Cerca nel blog

sabato 30 maggio 2015

Open Design Italia: i vincitori del 2015. Trento Fiere, 29-31 maggio


29/31 Maggio, Trento FiereOPEN DESIGN ITALIA



Mostra-mercato dell'auto produzione con 72 designer selezionati, per lo più emergenti, provenienti da 33 paesi. La manifestazione, a ingresso gratuito, si è svolta negli spazi di Trento Fiere, edificio centrale connesso al museo MUSE.

Quattro premi e due menzioni speciali, sono stati assegnati da una giuria internazionale, che ha passato in rassegna ciascuno dei 72 espositori alla ricerca di: originalità nel progetto, funzionalità, risoluzione della filiera produttiva e legame con il territorio manifatturiero.

I quattro premi principali sono stati assegnati a: Atelier di Cucina  (premio 'Open Design Italia' accesso ai canali di promozione di Open Design Italia, nazionali e internazionali, nonché un pacchetto di servizi di consulenza gratuita), Nullame (Premio Speciale DE.MO. 2014 sostegno al nuovo design per art shop e bookshop e alla mobilità internazionale dei giovani artisti italiani), Tarta Design  (premio 'Prezi', con la creazione di una presentazione personalizzata per promuovere i propri prodotti e la propria attività) e Studio Lasinger  (premio 'Living' con una pubblicazione del progetto vincitore sulla prestigiosa rivista stampata e sul portale web e un abbonamento annuale alla rivista digitale). La menzione speciale 'chilometro zero' è stata assegnata a Christian Mittendorfer con il progetto 'Binò' e quella 'messaggio poetico' a Edizioni Precarie.

Inoltre, tutti i designer presenti hanno avuto accesso due nuovissimi premi: Design at Museum – Il design si fa bello nella speciale cornice del Museo: un premio ai migliori 10 progetti, selezionati da un gruppo di esperti, che consentirà loro di essere fotografati all'interno di inediti contesti museali come il MUSE.

I vincitori sono: Rootless con 'The wooden bike', Tarta Design con 'Tarta Original', Little Italo con 'Dune', Massimiliano Alberto Ravidà con 'Top', Sudisegno con 'Dodelamp', 3Sign con 'Pinocchio', Antonietta Casini con 'Cosà&Così', Ilana Efrati con 'Fossili mediterranei', Wav Clothing e Studio Lasinger con i gioielli. Premiato anche – per la Sezione Speciale - Mauro Borella con 'Ailovo'.
Premio dell'Accademia d'Ungheria: i 10 vincitori avranno la possibilità di esporre i propri progetti all'interno dell'Accademia d'Ungheria a fine novembre 2015. Un premio istituzionale dal sapore internazionale.I premi sono stati assegnati a Rootless con 'The wooden bike', Defacts+Henry&Co con il 'Salvamacchia Eatshoot', Atelier di Cucina con 'Pila', Aude con 'Woo', Little Italo con 'Dune', Mangodesign con 'Sfacciato', Victoria Thiteux con 'Lampkappa', Benini e Salvaterra con 'Terotoi', Takirai Design con 'Anelli Vuoto' e Studio Lasinger con 'Wood Weavings Wovet'.

giovedì 28 maggio 2015

ArtVerona 2015: prime anticipazioni sull'undicesima edizione



ArtVerona 2015 Art Project Fair
11a edizione 16/19 Ottobre 2015

Prime anticipazioni sull'undicesima edizione di ArtVerona|Art Project Fair, che si terrà dal 16 al 19 Ottobre 2015, nei padiglioni 11 e 12 di Veronafiere.

ArtVerona - in fiera
Nel perseguire il processo di affinamento avviato con il passaggio a Veronafiere, che ha visto chiudere la decima edizione con un bilancio positivo da parte di pubblico e operatori, ArtVerona, rinnovata la collaborazione con ANGAMC, si impegna per una sempre maggiore selezione delle gallerie e delle proposte in fiera e in città.
 
Conferma il Fondo Acquisizioni di 100.000 euro sostenuto da Fondazione Domus per l'arte moderna e contemporanea, main partner della manifestazione, volto a sostenere l'arte emergente e ad arricchire le Collezioni cittadine. Non solo, amplia il raggio d'azione e annuncia l'avvio di un nuovo fondo, questa volta privato, nato per iniziativa di alcuni collezionisti componenti del Comitato d'Indirizzo della fiera che, insieme ad altri colleghi, si attiveranno per supportare, con un impegno pluriennale, l'arte italiana in linea con l'indirizzo indicato da Andrea Bruciati, direttore artistico di ArtVerona anche per questa edizione. 
 
Diverse sono infatti le iniziative in fiera che andranno a sostenere il sistema dell'arte italiano nei suoi molteplici aspetti: da atupertu, il nuovo format che vedrà nei giorni di manifestazione un programma serrato di incontri vis à vis tra i visitatori e alcuni artisti italiani invitati dai galleristi negli stand, ad ArtVeronaTalk che, su invito di Adriana Polveroni, ospiterà diversi professionisti italiani del mondo dell'arte, che stanno vivendo all'estero un'esperienza significativa di lavoro; da FOCUS XX, che, dopo Enrico Castellani, anche quest'anno volgerà l'attenzione su un Maestro del nostro Novecento, ad i6, con la presenza delle più interessanti realtà indipendenti no profit italiane impegnate nella ricerca e sperimentazione del contemporaneo. Si rinnova inoltre  ARTES,  un progetto di disegno su carta e partecipazione a cura di Eva Comuzzi,  Some Velvet Drawings.
 
Cresce il ruolo e la partecipazione di ArtVerona rispetto all'offerta culturale scaligera, che in occasione della manifestazione vede le istituzioni e gli spazi museali aprire le porte ad una piattaforma condivisa che trova nella figura visionaria di Emilio Salgari (1862 – 1911) la sua fonte di ispirazione per una rilettura della contemporaneità. Da quest'anno infatti parte l'importante collaborazione con la Fondazione Arena di Verona, che in occasione della fiera ospiterà diverse esposizioni ad AMO – Arena Museo Opera, tra cui La regina dei Caraibi con opere dalla Collezione Milesi per PhotoArtVerona. Un progetto dal taglio volutamente salgariano, come del resto tutti i collateral di questa edizione, che vedranno al Museo di Castelvecchio la mostra Le meraviglie del 2000 con opere dalla Collezione Stellatelli; alla Protomoteca della Biblioteca Civica, sede dell'Archivio Regionale di Videoarte, La giraffa bianca per VideoArtVerona e al Museo Lapidario Maffeiano Il tesoro misterioso con un progetto site specific di cui a breve sveleremo i dettagli. Un'azione capillare sul territorio, resa possibile grazie alla sempre più sinergica partnership con il Comune di Verona e le istituzioni cittadine, che anche nel 2015 vedranno coinvolte la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le Province di Verona, Rovigo e Vicenza, l'Università degli Studi di Verona e l'Accademia di Belle Arti.
 
Il supporto di Veronafiere nello sviluppo dell'incoming, nel rafforzamento del VIP Programme e in un piano di comunicazione ancora più strutturato sono gli altri fronti su cui si sta investendo.

Sponsor

Per maggiori informazioni:
tel.: 045 8298204
fax: 045 8297204
email:
staff@artverona.it
www.artverona.it
Organized by Veronafiere
AV FB AV Tw AV G+
AV Pin AV Ins AV YT


www.CorrieredelWeb.it

Terre di mezzo a Milano Fair City: da oggi al 31 maggio alla Fabbrica del vapore



Milano Fair City

180 espositori da 30 Paesi e quattro continenti: da oggi fino a domenica 31 si svolge a Milano la World Fair Trade Week, la fiera del commercio equo e solidale.
Dall'abito allo zenzero, dall'aperitivo al caffè, un'occasione unica per incontrare le persone, i sapori e le idee di un mondo più giusto. L'ingresso per i 4 giorni di manifestazione alla Fabbrica del Vapore (via Procaccini 4) è gratuito.

Il Commercio Equo e Solidale è un modello economico che da oltre 40 anni privilegia l'attenzione ai piccoli produttori e a un'economia più giusta. Per Alessandro Franceschini, presidente di Agices-Equo Garantito "Il Commercio Equo e Solidale è molto di più dei suoi prodotti: non è più solo una testimonianza, ma la prova che fare commercio senza sfruttamento è possibile e porta reali benefici. Per questo siamo a Milano proprio nel periodo dell'Expo".

Milano Fair City accoglierà il pubblico in una vera e propria "città equa". Ci saranno anche gli artigiani dal Nepal. E una nutrita rappresentanza di contadini italiani, produttori di "domestic Fair Trade", ossia prodotti realizzati da cooperative sociali italiane che coinvolgono detenuti, disabili o persone in difficoltà oppure che lavoro sulle terre confiscate alle mafie. Saranno oltre 50 gli eventi del programma culturale.


Terre di mezzo Editore vi aspetta allo stand M31, Spazio Messina, con un offerta 3x2 su tutti i titoli in catalogo.


--

mercoledì 27 maggio 2015

Biologico. Fiera di San Benedetto, Leno 1-5 Luglio 2015


Il biologico di qualità

Da Mercoledì 1 a Domenica 5 Luglio 2015
Villa Badia, Leno (Bs)


Mangiare e vivere sano: questi i principi promossi dalla Fiera di San Benedetto, mostra mercato dei prodotti biologici ed equosolidali che si svolge a Leno, in provincia di Brescia, dall'1 al 5 Luglio 2015, all'interno del parco secolare di Villa Badia.

Curarsi di cosa mangiamo, vivere responsabilmente nei confronti della terra che ci ospita significa prendersi cura di se stessi, amarsi e rispettare di più la vita che si sta conducendo.

In fiera si potranno trovare prodotti biologici eno-gastronomici, come formaggi, pane, miele, vino e birra e altre specialità prodotte nel rispetto dell'uomo e dell'ambiente. Saranno presenti le ultime novità in fatto di salute e benessere, prodotti per la casa naturali e l'abbigliamento. I visitatori potranno anche passeggiare tra gli stand dell'artigianato artistico e creativo.

Nei giorni della Fiera sarà aperto un punto ristoro dove poter degustare i tradizionali piatti bresciani, preparati da chef professionisti che utilizzano rigorosamente materie prime biologiche.

La XIII edizione presenta un programma molto ricco, che vede l'inizio della manifestazione già mercoledì 1 Luglio: alle 18.00 si terrà la BioBike, un assaggio del territorio in bicicletta; mentre alle 21.15 si esibirà il coro di canti popolari "Le rocce roche", per celebrare l'anniversario della Grande Guerra.

Giovedì 2 Luglio, alle 18.30, Legambiente accompagnerà nella conoscenza delle erbe aromatiche per concludere con una cena a tema guidata dai nutrizionisti della Lega Italiana Lotta ai Tumori. Ad allietare la serata il "Teatro di Desiderio" con lo spettacolo satirico "Delitti diletti".

Venerdì 3 Luglio sarà ospite della manifestazione Padre Giustino Farnedi dell'Abbazia benedettina di San Pietro di Perugia, che terrà un incontro dedicato a "Alimentazione, ambiente e salute nella tradizione benedettina". Alla sera lo spettacolo di teatro-danza "Luce nel Caos" promosso da A.D.A.M.O. Onlus.  

La Fiera di San Benedetto entro nel vivo Sabato 4 Luglio, con l'apertura del mercato dei prodotti biologici. Dalle 17.00 saranno aperti gli stand, dove sarà possibile anche ricevere consulenze gratuite per migliorare il comportamento alimentare naturale o fare test dei fiori di bach. Inoltre, durante le due giornate, si potrà partecipare a presentazioni e degustazioni dei prodotti presenti nel mercato.

Nel pomeriggio del sabato sarà inoltre presentata la mostra  "Cibo per l'anima", collettiva promossa dall'Associazione Artisti Cremonesi; si proseguirà con l'incontro tenuto dal dott. Maurizio Insana sul tema: "Il cibo è energia" e con la presentazione "Vini a confronto: il prosecco del Garda vs prosecco emiliano".

Alla sera grande spettacolo con BANDAFABER, uno dei più importanti gruppi musicali bresciani, composto da oltre 40 elementi e guidati dal maestro Francesco Andreoli. Una serata dedicata alla musica d'autore italiana degli anni '60 e '70, da De Andrè, Augusto Daolio, Jannacci a Gaber.

Domenica 5 Luglio la giornata inizia alle 8.30 con le visite gratuite di prevenzione oncologica promosse dalla LILT. Alle 10.30 workshop gratuito di yoga della risata e alle 12 sarà servito il pranzo con lo spiedo di carne biologica. Nel pomeriggio sarà riaperto il mercato; alle 17.30 presentazione in anteprima dei risultati e visita guidata dello scavo archeologico condotto in Villa Badia, nel sito archeologico del monastero longobardo di San Benedetto. La fiera si concluderà con il concerto d'estate del Corpo Musicale V. Capirola di Leno.

La Fiera di San Benedetto è organizzata dalla Fondazione Dominato Leonense, in collaborazione con ProLoco Leno, Cassa Padana Bcc, e il patrocinio del Comune di Leno.



Per informazioni
Fondazione Dominato Leonense
Tel. 030-9038463 / 331-6415475
web: www.fieradisanbenedetto.it
www.fondazionedominatoleonense.it

Milano Fair City: protagonisti prodotti e produttori del Solidale Italiano e dal Sud del Mondo

ALTROMERCATO PROTAGONISTA ALLA MILANO FAIR CITY

Da domani fino a domenica 31 maggio, nell'ambito della Milano Fair City, Altromercato protagonista con i prodotti e i produttori dal mondo e dal nostro Paese.

Nello spazio espositivo e di condivisione, intorno al LAGO Community Table, si svolgeranno ogni giorno incontri, laboratori, pranzi e aperitivi musicali aperti al pubblico. 

A partire dalla World Fair Trade Week fino a ottobre, con OltrExpo, Altromercato porta in tutta Italia i temi di Expo2015:  previsti numerosi eventi nelle 160 città italiane sede delle Botteghe Altromercato.



Verona, 27 maggio 2015Altromercato – la maggiore organizzazione di Commercio Equo e Solidale in Italia – sarà presente con un proprio spazio espositivo, di condivisione e di incontro nell'ambito della Milano Fair City, prima fiera mondiale del Commercio Equo e Solidale che, da domani, giovedì 28 maggio, fino a domenica 31 maggio, si svolgerà alla Fabbrica del Vapore, in occasione della World Fair Trade Week.

Un ricco programma di eventi aperti al pubblico (stand C15 – Cattedrale) mette al centro le testimonianze dei Produttori Internazionali e del Solidale Italiano Altromercato, per far scoprire ai visitatori le loro storie, ascoltandole direttamente dalla loro voce, ma soprattutto per far comprendere quanto il modello di economia alternativa del Commercio Equo e Solidale, nel pieno rispetto delle persone e dell'ambiente, sia possibile e sostenibile, nel Sud del Mondo come in Italia.

In programma anche esperienze di condivisione e momenti conviviali, quali aperitivi con musica dal vivo e degustazioni di ricette dal mondo a confronto, show cooking organizzati dal Circolo del Cibo Altromercato, laboratori e proiezioni di film e documentari.

Cereali (cous cous, quinoa e riso), zucchero e i prodotti del Solidale Italiano Altromercato, fatti in Italia secondo i criteri del fair trade, sono i grandi filoni tematici della presenza di Altromercato alla Milano Fair City.

In particolare i prodotti simbolo dell'impegno di Altromercato sia nel Sud del pianeta sia nel nostro Paese saranno il riso Java, colorato testimone di biodiversità, coltivato con un metodo innovativo a basso impatto ambientale ed elevato impatto sociale, dai contadini indonesiani di Symaptik Farmers Group, e la pasta biologica di grano Solidale Italiano, della cooperativa Girolomoni, proveniente da una filiera che recupera un territorio rurale altrimenti a rischio di spopolamento, verso una nuova economia contadina.

Cuore dello spazio Altromercato, intorno a cui si svolgeranno tutti gli eventi in programma, il "Community Table", ideato da LAGO non come un semplice tavolo ma come strumento di socialità, condivisione e dialogo tra tutti i partecipanti. LAGO, innovativo brand del design italiano, con una visione capace di andare oltre il prodotto per proporre nuove visioni e nuovi modelli del vivere, sarà partner di Altromercato per tutto OltrExpo.

Anche visitatori e consumatori saranno protagonisti dello spazio Altromercato: i loro contributi diretti e le loro foto con i prodotti Altromercato che preferiscono, condivisi su facebook e twitter, animeranno infatti in tempo reale il social wall, realizzato grazie alla social media partnership con Seejay, per ricordare che Altromercato "nutre il pianeta da oltre 25 anni".

"Con gli eventi della World Fair Trade Week, prende il via il progetto OltrExpo di Altromercato, che durerà fino a ottobre - commenta Vittorio Rinaldi, Presidente di Altromercato -. Il nostro obiettivo infatti è partire da qui e portare i temi di Expo2015 oltre Milano, facendo conoscere il nostro modello alternativo di economia, che ha dimostrato nei fatti di poter 'nutrire' il pianeta in modo equo, e permettendoci di raccontare le nostre sfide per il futuro".

Il progetto "OltrExpo" prevede l'organizzazione di iniziative sul tema del Cibo promosse dai Soci Altromercato  e  dalle Botteghe del Mondo in tutta Italia, partendo proprio da Milano.

Il calendario degli eventi, in continuo aggiornamento, è consultabile su www.altromercato.it/oltrexpo

IL PROGRAMMA DI EVENTI ALTROMERCATO ALLA MILANO FAIR CITY

Domani, giovedì 28 maggio, dopo l'inaugurazione ufficiale della Milano Fair City, alle 18.30 nella Sala Liberty 80, è prevista la proiezione del documentario "La Rizière" di Xiaoling Zhu, racconto della Cina rurale e della coltivazione del riso, che torna protagonista sullo sfondo del boom economico.

Venerdì 29 maggio si incomincia alle 11 nello stand Altromercato con il laboratorio "Sugar Free", con la testimonianza di Ruth Saldidos di PFTC dalle Filippine (produttori di zucchero e banane) e una degustazione guidata di zuccheri dal mondo. Alle 13 show cooking sulla "Geografia biodiversa del cibo" a cura dello Chef del Circolo del Cibo.

Spazio al laboratorio "L'arte delle spezie" alle 15.30, con la partecipazione della produttrice indiana Devika Sonar di Sasha e di Valeria Calamaro di Altromercato. A seguire, dalle 18 alle 19.30, un aperitivo musicale con le improvvisazioni musicali dei PUN e le testimonianze dei produttori del Solidale Italiano – Fare agricoltura (Cooperative Pietra di Scarto, Girolomoni e I Germogli). Infine, alle 18.30 nella Sala Liberty 80, la proiezione del film "5 Broken Cameras" del palestinese Emad Burnat, che documenta la resistenza di un villaggio palestinese all'occupazione israeliana, attraverso sei diverse telecamere, cinque delle quali distrutte dagli israeliani.

Il programma prosegue, sabato 30 maggio dalle 10 alle 12, con un incontro con 12 produttori che fanno parte di 11 organizzazioni che collaborano con Altromercato, in Italia e nel Sud del Mondo. Dalle 12.30 in poi la cooperativa Chico Mendes di Milano organizza un pranzo a base di cous cous, accompagnato dalla testimonianza del produttore palestinese Shadi Mahmoud Parc.

Alle 15.30 Laboratorio di taralli pugliesi del Solidale Italiano, a cura della cooperativa Campo dei Miracoli del carcere di Trani. Aperitivo musicale, dalle 18 alle 19.30, con le improvvisazioni dei Cabeki e le testimonianze dei produttori del Solidale Italiano – Cibo made in carcere (Cooperative Divieto di sosta, L'Arcolaio e Campo dei Miracoli). Infine, alle 18.30 nella Sala Liberty 80, la proiezione del documentario "The Price of Sugar – Il prezzo dello zucchero" di Bill Haney, che, attraverso la voce narrante di Paul Newman, racconta la battaglia di un prete spagnolo per la difesa dei diritti degli haitiani che lavorano nelle piantagioni di canna da zucchero nella Repubblica Dominicana.

Tutte le proiezioni dei documentari saranno seguite da una speciale degustazione offerta da Altromercato.

Domenica 31 maggio lo stand Altromercato ospita le ultime due iniziative: dalle 11 alle 12.30 ritorna il laboratorio "L'arte delle spezie", con la partecipazione della produttrice indiana Devika Sonar di Sasha e di Valeria Calamaro di Altromercato e dalle 13.30 pranzo a base di Quinoa delle Ande con proiezione e testimonianza a cura della cooperativa Chico Mendes di Milano.

Con la partecipazione alla Milano Fair City Altromercato conferma il suo ruolo di protagonista della World Fair Trade Week 2015, che fino al 31 maggio rende Milano la "capitale mondiale del Commercio Equo e Solidale", affiancando in qualità di partner i promotori dell'evento, WFTO, Organizzazione Mondiale del Commercio Equo e Solidale, e AGICES-Equo Garantito, Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale.




IL CONSORZIO ALTROMERCATO
Fondato nel 1988 è la principale organizzazione di fair trade in Italia: un Consorzio composto da 117 Soci, Cooperative e Organizzazioni non-profit che promuovono e diffondono il Commercio Equo e Solidale attraverso la gestione di circa 300 "Botteghe Altromercato", diffuse su tutto il territorio italiano.

Altromercato instaura rapporti commerciali diretti con circa 150 organizzazioni di produttori, formate da centinaia di migliaia di artigiani e contadini in 50 paesi, nel Sud e nel Nord del mondo. Garantisce ai produttori continuità nelle relazioni, prezzo giusto e pagamento anticipato; sostiene condizioni di lavoro eque e sicure; promuove uno sviluppo rispettoso dell'ambiente; costruisce filiere trasparenti e tracciabili dal produttore al consumatore; sostiene progetti sociali; diffonde la cultura del vivere responsabile.

Per chi sceglie di fare acquisti consapevoli, che rispettano l'ambiente, valorizzano culture locali e saperi tradizionali e garantiscono sempre alta qualità, originalità e sicurezza, Altromercato propone una gamma di prodotti composta da articoli di artigianato, abbigliamento e accessori della moda etica Auteurs du Monde, prodotti alimentari, molti biologici, anche freschi, una linea di igiene e cosmesi naturale ed una dedicata alla casa.

Dal 2011 l'offerta Altromercato si è arricchita di una selezione di prodotti tipici italiani nati in collaborazione con esperienze di economia sociale sotto il marchio Solidale Italiano Altromercato.

I principali prodotti sono presenti oggi anche in punti vendita della grande distribuzione, negozi di alimentazione naturale, ristoranti, mense scolastiche, bar ed erboristerie, GAS (Gruppi di Acquisto Solidale).

Milano équa! Milano Fair City dal 28 al 31 maggio Fabbrica del Vapore: 180 produttori di Fair Trade, contadini e artigiani da 30 Paesi e 4 continenti. La più grande fiera del Commercio Equo e solidale

altreconomia
Milano èqua!
A Milano Fair City si tocca con mano un mondo più giusto
Milano Fair City dal 28 al 31 Maggio 2015 alla Fabbrica del Vapore. 


La più grande fiera del Commercio Equo e Solidale farà di Milano la capitale del Fair Trade, l'evento più atteso della World Fair Trade Week. 

Per la prima volta insieme 180 produttori di Fair Trade, contadini e artigiani da 30 Paesi e 4 continenti. 

Dall'abito allo zenzero, dall'aperitivo al caffè, un'occasione unica per incontrare le persone, i sapori e le idee di un mondo più giusto.
Ingresso è gratuito.

L'inaugurazione giovedì 28 maggio alle ore 18. Partecipano Franco D'Alfonso, assessore al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale, Servizi Civici del Comune di Milano, il presidente di WFTO-World Fair Trade Organization Rudi Dalvai e il presidente di Agices-Equo Garantito Alessandro Franceschini.


Un evento unico e irripetibile. Dal 28 al 31 maggio – alla Fabbrica del Vapore, in via Procaccini 4 – apre Milano Fair City, la più grande fiera del Commercio Equo e Solidale mai organizzata: 180 produttori di cibo e artigianato, da 30 Paesi e 4 continenti, in rappresentanza di oltre 3.000 realtà produttive e un milione di lavoratori del movimento del Commercio Equo e Solidale mondiale. Un'occasione in cui centinaia di persone in carne e ossa confermeranno la "narrazione" del Fair Trade: è davvero possibile "nutrire il Pianeta" rispettando l'ambiente e i lavoratori.

Il Commercio Equo e Solidale è un modello economico che da oltre 40 anni privilegia l'attenzione ai piccoli produttori e a un'economia più giusta, come mette in evidenza il position paper del movimento sul tema di EXPO2015. Così Alessandro Franceschini, presidente di Agices-Equo Garantito "Il Commercio Equo e Solidale è molto di più dei suoi prodotti: non è più solo una testimonianza, ma la prova che fare commercio senza sfruttamento è possibile e porta reali benefici. Per questo siamo a Milano proprio nel periodo dell'Expo".

Milano Fair City accoglierà il pubblico in una vera e propria "città equa": oltre 180 espositori dall'Italia e dal mondo - sono attesi con emozione gli artigiani dal Nepal - ma anche di contadini italiani, produttori di "domestic Fair Trade". Saranno oltre 50 gli eventi del programma culturale
 
A voi la scelta: le parole degli esperti di livello mondiale in convegni di alto profilo o l'inebriante "esperienza sensoriale" delle spezie; i pranzi e le cene con gli ingredienti dell'ampia "dispensa etica" del Fair Trade o i laboratori sul cioccolato - dove si toccherà con m ano la "massa di cacao" -, dalle proiezioni di film con aperitivo alla musica sul Palco a Vapore e molto altro. 

Piccole storie per nutrire il pianeta … in modo equo
I protagonisti a Milano Fair City saranno soprattutto decine di produttori giunti a Milano per la World Fair Trade Week: un'occasione unica per stringere loro la mano e vedere le facce che stanno dietro ai prodotti che si acquistano in bottega. Tra i produttori dall'Asia, i più numerosi, Panay Fair Trade Center - organizzazione filippina guidata dalla battagliera fondatrice Ruth Salditos - che coltiva canna da z uccchero, resistendo a gravi soprusi, tra cui nel 2014 l'assassinio del presidente Romeo Capella. PARC è invece un'associazione palestinese che scavalca "il Muro" con i datteri, le mandorle e il cous cous di piccoli produttori. 

Nel manipolo di WFTO Africa c'è Fred Masinde, keniota, che con l'organizzazione Undugu Fair Trade supporta gli artigiani locali che lavorano la piet ra saponaria, fedeli al motto "Don't give them money, give them education". Dall'America Latina, Asoprolan confeziona sull'asse Colombia-Campania - con NCO Nuova Cooperazione Organizzata - una crema al cioccolato, con il sapore forte della legalità. Tra le realtà europee spicca Syn Allois, cooperativa greca e negozio che cura i prodotti biologici dell'economia locale. E una realtà di importazione è arrivata dalla Nuova Zelanda, a completare i cinque continenti. 
 
L'Italia sarà protagonista in fiera con le centrali di importazione e con le realtà e i prodotti del "domestic Fair Trade", una forma di Commercio Equo Nord-Nord che annovera progetti di agricoltura biologica sulle terre confiscate alla mafia, cooperazione sociale, economia carceraria. "Perché - dice Alessandro Franceschini - il rispetto delle condizioni di produzione e lavoro e non ha lat itudine". 

Tra i tanti prodotti di qualità che si possono definire "a Km equo", la pasta della storica cooperativa agricola marchigiana Girolomoni, i prodotti della Banda Biscotti del carcere di Verbania, mentre Calabria Solidale - rete di piccoli produttori della provincia di Reggio Calabria che promuovono valori di qualità e legalità – producono olio, essenze, conserve e vino.

Chiosa Giorgio Dal Fiume, Presidente di WFTO Europe: "Il messaggio più forte della World Fair Trade Week e di Milano fair City - forse il più grande evento realizzato a Milano nel 2015 fuori da Expo - è che non esiste possibilità di nutrire il pianeta in modo equo e sostenibile senza occuparsi di politica ed economia. Il Commercio Equo europeo ha mantenuto la sua anima politica, centrata sulla critica alle regole del commercio internazionale, e ha dimostrato che è possibile fare economia rispettando criteri di equità sociale".

L'inaugurazione giovedì 28 maggio alle ore 18 con la presenza di Franco D'Alfonso, Assessore al Commercio, Attività produttive, Turismo, Marketing territoriale, Servizi Civici del Comune di Milano, che arriverà - 17.30 circa - a bordo di un Tram storico con le "insegne" del Commercio Equo e Solidale. Segue taglio del nastro e aperitivo.

Da venerdì a domenica Milano Fair City è aperta al pubblico, con ingresso gratuito.
Milano Fair City è un evento della World Fair Trade Week organizzato da WFTO World Fair Trade Organization e Equo Garantito, in collaborazione del Comune di Milano, il sostegno di Fondazione Cariplo e del Progetto europeo Food Smart City for Development EYD 2015.



IL PROGRAMMA DI MILANO FAIR CITY
50 e più eventi, di cui vi proponiamo qui una scelta. La partecipazione a tutti gli eventi è libera e gratuita.

Giovedì 28 maggio
Alle 17.30 arrivo alla Fabbrica del Vapore del Tram del Commercio Equo e Solidale.
Alle 18 all'ingresso della Fabbrica del Vapore il taglio del nastro di Milano Fair City.
Alle 18.30 si illumina il grande schermo della Sala Liberty 80 con la proiezione di "La Rizière", il docufilm di Xiaoling Zhu (Cina), vincitore del festival "Tutti nello stesso piatto" di Trento, evento a cura di Altromercato, cui seguirà una degustazione di riso rosso Thay integrale. È solo il primo degli appuntamenti che ogni giorno vedranno abbinati cinema e cibo.

Venerdì 29 maggio
Alle 16, sala Liberty 80 "Cacao e Legalità. Percorsi di legalità ed economia solidale tra le montagne colombiane e le campagne del casertano". Convegno a cura di altraQualità
Introduce David Cambioli, altraQualità Soc.Coop. (centrale di importazione del commercio equo)
Parteciperanno:
– Gonzalo Tavera Cruz, cooperativa Asoprolan (Colombia)
– Ana Lucia Uribe, UNODOC (Agenzia delle Nazioni Unite per la lotta alle droghe)
– Simmaco Perillo, NCO (Nuova Cooperazione Organizzata) – RES Le Terre di Don Peppe Diana
– Andrea Mecozzi, ChocoFair
– Andrea Ferrioli, Scambi Sostenibili (centrale di importazione del commercio equo)
Modera Nando Dalla Chiesa, presidente onorario di Libera e professore di Sociologia della Criminalità Organizzata e Sociologia dell'Organizzazione.
Alle 17.00 - edificio Maialino, sala Open (primo piano) - "Rafforzare i legami tra Commercio Equo e Finanza Etica: sfide e soluzioni", Convegno realizzato nell'ambito del Progetto PRICE
Dopo una breve introduzione del progetto e l'ascolto di una testimonianza, tavola rotonda con:
– José Luis Cabascango, PRO-ECUADOR, Public Authority, Office Comercial Director
– Sergi Corbalán, FTAO, Executive Director
– Ana Asti, WFTO Latin America, Vice President and Representative
– Mona El Sayed, WFTO Africa, Independent Member of the Board
– Dilly Sharma, WFTO Asia, Member Representative
– Daniel Sorrosal, FEBEA, Policy and Advocacy Manager
– Andrew Ridley, Shared Interest, Regional Manager Rest of World
– María de Pablo, Triodos Bank, Companies and Institutions Banking Director
– Peru Sasia, FIARE, President
A seguire PRICE Awards alle Istituzioni di Finanza Etica per il loro impegno e coinvolgimento nel Commercio Equo e Solidale. Con aperitivo finale offerto ai partecipanti.
Alle 17.30 nella sala Arco, "Save the Water", evento sull'acqua promosso da MM
Parteciperanno:
– Davide Corritore, Presidente MM
– Paola Magni, Capo del Programma Amref Health Africa
– Giorgio Dal Fiume, Presidente WFTO Europe
– Bernard Outah, WFTO Africa
– Modou Gueye, responsabile Associazione Sunugalcon una performance di Alma Rosè.

Sabato 29 maggio
Alle 10 – edificio Maialino, sala Open – il convegno "La dimensione locale del Commercio Equo tra cooperazione decentrata e politiche alimentari sostenibili", a cura di AGICES-Equo Garantito e Comune di Milano, settore cooperazione. Introduce: Giorgio Dal Fiume, WFTO-Europe/AGICES-Equo Garantito. Parteciperanno:
– Andrea Calori, EStà – Economia e Sostenibilità –
Food Policy and Local Authorities: an overview
– Marco Grandi, Comune di Milano –
Milan Municipality actions in Food Policy and Decentralized Development Cooperation
– Wouter Boesman, City of Ghent (Belgium) –
The experience of the city of Ghent
– Aitziber Fernandez
, Bilbao Municipality (Spain)The experience of Bilbao Municipality
– Sergi Corbalan, Fair Trade Advocacy Office (Brussels) –
Decentralized Development Cooperation and Fair Trade in Europe
– Bernd Schneider, Assistant to Member of European Parliament Helmut SCHOLZ (Committee on International Trade, Chair of
Fair Trade Working Group on "Unlocking power of local authorities to support Fair Trade") – The role of the European Union
– Alessandro Franceschini, Presidente di AGICES-Equo Garantito –
Greetings for a Fairer future (a kind of conclusion)
All'inizio della Conferenza un rappresentante della Regione Lombardia presenterà la recentemente
approvata Legge Regionale che riconosce e promuove il Commercio Equo e Solidale
A seguire light lunch offerto ai partecipanti a cura di Raggio Verde
Alle 16.00 in sala Arco: "Fairphone: is fair trade ready to change the electronics industry?", con Tina Trink, di Fair Phone.
• Alle 20.30 sul palco A Vapore, Mitoka Samba in concerto.

Domenica 30 Maggio
Alle ore 10.30 – sala Arco, "La sovranità alimentare che nutre il pianeta. Le alternative al modello EXPO". Partecipano:
- Alessandro Franceschini, Presidente di AGICES- Equogarantito ‎
– Ilaria Signoriello, Portavoce Forum Agricoltura Sociale
– Jason Nardi, RIPESS Europa
– Gianluca Solera, Direttore Europa e Mediterraneo Ong COSPE
– Giuseppe Vergani, RES Lombardia / Tavolo RES
Modera Alberto Zoratti, coorindatore GdL Locale / Globale, Tavolo Res
Alle 11.30 – edificio Maialino, sala Open, "In a garden: cultivating the future", sfilata-performance di moda etica e solidale a cura di Nuvolanove.
Alle 15.00 – sala Liberty 80 – Proiezione di "Have You Seen the Arana?", Documentario di Sunanda Bhat (India, 2012, 74 min), in collaborazione con il Festival del Cinema Africano, d'Asia e America Latina.
Alle 17.30 – edificio Maialino, sala Open – "Dalla Sharing economy al Crowdfunding", soluzioni creative alla crisi economica, per passare dall'idea alla realizzazione, a cura di Arci e Chiesa Valdese. Parteciperanno:
– Cristina Pagetti, Homeexchange
– Dino Taddei, Arci Traverso (Trattoria popolare)
– Riccardo Negri, Circolo Magnolia
– Filippo Alestra, esperto in web communication
Modera Alex Foti, Milano X.
Inoltre passeggiate a Chinatown a cura di "Migrantour, presentazioni di libri, di progetti e testimonianze dal mondo. Tutti i giorni laboratori dedicati ai bambini di riciclo e riutilizzo e mattinate dedicate alle scuole.

Gli assaggi e le degustazioni
Tutti i giorni:
Dalle 10.00 alle 18.00 – stand Quetzal / Choco Museum Altrocioccolato
Laboratorio del Cioccolato (4 turni: alle 10.00 – alle 12.00 – alle 16.00 – alle 18.00), Come si fa il cioccolato a partire dal cacao
Allo stand Altromercato: "Assaggi dal mondo" (gradita prenotazione)
- Venerdì 29, 13.00 - 14.30 - La geografia biodiversa del riso, Show cooking a cura dello Chef de il Circolo del Cibo, Ristorante Le Bistrot, Dozza (BO).
- Sabato 30, 12.30 - 14.30 - La socialità della tajine
- Domenica 31, 12.30 - 14.30- Quinoa delle Ande un futuro seminato milioni di anni fa

Venerdì 29
Dalle 11 alle 12.30 – stand Altromercato, Laboratorio "Sugar free". Testimonianza di Ruth Salditos, PFTC, produttore di zucchero dalle Filippine e laboratorio di degustazione guidata di zuccheri dal mondo a cura di Francesca Callegarin di Altromercato. È gradita la prenotazione presso lo stand Altormercato.

Sabato 30
Dalle 15.30 alle 17.00 – stand Altromercato, Laboratorio di taralli Solidale Italiano, con la Cooperativa carceraria Campo dei miracoli di Trani.

Domenica 31
ore 11 allo stand Altromercato, Laboratorio "L'arte delle spezie" . Impariamo a miscelare le spezie, con Devika Sonar, Sasha (India) e Valeria Calamaro, Altromercato.
ore 11 edificio Maialino, sala Meet, a cura di Altraqualità - Il cacao equo e solidale
Inoltre aperitivi in musica e punti ristoro, vino biologico e birra artigianale

La musica sul Palco A Vapore
Giovedì 28, 18.30 - Swing Collective in concerto
Venerdì 29,19.30 - Karamogo in concerto. Economie di scambio Artistiche Brasiliane.
Sabato 30, 14.30 - Ritmi del Maghreb di Aziz Riah e degli Allayali
Domenica 31, 14.30 - Musica andina in concerto, con Gerson Jaime
Domenica 31, 17.00 - Laboratorio di danze popolari con Roberto Carlotti e Fulvia Ceresa

Le mostre
• "Price is Rice", un'istallazione su donne, riso e ricamo realizzata dalla Bottega della Solidarietà di Sondrio, Sala Liberty 50
• "Prima le persone", la mostra fotografica di Aldo Pavan con grandi fotografie dei protagonisti del commercio equo sul tendone esterno
• "Le immagini di AOWA", un'associazione di 1.400 donne che realizza saponi artigianali nei centri di Ramallah, Hebron e Jenin in Palestina, Edificio Maialino

Il Commercio Equo e Solidale (Fair Trade) è nato negli anni '60 per promuovere un sistema economico fondato su principi di giustizia – prezzi equi, migliori condizioni di lavoro, rapporti commerciali trasparenti – e permettere ai produttori del Sud del mondo di migliorare le loro condizioni di vita e quelle delle loro comunità; il modello si sta gradualmente diffondendo anche tra i produttori del Nord del mondo, proponendosi come modello economico sostenibile da un punto di vista ambientale e sociale.
I promotori della World Fair Trade Week 2015
WFTO - World Fair Trade Organization, nata nel 1989 è costituita da oltre 450 organizzazioni di commercio equo e solidale in circa 70 Paesi in tutto il mondo.
AGICES-Equo Garantito raggruppa 84 realtà equosolidali, Organizzazioni distribuite su tutto il territorio, che fatturano nel complessooltre 83milioni di euro e sono animate da quasi 30mila soci. Oltre mille sono i lavoratori impiegati nel Fair Trade in Italia, quasi 5mila sono i volontari e 253 punti vendita sul territorio. 
Altromercato. AltraQualità. Equo Mercato. Cooperativa Chico Mendes . LiberoMondo. Associazione Botteghe del Mondo

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI