggio allo spirito del collezionista nel paradosso di un collezionista cieco; due titoli di Raffaele La Capria, "Capri e non più Capri" e "La nostalgia della bellezza" stimolano l'attiva difesa di natura e arte nel segno di una forma combattente di nostalgia mai ripiegata.

Pagine d'Arte
La casa editrice Pagine d'Arte è stata fondata nel 1982 da Matteo Bianchi, che per vent'anni è stato direttore del Museo Villa dei Cedri di Bellinzona, dove ha realizzato una serie di esposizioni e cataloghi legati alla cultura figurativa fra Otto e Novecento (Albert Anker, Félix Vallotton, Camille Claudel…) e a quella moderna e contemporanea (Jean Fautrier, Oskar Kokoschka, Sonia Delaunay…).
Matteo Bianchi conduce l'attività editoriale a Tesserete/Lugano (Svizzera) nella casa museo del pittore svizzero-lombardo Luigi Rossi (1853-1923) insieme a Carolina Leite, con la quale ha inaugurato a Parigi il catalogo francese di Pagine d'Arte.
Le pubblicazioni di Pagine d'Arte sono dei veri e propri gioielli dell'editoria: la casa editrice dà un particolare rilievo alle scelte grafiche, di carattere e legate alla produzione di suoi libri che sono al tempo stesso curati e accessibili.


--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 25 marzo 2016

ECOMONDO E KEY ENERGY SEMPRE PIU’ UNITE PER RISPONDERE ALLA SFIDA ‘GREEN’ CHE INTERPELLA IL MONDO INDUSTRIALE


Dall'8 all'11 novembre prossimi la piattaforma espositiva di Rimini Fiera aumenterà la capacità dei propri brand di coprire tutte le direttrici indicate dalla normativa europea in tema ambientale (acqua, energia, rifiuti, ecc.) in un'ottica business.

Seguendo due driver: economia circolare e climate change. Arrivano le nuove sezioni Monitoring & Control e Material Handling, Lifting Solutions & Logistics


Rimini, 25 marzo 2016 – Una grande piattaforma con due direttrici principali e un unico obiettivo: guidare le aziende italiane verso la rivoluzione "green". ECOMONDO e KEY ENERGY (a Rimini Fiera dall'8 all'11 novembre prossimi) taglieranno il nastro delle venti edizioni, sviluppando la propria offerta espositiva all'insegna di due capisaldi: climate change ed economia circolare.

Per rafforzare un'identità comune sempre più spiccata, quest'anno le due manifestazioni avranno anche una immagine unica e coordinata, curata da HOOP Communication.
Si ispira infatti alla 'green circular economy' il nuovo pay off di Ecomondo, che richiama la mission dei saloni e delle imprese ad essi partecipanti: un sistema che promuove il paradigma economico connesso alla rigenerazione, in sostituzione del concetto di fine vita, tramite l'utilizzo di energie rinnovabili. In questo modo si tende all'eliminazione dell'uso di sostanze tossiche nocive, quindi dei rifiuti, a loro volta possibile risorsa.

La macchina organizzativa della kermesse riminese riparte dunque dal grande successo ottenuto nel 2015, quando furono ben 103.514 (+1,68% sul 2014) i visitatori professionali. Numero che contiene l'innalzamento pianificato della componente straniera, con quasi 11.000 operatori e 500 buyer provenienti da tutto il mondo. Da segnalare la foltissima rappresentanza da Iran e Cina, organizzata insieme al Ministero dell'Ambiente.

Una macchina che continua a produrre novità: in questa edizione spiccheranno le nuove sezioni Material Handling, Lifting Solutions & Logistics e Monitoring & Control ed un percorso di esperienze diffuse sull'economia circolare; inoltre, focus sull'efficienza energetica in termini industriali con White Evolution e soluzioni applicative urbane all'interno dell'area Città Sostenibile, che diverrà una sorta di hub dove saranno tangibili i percorsi avviati sotto i vari profili dell'efficienza, da quella energetica a quella in edilizia.

La prima sarà dedicata alle macchine e attrezzature per la movimentazione, il sollevamento di materiali, rifiuti organici e inorganici, merci e persone (ricordiamo che già dall´edizione 2015 il comparto dedicato alla movimentazione e al sollevamento dei rifiuti è stato unificato al settore dedicato al riciclaggio nel mondo delle costruzioni, dando così vita ad Inertech, un unico progetto verticale che comprende l´intera filiera industriale: dalle attrezzature per la movimentazione dei rifiuti alla componentistica e al riciclaggio dei materiali da C&D, stradali e loro reimpiego).

La seconda area espositiva riguarderà invece il monitoraggio degli inquinanti nelle matrici "Aria e Acqua". Il progetto è nato dall'esigenza di valorizzare un tassello indispensabile per tutte le attività che ruotano attorno ad ECOMONDO, con l'obiettivo di diventare l'appuntamento di riferimento per il Bacino del Mediterraneo in questo settore.

La componente internazionale sarà oltremodo valorizzata. Grazie ad una rete di agenti ulteriormente ramificata, a Rimini saranno presenti delegazioni di buyers esteri altamente profilate e qualificate. Azioni sono già in corso in Paesi chiave quali quelli di Africa, Medio Oriente, Balcani. E poi in Iran, Cina, Russia, Usa e Brasile.

Per diffondere l'evoluto know how italiano di settore, leader al mondo, saranno organizzati dei road show in Turchia, Bulgaria, Croazia, Macedonia, Slovenia, Russia, Emirati Arabi, Messico e Romania, che in questi giorni sono in corso di calendarizzazione.

La qualificata offerta convegnistica, da sempre uno degli snodi caratterizzanti l'evento riminese, punterà la prua verso una decisa promozione culturale delle materie seconde e dell'economia circolare. I Comitati Tecnico Scientifici saranno sempre guidati dal prof. Fabio Fava (ECOMONDO) e dall'ing. Gianni Silvestrini (KEY ENERGY).

Riconfermato, nelle prime due giornate di fiera, l'appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy, organizzati dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 64 associazioni di imprese green, in collaborazione con il Ministero dell'Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile presieduta da Edo Ronchi.

Arricchiranno e completeranno ECOMONDO e KEY ENERGY: KEY WIND l'evento italiano di riferimento per le aziende del settore eolico; H2R Mobility for Sustainability coi grandi marchi automobilistici e i loro modelli all´avanguardia: macchine alimentate a metano, GPL, elettriche o ibride.


COLPO D'OCCHIO ECOMONDO – KEY ENERGY 2016:
Qualifica: Fiera internazionale; Patrocinio: fra gli altri di Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero Sviluppo Economico Regione Emilia Romagna, Provincia e Comune di Rimini;  periodicità: annuale; edizione: 20a; ingresso: operatori e grande pubblico; biglietti: intero 20 euro; ingresso gratuito bambini 0-12 anni; ingresso ridotto 8 Euro; ingresso universitari (con presentazione libretto) 3 Euro; orari: 9-18, ultimo giorno 9-17; direttore business unit: Simone Castelli; project manager Ecomondo: Alessandra Astolfi; project manager Key Energy: Marco Cecchini; info visitatori: tel. 0541.744111; mail: ecomondo@riminifiera.it – keyenergy@riminifiera.it; website: www.ecomondo.com – www.keyenergy.it; facebook: www.facebook.com/EcomondoRimini; twitter: http://twitter.com/Ecomondo; hashtag ufficiale: #ecomondo


--
www.CorrieredelWeb.it

Da fabbrica dismessa a spazio al servizio del territorio, l'ex Fischer rinasce con il concorso Flomart Garden Show

Il bando promosso da PadovaFiere - in collaborazione con Uniscape e con il sostegno della multinazionale tedesca in qualità di main sponsor - invita i progettisti a "disegnare" il futuro dell'area, con l'obiettivo di proporre un nuovo modello di valorizzazione delle aree industriali marginali.

"Ridisegnare" un'area industriale dismessa di 8mila metriquadri, nel cuore del parco Regionale dei Colli Euganei. 

Questa la sfida cui sono chiamati i progettisti che parteciperanno alla prima sezione del concorso internazionale di architettura del Paesaggio Flormart Garden Show, lanciato da Flormart, il Salone internazionale del Florovivaismo e Giardinaggio in programma in Fiera a Padova dal 21 al 23 settembre 2016

L'area, a pochi passi dal centro di Lozzo Atestino, è di proprietà della Fischer Italia: dopo l'accorpamento con la sede di Padova, nel 2013, è di fatto diventata disponibile. 

Dal dialogo fra PadovaFiere, il management della multinazionale tedesca e il Comune di Lozzo è nata così l'idea di lanciare una nuova sfida: la struttura dismessa non sarà "consegnata" a un lento e inevitabile degrado, come spesso accade quando le aree industriali cessano la loro funzione originaria, ma sarà al centro di un progetto nuovo, destinato a diventare un modello di recupero e valorizzazione degli ambiti industriali marginali

Fischer ha deciso di sostenere questo percorso come main sponsordi Flormart Garden Show, che si avvale anche della prestigiosa collaborazione di Uniscape, la rete che riunisce le 52 Università europee impegnate per l'attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio.

«Se già l'anno scorso il concorso, alla prima edizione, aveva raccolto un buon successo con oltre 60 proposte presentate alcune delle quali in arrivo dall'estero, la collaborazione con Uniscape segnerà un ulteriore salto di qualità e consentirà di rafforzare la dimensione internazionale», è la riflessione di Daniele Villa, amministratore delegato di PadovaFiere spa. Dei progetti che interessano la struttura di Fischer Italia verrà valutata la capacità di integrarsi un contesto di grande valore paesaggistico - con un ricco patrimonio di storia e cultura - come quello dei Colli Euganei, ma anche la fattibilità e la capacità di auto-sostenersi economicamente, in modo da apportare reali vantaggi all'economia del territorio. 

Per non frenare la creatività e la capacità di innovazione dei progettisti, il bando non pone vincoli rigidi né indica a priori la destinazione futura dell'area, che dovrà essere suggerita proprio dai diversi progetti presentati. Al vincitore andrà un premio di 10mila euro, mentre al secondo e terzo classificato saranno assegnati rispettivamente 2mila e mille euro.

«Abbiamo aderito - spiega Tommaso Zanaica, Office Manager Uniscape - con particolare interesse al tema del concorso di questa seconda edizione, specialmente per quanto riguarda l'area industriale dismessa nel contesto del Parco dei Colli Euganei, per la quale abbiamo voluto sottolineare l'importanza di un approccio progettuale trasversale e trans-disciplinare, caratteristica che viene riconosciuta fondamentale nel campo degli studi sul paesaggio, così come indicato nella Convenzione Europea del Paesaggio (Firenze, 2000). Il paesaggio come progetto, l'individuazione di obiettivi di qualità paesaggistica, l'adesione al principio di sussidiarietà e a processi di consultazione pubblica sono elementi che verranno valutati positivamente nelle proposte che sapranno altresì mediare soluzioni architettoniche ad esigenze di conservazione e valorizzazione delle specificità territoriali, favorendo dinamiche di dialogo tra portatori di interesse, settore privato e istituzioni locali coinvolte».

«La collaborazione di Fischer con la Città di Padova e l'Università di Padova - spiega Massimo Fioraso, Direttore Marketing e Prodotto di Fischer Italia - si è concretizzata nella partecipazione alla costruzione dell'opera più sostenibile della nostra città: il Nuovo Orto Botanico. Questo ci ha permesso di avvicinarci ulteriormente ai temi green, come green sono alcuni dei prodotti che proponiamo al mercato da qualche mese. Abbiamo aderito alla proposta di supportare il progetto di questa nuova edizione per sviluppare il tema del rapporto tra architettura e natura, evidenziare l'importanza del ruolo del verde nel paesaggio, della sostenibilità, della salute e del miglioramento delle condizioni di vita nei centri urbani e supportare l'attività dei progettisti. Ci auguriamo di trovare nei progetti la fattibilità e la capacità di auto sostenersi economicamente, in modo da apportare reali vantaggi all'economia del territorio. Considerando l'opportunità di esaminare tutte le opportunità che ne verranno, in maniera aperta, senza esclusione di attori del settore privato o pubblico, anche insieme al Comune di Lozzo».

«Questa iniziativa permetterà di aprire una riflessione sul grande tema della riconversione delle aree industriali dismesse - spiega l'architetto Giorgio Strappazzon, presidente della giuria - particolarmente urgente in una Regione come il Veneto in cui ad ogni campanile corrisponde spesso una piccola zona industriale».

Accanto alla prima sezione del concorso, anche una sezione dedicata ai progetti di giardini temporanei di 48mq che verranno allestiti in Fiera in occasione di Flormart: in questo caso ai primi tre classificati andranno rispettivamente 4mila, 2mila e mille euro.

A giudicare i progetti sarà una giuria presieduta dall'architetto Giorgio Strappazzon e composta da Paolo Botton, Assessore al Verde Comune di Padova, prof. arq. Juan Palerm, Presidente Uniscape e Cattedratico di Architettura Università di Las Palmas di Gran Canaria, Giuseppe Cappochin, Presidente dell'Ordine degli Architetti di Padova, Michelangelo Savino, docente di Tecnica e Pianificazione Urbanistica presso l'Università di Padova, Daniele Villa, amministratore delegato di PadovaFiere spa, Novella  B. Cappelletti, Presidente Paysage e direttore della rivista Topscape e Lucia Bortolini, docente di Manutenzione delle aree verdi presso l'Università di Padova.

Il concorso, lanciato per la prima volta in occasione della Green Week (1-6 marzo) ha ottenuto i prestigiosi patrocini del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Regione Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova, della Camera di Commercio di Padova, di AIAPP (Associazione italiana architettura del Paesaggio) del dipartimento TESAF e ICEA dell'Università degli studi di Padova, del Consiglio nazionale architetti pianificatori paesaggisti e conservatori e della Green Week.

Iscrizioni al concorso entro il 30 aprile 2016
Maggiori info su: www.flormart.it


--

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI