Cerca nel blog

sabato 10 ottobre 2015

Convention ExpoTunnel Milano: obiettivo raggiunto di divulgazione e conoscenza sulle grandi opere



Multidisciplinarietà, innovazione, sinergia, sicurezza e sostenibilità: sono gli ingredienti di un lavoro corale dell'eccellenza italiana e internazionale nelle grandi infrastrutture

Milano, 10 ottobre 2015- L'eccellenza italiana nelle infrastrutture si è riunita con successo a Milano durante la Convention ExpoTunnel (8-9 ottobre 2015, Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci"). Appuntamento di approfondimento e informazionerealizzato da Conference Service, società felsinea che organizza fiere, eventi e congressi. 

L'evento si è svolto con la collaborazione di Società Italiana Gallerie, che ha curato il convegno "Il buon uso del suolo e del sottosuolo nella prevenzione dei dissesti ambientali".

Durante la tavola inaugurale dell'8 ottobre Problematiche e soluzioni costruttive per il sito Expo 2015, realizzata in collaborazione con Italferr, sono stati portati alla luce alcuni elementi che trovano espressione nelle attività delle aziende presenti al Trade Show: multidisciplinarietà, innovazione, sinergia, sicurezza, sostenibilità.

E'emerso come sia stata fondamentale l'efficienza nella gestione delle molteplicità dei cantieri collegando realtà nazionali con quelle internazionali, in connessione con le normative italiane per la costruzione del sito di Expo 2015 e le aree a latere della Esposizione Universale, come ha sottolineto Stefano Gatti (General Manager Participants &  Sub Commissario Padiglione Italia Expo Milano 2015) che ha confermato un dato interessante: "il mondo è venuto a investire in Italia più che nella precedente Expo di Shanghai". 

140 Paesi e organizzazioni internazionali, 53 Padiglioni delle nazioni e self built, 9 cluster tematici e 1 miliardo di investimenti dai Paesi partecipanti per costruire, condurre e smontare l'esposizione universale.

Stefano Gatti ha affermato anche che alla luce di 161 giorni trascorsi, 23 giorni al termine di Expo 2015, si è raggiunta la cifra di più di 17 milioni di visitatori, il traguardo quindi dei 20 milioni entro la chiusura dell'Esposizione si configura come un obiettivo raggiungibile, nonostante le perplessità in merito emerse in passato.
La gestione della molteplicità del gran numero di committenti, "più di 200 tra partecipanti, concessionari e sponsor con le proprie imprese, ha rappresentato un elemento qualificante con garanzia di rispetto della legalità e della sicurezza sul lavoro", ha chiarito Alessandro Molaioni, Responsabile Lavori Expo Milano 2015.

Per Ciro Mariani, Chief Architect Expo Milano 2015, si tratta di "una grande storia italiana" per la complessità del sito Expo 2015 che, grazie al lavoro corale tra architetti e ingegneri, al contributo di giovani progettisti e grandi imprese dell'ingegneria gestionale e tecnologica, è diventato un esempio da non dimenticare per il futuro: "una sfida vinta nel mettere in relazione da tutto il mondo linguaggi, culture e modi differenti di intendere un progetto". Un tavolo pluritario partito da 3 piani: concettuale, tecnico e diplomatico.

Marco Rettighieri, Direttore Operativo Italferr e General Manager Construction Expo Milano 2015, ha ribadito il concetto di un lavoro globale di sinergia nella gestione di una grandissima opera e di una situazione variegata e complessa, una sfida vinta con successo ed entusiasmo.

La Convention ha visto anche prendere vita nel Chiostro del Museo l'area Trade Show, uno spazio di esposizione a cui hanno partecipato alcune delle più importanti aziende del settore: Anbel, Astaldi, Brokk, Cipa, Crezza, Fama, Galleria di Base del Brennero, Geotunnel, Gsi -Gonar-Systems International, Herrenknecht, Mapei, Marti Technik, Penetron Italia, Pini Swiss Engineers, Pro Iter, Protan, Raet, Setronic Verona, Società Italiana Gallerie, Sina, T.R.E. Tele Rilevamento Europa, Tunrock.   

Sono rappresentate le eccellenze italiane ed internazionali in vari settori: tunnelling, progettazione, macchinari speciali e attrezzature per la realizzazione di grandi opere.

Un viaggio nelle eccellenze della Convention con il Trade Show

Expo 2015: una sfida vinta
Abbiamo raccontato, in un comunicato appositamente dedicato, il contributo delle aziende Astaldi, Mapei, Pro Iter- Progetto Infrastrutture Territorio e Penetron nella realizzazione del sito Expo 2015 e nelle aree limitrofe delle infrastrutture sotterranee e in superficie della città di Milano e della Lombardia, per agevolare la mobilità dei visitatori nell'arrivo all'Esposizione Universale.

Molteplicità e sinergia
Geotunnel, società che da più di 20 anni collabora con le imprese del settore, si è posta come catalizzatore di un gruppo di eccellenze nazionali ed internazionali: Geotunnel ed ImGEco per la progettazione; BBM, Comeva, Liebherr, Maplad e Rodrill presentate nei progetti dell'area Geotunnel; per la fornitura di impianti, macchine e materiali Gsi -Gonar-Systems International, Fama, Marti Technik, Protan, presenti con un'area dedicata nel Trade Show insieme a Cipa, specializzato nella costruzione di opere in sottosuolo.

Una storia italiana e un lavoro globale
Galleria di Base del Brennero racconta la grande e incredibile esperienza di creare un collegamento attraverso le Alpi in quello che un giorno diventerà il collegamento ferroviario più lungo del mondo: metterà in connessione l'Italia e l'Austria unendo il Tirolo con l'Alto Adige.

Pini Swiss Engineers, è una società svizzera fondata nel 1950 che lavora in vari settori dell'ingegneria civile. Ha progetti di rilevanza internazionale, come la collaborazione per la realizzazione della Galleria di Base del Brennero, Galleria di Base del Ceneri, Galleria ferroviaria di base del Lotschberg, Impianto Idroelettrico Linth-Limmern.

Entrambe le realtà realizzano annualmente visite di dialogo, conoscenza e divulgazione per la cittadinanza, con grande successo di pubblico.

Scavando sotto il suolo
Herrenknecht, leader per le macchine di perforazione TBM, racconta come cerca di risolvere in Italia e nel mondo i problemi legati alla geologia dei territori con l'evoluzione tecnologica: un esempio è l'opera di scavo a Doha-Qatar, con all'attivo 21 macchine TBM per la realizzazione delle 4 linee di metropolitana per i Campionati del mondo di calcio. Fiore all'occhiello di Herrenknecht, un lavoro in corso a Las Vegas-U.S.A, dove lo scavo è reso difficile dalle condizioni di pressione dell'acqua, come sottolinea la italiana Timeco che ha partecipato alla vendita delle macchine per Herrenknecht.  

L'esperienza è confermata da Euroform, società del gruppo, che ha fornito i casseri per la produzione di conci ad alta precisione per risolvere il problema della pressione idrica.

Brokk, è un leader nella fornitura di macchine radio-comandate per la demolizione. Dal 1967 ha sviluppato soluzioni di manutenzioni e demolizioni nell'edilizia delle industrie di cemento e nelle miniere, nei processi ferrosi e nelle gallerie. Le macchine sono costruite in Svezia e i prodotti vengono commercializzati e mantenuti da una rete di filiali nel mondo. Alla Convention, Brokk racconta l'esperienza della demolizione di un ospedale universitario a Oslo in Norvegia, dove specifica di aver demolito 50.000 tonnellate di materiale e aver riciclato il 99% del tutto. 

Senza dimenticare un lavoro importante per snellire il trasporto pubblico sotterraneo a Singapore su una linea della metropolitana.
Tunrock raccoglie una trentennale esperienza raccontata con panel di ricerca dalla Cina agli U.S.A.. Nella propria area espositiva illustra la fornitura di macchinari e attrezzature per lo scavo in sotterraneo, ventilazione e refrigerazione.

Anbel rappresenta dal 1967 in esclusiva per l'Italia varie marchi del mondo tunnelling meccanizzato, per lo scavo di gallerie idrauliche, metropolitane, ferroviarie e stradali.

Sicurezza, monitoraggio e gestione dei servizi
Crezza è specializzata dal 1992 nel campo della protezione passiva al fuoco nei tunnel. Studio, progettazione, prodotti specifici, certificazione dei sistemi, installazione in opera dei prefabbricati resistenti al fuoco sono assolutamente fondamentali. Ha sviluppato anche competenze nella realizzazione di vie di fuga, sistemi per la gestione dei fumi e della ventilazione.

Raet raduna un gruppo di società, con S.C. Automazione e OG11 Tunnel, impegnate nel supporto di vari aspetti: progettazione, start up, messa in servizi per impianti speciali, sicurezza per le gallerie stradali, ferroviarie e metropolitane.
Setronic Verona, un'azienda che si occupa di progettazione, produzione, certificazione e assistenza tecnica di rivelatori lineari di incendio, attiva in mercati europei e mondiali, porta alla Convention Argo, un analizzatore di capacità di nuova concezione, che controlla un'area molto ampia con tratte fino a 200 m, con estrema precisione nel pilotare il sistema automatico di ventilazione forzata per la pulizia dell'aria.

Sina e Sineco forniscono sorveglianza alle grandi infrastrutture, studio, progettazione e messa in esercizio di opere stradali, ferroviarie e portuali, controllo e manutenzione, rilievi ad alto rendimento e monitoraggio ambientale, sempre attenti al'evoluzione tecnologica e alla ricerca di laboratorio. Il Gruppo Sina presenta alla Convention le sue opere in corso e i sistemi più all'avanguardia, come il Tunnel Scanner System di strumentazione per il rilievo fotografico con Sineco.

T.R.E. Tele Rilevamento Europa è una società di servizi e consulenze alle imprese con progetti in Europa, Asia e America, specializzata nel monitoraggio satellitare InSAR, uno strumento utilizzato nella fasi di progettazione delle gallerie e delle opere in sotterraneo.

La Convention è stata l'occasione per annunciare la terza edizione di ExpoTunnel, il Salone Professionale delle Tecnologie per il Sottosuolo e delle Grandi Opere che si terrà a Bologna (19-21 ottobre, 2016).

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI