Cerca nel blog

giovedì 25 febbraio 2016

Italiani popolo pet friendly, nelle nostre case 60 milioni di animali: nel 2015 un giro di affari di 1848 milioni di euro

Il mercato del mondo Pet: nel 2015 un giro di affari di 1848 milioni di euro 
QuattroZampeinFiera a Padova, 16 e 17 aprile; Milano, 11 e 12 giugno e Napoli, 24 e 25 settembre.

Il più importante evento dedicato agli amanti di cani e gatti. Due giorni di divertimento, apprendimento e tanto shopping.


Gli italiani amano gli animali e, nonostante la crisi che ha colpito famiglie e consumi, il mercato per l'alimentazione e la cura degli amici pelosi tiene.

Nelle famiglie, infatti, sono presenti circa 60 milioni di animali. Sono circa 14 milioni tra cani e gatti. La loro presenza risulta più o meno invariata negli ultimi anni, si registra invece una lieve diminuzione nel numero di uccelli (13 milioni) e pesci ospitati (30 milioni) specie che comunque appaiono ancora tra le più diffuse.

Nonostante il numero di gatti sia maggiore con il 51,8% rispetto al 48,2% dei cani, le famiglie che ospitano un cane (21,5%) sono di più rispetto a quelle che abitano con un felino (19,1%): una motivazione a questi dati che possono sembrare contrastanti è la tendenza a condividere lo spazio domestico con più gatti contemporaneamente.

Il mercato Pet
Il mercato dei prodotti per l'alimentazione e la cura degli animali da compagnia in Italia continua a presentare dinamiche positive. In Italia nel 2015, il mercato dei prodotti per l'alimentazione degli animali da compagnia ha chiuso con un giro d'affari di 1848 milioni di euro.  Il principale segmento, quello costituito dagli alimenti per cani e gatti, vale 1.830 milioni di euro e quello degli altri animali 18 milioni di euro.

Esistono quattro tipologie di acquirenti: quello "attento alla qualità", che solitamente frequenta i negozi specializzati, quello "sperimentatore", a cui piace variare gusti e tipologie di alimenti, poi c'è l'"abitudinario" che al contrario è legato all'alimento che usa da sempre e quello  "attento al prezzo" che acquista i prodotti e presta molta attenzione alle offerte.

Il segmento con le performance più̀ elevate è rappresentato dagli accessori (prodotti per l'igiene, giochi, trasportini, guinzagli, cucce, ciotole, gabbie, voliere, acquari, tartarughiere e utensileria varia) che chiudono il 2015 con un +3,9% rispetto al 2014. 

La crescita è trainata in particolare dai prodotti antiparassitari, ciò̀ ad evidenza del continuo interesse da parte dei proprietari per la salute e il benessere dei propri animali da compagnia.

Se un padrone è fashion addicted lo diventerà facilmente anche il suo amico peloso: il 34,7% degli italiani spende fino a 70 euro l'anno per guinzagli all'ultimo grido, collari scintillanti, cappottini di pelliccia e strass e ossa personalizzate col nome rosa o azzurro.

Il trend positivo della categoria è trainato anche dall'igiene (shampoo, spazzole, deodoranti, tutto ciò̀ che ha a che fare con la cura e la bellezza, ossi masticabili e per dentizione) che recupera rispetto al 2014 (+12,8% la crescita a valore, +10,7% la crescita a volume) e dagli antiparassitari che continuano a crescere a due cifre (+16,7% la crescita a valore, +17,1% la crescita a volume).

Le vendite in Italia

Oltre la metà delle vendite sono concentrate nel Nord Italia (53,2%), ed in particolare nel Nord Ovest, che da solo assorbe quasi un terzo dei volumi totali (32,7%).  Il Centro insieme alla Sardegna arriva a coprire il 28,6%, cioè̀ ben più̀ del Nord Est che si ferma, invece, al 20,5% dei volumi. Il Sud resta tuttora l'area che copre i minori volumi (18,2% del totale)

Pet in internet

Le informazioni, i video e gli articoli sui cani e i gatti disponibili in rete sono molteplici. Se si digita la parola "cani" su Google, nella sezione Video appaiono più̀ di un milione di risultati; se digitiamo "gatti" i video disponibili sono invece 748.000; i termini in inglese "dog" e "cat" portano rispettivamente a 116 milioni e a 96,5 milioni di link.

Se si cerca "cani" nella sezione Notizie, i risultati sono 522mila, le news che riguardano i gatti sono invece 225 mila.

Se su Google Italia si digitano le seguenti parole, "forum animali", il principale motore di ricerca segnala circa 13 milioni di risultati. I pet sono infine indiscussi protagonisti dei Social Network. Le condivisioni di immagini tenere o buffe che ritraggono cani o gatti garantiscono alto engagement su tutti i fronti: like, commenti e condivisioni di foto dimostrano quanto i pet siano "aggreganti".


Pet therapy

Gli italiani credono nella Pet therapy. Dalla relazione con gli animali, l'uomo ottiene numerosi benefici. Questo accade in generale in un rapporto tra pet e proprietario ma è evidente anche quando l'animale interagisce al di fuori del contesto familiare, con persone speciali quali ad esempio anziani, bambini, disabili o malati.

Se convivere con un pet è fonte di benessere, tanto per la famiglia che lo ospita quanto per la società̀ in generale, tale benessere può̀ essere ricreato anche in altre circostanze, in particolare durante specifici processi terapeuticoriabilitativi che coinvolgono malati, disagiati, bambini, anziani, attraverso le sessioni di Pet therapy che da diversi anni, ormai, affianca la medicina tradizionale.

I pet sono capaci di stabilire legami con i soggetti coinvolti e di interagire con essi contribuendo ad accrescere la loro sensazione di benessere in vari modi. Tra i benefici riconosciuti durante gli Interventi Assisiti con animali, si registrano in particolare: riduzione dell'ansia nei pazienti durante le sedute, riduzione della pressione sanguigna, della glicemia e del battito cardiaco.

Gli animali da compagnia sono ritenuti presenze importanti, in grado di favorire il benessere del proprietario e dei familiari ed di attivare una serie di situazioni, processi, sentimenti positivi.

Si confermano come sostanziali quindi i temi ormai consolidati per cui i pet apportano «valore al vivere quotidiano». In generale sono fulcri essenziali di uno stile di vita sano e piacevole per tutti; regalano momenti di serenità̀ e gioia, oggi preziosi più che mai in contesti difficili, caratterizzati spesso da ansia e preoccupazione verso il futuro; stimolano in modo significativo l'attività̀ fisica, il movimento, il dinamismo; hanno effetti positivi sulla salute psicologica e fisica, favoriscono la socialità̀, possono essere un prezioso aiuto psicologico nei momenti più̀ difficili.

E' su questi dati che aprirà i battenti QuattroZampeinFiera, il primo event consumer dedicato a cani, a gatti e ai loro padroni.
Saranno tre le città che ospiteranno la grande rassegna dedicata agli amici pelosi: Padova il 16 e 17 aprile, Milano l'11 e 12 giugno e Napoli il 24 e 25 settembre.

Quattrozampeinfiera, in due giorni offrirà alle aziende che si occupano del meraviglioso mondo animale, di entrare direttamente in contatto con il consumatore finale per presentare i propri marchi e vendere i prodotti.
Un weekend per divertirsi insieme, padrone e amico fidato, giocare in acqua, correre all'aperto o fare shopping. Un modo nuovo per migliorare il rapporto col vostro cane o gatto.

E per chi ancora è in cerca di un cane o un gatto da inserire nel proprio nucleo familiare, in esposizione le razze riconosciute a livello internazionale per capire quale sia la più in sintonia col proprio stile di vita.

I padroni potranno cimentarsi gratuitamente con i loro cani nelle varie attività sportive e non: DiscDog, AquaDog, CaniCross, DogScootering, DogDance, DogAgility, Retrieving, Junior Handling, RallyObedience, SheepDog e tanto altro ancora.
Insomma Quattrozampeinfiera è un evento unico nel suo genere, organizzato dalla società Tema Fiere, studiato su misura per cani e gatti. L'unica manifestazione alla quale partecipare col proprio "amico peloso".

L'ingresso alla fiera è a pagamento. Prevendita on line € 6, scaricando il Buono Sconto dal sito Internet www.quattrozampeinfiera.it  € 7.
Prezzo intero € 10. Ingresso gratuito per i bambini 0-10 anni, cani e gatti.
Orari – Sabato e Domenica 10-19.

Per informazioni è possibile mandare una email info@quattrozampeinfiera.it
telefonare al numero 0362 334242

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI