Cerca nel blog

mercoledì 27 gennaio 2016

Innovazione e tecnologia per l'industria del mobile a IDEA Fiera 2016

Salone di Macchine, Nuove tecnologie, Componenti e Materiali per l'Industria del Mobile
Fiera di Bergamo, 12 – 15 aprile 2016

Koch Technology, IKEA, SCM Group, Igus.
Sono solo alcuni dei grandi nomi che parteciperanno alla prima edizione del salone internazionale in programma a Bergamo. Ma la capacità di eccellere e fare innovazione non sta solo nei marchi numero uno: ecco perché IDEA punterà i riflettori anche su aziende piccole ma dalle sorprendenti qualità, che potranno finalmente risaltare al pari di quelle dei grandi player.

Cresce il consenso degli addetti ai lavori attorno a IDEA, l'appuntamento internazionale dedicato all'industria del mobile destinato, per le sue caratteristiche di novità, a risaltare nel calendario di eventi rivolti a questo settore.

IDEA (Innovation Design Expo Area) si terrà dal 12 al 15 aprile 2016 a Bergamo Fiera, negli stessi giorni del Salone del Mobile e della Milano Design Week: una simultaneità di date che si tradurrà, per gli oltre 300.000 visitatori già sul posto, nell'opportunità di posare gli sguardi anche sulle ultimissime soluzioni legate a macchine per la lavorazione del legno e mondo dei componenti per il mobile.

Attratti da questa formula, un vantaggio competitivo di forte richiamo, importanti player dell'industria del mobile hanno dato il loro consenso alla partecipazione al salone, aderendo a vario titolo (come espositore, relatore ai convegni, partner strategico o altro) al progetto IDEA Fiera.

Una prima edizione, quella di aprile 2016, che articolerà tutti i suoi contenuti su una coppia di key words fondamentali per il futuro del settore, quali eccellenza e innovazione.

Due driver fondamentali che, dal 1952, accompagnano anche le strategie del Gruppo SCM (specialista a livello mondiale di progettazione, produzione e distribuzione di macchine utensili, componenti industriali e fonderie) presente a IDEA 2016. Nel suo stand sarà possibile ammirare, non solo il meglio delle unità tecnologiche di un gruppo leader, ma anche (come da regolamento di IDEA) almeno una nuova soluzione tecnologica dalle caratteristiche inedite.

E' quanto prescrive la innovation rule di IDEA 2016,che incentiva i partecipanti a esporre almeno una soluzione tecnologica innovativa. Questa avrà via libera alla esposizione solo dopo l'ok tecnico di un comitato scientifico, formato da personalità di spicco del mondo dell'industria, del design e dell'università.

Fra le aziende che si ritroveranno a IDEA, e che contribuiranno a dare ancora più risonanza alla manifestazione, troviamo la tedesca Koch Technology; che da oltre 50 anni concentra la propria ricerca industriale nella progettazione e realizzazione di macchine speciali per la produzione di mobili e i suoi componenti; IKEA, con una serie di convegni (e question time) che condurranno alla scoperta delle strategie di chi già oggi disegna il futuro del mobile e Igus, specialista internazionale nelle soluzioni per la realizzazione di mobili e complementi d'arredo di alta qualità.

Ma nella vision di IDEA non tutta l'innovazione è appannaggio dei grandi nomi.

"Ci sono aziende piccole e medie –chiosa l'ideatore di IDEA Romano Ugolini- che hanno una grande capacità di fare innovazione. Il problema rimane però comunicare questa caratteristica competitiva. La nostra fiera nasce anche con questo intento, ovvero di segnalare al mercato l'esistenza di nuove e dinamiche idee che non hanno
"alcuna ragione di rimanere sommerse".

Idee che IDEA intende intercettare e anticipare anche nei convegni organizzati a latere, e dove si darà massimo risalto a tecnologie come l'Industry 4.0, la robotica, la stampa digitale, la tecnologia laser, i nuovi sistemi di assemblaggio senza l'utilizzo di alcun attrezzo, i processi di lavorazione che non utilizzano colle e molto altro.

Info. Maggiori approfondimenti sul sito web di IDEA: www.ideafiera.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI