Cerca nel blog

sabato 16 luglio 2016

DRONI ITALIANI IN VOLO VERSO I CIELI A STELLE E STRISCE. IL COMPARTO UNMANNED TRICOLORE ACCOLTO PER LA PRIMA VOLTA NEGLI STATI UNITI



  


In occasione di un importante evento organizzato dall'IFE e dall'Ambasciata italiana di Washington, sono stati presentati con successo anche in America i dati del primo "Osservatorio Dronitaly-Doxa" che illustrano come il settore italiano sia vitale, articolato e con un mercato ormai pronto per avere sbocchi e relazioni internazionali consolidate.
 

I droni tricolori in volo verso l'America e il mondo. Dronitaly, la fiera italiana di riferimento per il settore, è appena stata invitata dall'Institute for Education's (IFE) – importante network statunitense per promuovere scambi culturali e commerciali nella comunità internazionale – a "Digital trends: the drones are coming", meeting organizzato lunedì 11 dall'Ambasciata italiana a Washington per illustrare negli USA le potenzialità del mercato italiano dei droni. All'evento erano presenti, tra gli altri, ambasciatori di Paesi come Finlandia, Svezia, Brasile e Colombia, influencer, ricercatori e rappresentanti di importanti aziende statunitensi e dei più accreditati organi stampa e internazionali. Nell'occasione, gli organizzatori di Dronitaly hanno presentato i dati del primo "Osservatorio Dronitaly-Doxa" la cui seconda edizione è in corso di svolgimento con i nuovi risultati che saranno presentati durante il convegno di apertura di Dronitaly a ModenaFiere, il 30 settembre 2016.

L'evento americano è stato organizzato per aumentare la diffusione e la conoscenza degli usi applicativi dei droni nel mercato del lavoro e per consolidare la community internazionale. Un mercato che, proprio in America sta dando segnali importanti: in attesa dell'entrata in vigore della "Part 7" a fine agosto, il nuovo regolamento americano che renderà più facile lavorare con gli unmanned, è notizia recente che negli USA la domanda di filmati professionali realizzati dai droni ha superato per la prima volta l'offerta. Segnali incoraggianti anche per Sergio Barlocchetti, ingegnere aerospaziale ed esperto internazionale del settore, ambassador Dronitaly a Washington: "Quello organizzato dall'IFE e dall'Ambasciata italiana è stato un meeting importante, il prologo allo sviluppo di relazioni commerciali, culturali e operative più strette non solo con gli Usa ma anche con gli altri Paesi presenti all'incontro. Ho riscontrato grande curiosità e apertura nei confronti del comparto droni italiano, anche alla luce del fatto che le tematiche dei diversi Paesi sono simili, con la tecnologia e l'innovazione che stanno operando un salto di paradigma globale che attrae e incuriosisce dappertutto".

Un quadro potenzialmente favorevole anche per le aziende italiane, sottolinea Fabrizio De Fabritiis, CEO Dronitaly: "Il mercato italiano dei droni è certamente interessante per gli USA, ma in generale penso che la nostra industria nella sua totalità possa giocare un ruolo importante nel mercato mondiale per quanto riguarda progettazione, design, propulsione, batterie e software dei mezzi unmanned: l'industria dei droni corre alla stessa eccezionale rapidità in tutto il mondo e, anche se non è facile occorre accompagnarla e Dronitaly sta impiegando le sue forze anche in questa importante direzione".

Per il mercato nazionale di droni era importante cominciare a varcare i confini e l'evento di Washington ha avuto proprio questa valenza: creare un ponte tra i due Paesi e far conoscere meglio all'America e al mondo le potenzialità del comparto italiano degli unmanned, molto articolato e in fase di crescita. Dronitaly, evento di riferimento per il settore in Italia, si è fatto portavoce dell'intera filiera con lo scopo di rafforzare e promuovere nel mondo l'impiego dei droni tricolori per uso professionale.

Dronitaly, "The Pro&Fun Drone Show" – ModenaFiere 30 settembre - 1° ottobre 2016 – quest'anno si presenta raddoppiato. Accanto all'AREA PRO, con le aziende italiane ed estere protagoniste del settore e un programma convegnistico d'eccellenza per tutte le applicazioni professionali dei droni, la manifestazione presenta per la prima volta l'AREA FUN rivolta a aeromodellisti, hobbisti, sviluppatori, maker, ragazzi e appassionati. La novità si articola in un'area espositiva dove sarà possibile acquistare mezzi, componenti e accessori e in numerosi eventi/iniziative speciali. La FUCINA ospiterà il "D CHALLENGE", contest di progettazione di droni rivolto agli studenti della scuola secondaria, e i progetti di realizzazione e impiego di mezzi unmanned sviluppati da alcune Università italiane. Nell'ARENA si terrà invece un elettrizzante FPV Racing Show nel più grande circuito di volo indoor mai realizzato in Italia. Il VIVAIO, infine, sarà l'area per le attività ludico-didattiche con i droni a disposizione dei più piccoli.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI