Cerca nel blog

giovedì 16 luglio 2015

L'Irlanda annuncia Food Wise 2025 per il rilancio del settore agroalimentare



 La strategia connessa a Origin Green, tema cardine della presenza a EXPO

Milano, 16 luglio 2015 – Nell'ambito del congresso Food Drink Europe, tenutosi quest'anno ad EXPO, si è svolto lo scorso 2 luglio presso il Padiglione irlandese un evento organizzato da Food and Drink Industry Ireland, principale associazione irlandese delle aziende food&beverage. In questa occasione, è stata presentata in Italia Food Wise 2025, strategia decennale lanciata nella stessa settimana dal Primo Ministro irlandese Enda Kenny, insieme al Ministro dell'Agricoltura irlandese, Simon Coveney, per rilanciare il settore agroalimentare irlandese al fine di aumentare le esportazioni e creare nuovi posti di lavoro.
Gli obiettivi principali di Food Wise 2025 sono, infatti, l'incremento delle esportazioni dell'85%, che raggiungerebbero così il valore totale di 19 miliardi di euro, con un aumento del valore aggiunto complessivo del settore del 70%, corrispondente a 13 miliardi di euro. L'obiettivo per il settore primario è di una crescita del 65%, per un valore stimato di circa 10 miliardi di euro. Food Wise 2025 mira a creare 23.000 nuovi posti di lavoro nel settore agricolo entro il 2025.

Il contesto dell'EXPO è stato scelto per la forte connessione ai valori centrali dell'Esposizione Universale, e in particolare al progetto di sostenibilità Origin Green, tema cardine della partecipazione irlandese. Uno degli elementi chiave della nuova strategia per il settore agroalimentare irlandese è rappresentato infatti dalla promozione di una produzione alimentare sostenibile, dal punto di vista economico, sociale e ambientale.

Aidan Cotter, CEO di Bord Bia, ha presentato in questa circostanza gli ultimi sviluppi del progetto, avviato nel 2012, al fine di rendere l'Irlanda leader mondiale nella produzione sostenibile di alimenti e bevande di alta qualità. "L'Irlanda ha tra le più basse impronte di CO2 legate alla produzione lattiero casearia e di carne nell'Unione Europea, e un impatto sulle risorse idriche tra i più bassi al mondo. Origin Green dimostra l'impegno concreto dell'industria food&beverage irlandese a ridurre ulteriormente i consumi di energia, minimizzando l'impronta di CO2 e mitigando l'impatto sull'ambiente – ha dichiarato Aidan Cotter - ad oggi, l'Irlanda ha valutato le emissioni di 43.000 fattorie dedicate all'allevamento di bovini e 18.000 aziende casearie, raccogliendo dati su CO2, risorse idriche e biodiversità. L'Irlanda è il primo paese al mondo ad intraprendere questa iniziativa a livello nazionale e a livello delle singole fattorie. Attualmente, 460 aziende irlandesi hanno aderito al progetto Origin Green".

Ulteriori informazioni sul programma di sostenibilità Origin Green sono disponibili accedendo al sito www.origingreen.ie. Per maggiori dettagli su Food Wise 2025 http://www.agriculture.gov.ie/foodwise2025/


Bord Bia, Irish Food Board, è un ente governativo dedicato allo sviluppo dei mercati di esportazione dei prodotti alimentari, bevande e prodotti ortofrutticoli irlandesi. Scopo di Bord Bia è quello di promuovere il successo dell'industria food&beverage e dell'orticoltura irlandese attraverso servizi d'informazione mirati, la promozione e lo sviluppo dei mercati. Nel 2014 le esportazioni dell'industria food&beverage irlandese hanno registrato un nuovo record, superando 10 miliardi di euro. Per quanto riguarda il mercato italiano, tra i settori in maggiore crescita nel 2014 quello della carne (+ 18% rispetto al 2013), che rappresenta circa il 60% delle esportazioni (più di 184 milioni di euro). L'Italia è il terzo mercato più importante per l'export di carne irlandese. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.bordbia.ie

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI