Cerca nel blog

venerdì 30 maggio 2014

Da MADE expo 2015 segnali di ripresa



A 10 mesi dalla manifestazione, l'offerta MADE expo 2015 ha già ottenuto risultati straordinari: quasi 300 aziende iscritte, tra le quali numerosi big player italiani e internazionali.


Chiusa con successo la prima fase commerciale che, adottando un modello internazionale, ha visto un'attenzione particolare alle esigenze delle aziende, MADE expo è pronta a partire con una nuova, intensa attività che da qui all'estate promuoverà le numerose novità in programma dal 18 al 21 marzo 2015.
Dopo aver registrato l'iscrizione anticipata di quasi 300 aziende italiane ed estere (già numerosa la presenza di big del mercato), gli organizzatori proseguono l'attività di promozione in Italia e all'estero che, come spiega Giovanni De Ponti, amministratore delegato MADE expo: «È pienamente coerente con la formula tariffaria innovativa che va incontro alle richieste del mondo delle costruzioni, pronto a cogliere ogni segnale di ripresa».

Sul fronte della promozione internazionale è da segnalare il grande successo della tappa di Lagos (Nigeria), il mercato più importante dell'Africa, che ha registrato un grande interesse da parte degli operatori locali: interior designer, architetti, contractor e titolari di showroom. Sempre sul fronte estero cresce l'attesa per la Business Lounge, che nella passata edizione ha ospitato più di 1.000 incontri B2B con 253 delegati provenienti da 27 Paesi, e per la prima edizione di MADE expo WorldWide (Mosca 15-18 ottobre 2014) che garantirà alle aziende partecipanti una presenza di primo piano in uno dei mercati più promettenti per il made in Italy. La rassegna si svolgerà in contemporanea con i Saloni WorldWide giunti alla decima edizione.

Procede a pieno ritmo anche la sinergia con Expo 2015. Il progetto "Building the Expo", consentirà di anticipare ai visitatori contenuti, tecnologie e materiali utilizzati per la realizzazione dell'Esposizione Universale sia mediante una mostra sui progetti degli studi di architettura che firmeranno i padiglioni delle nazioni partecipanti, sia offrendo l'opportunità di incontrare i grandi contractor e i progettisti.

Prodotti che saranno al centro della rassegna grazie alla specializzazione in quattro saloni tematici – MADE Costruzioni e Materiali, MADE Involucro e Serramenti, MADE Interni e Finiture, MADE Software, Tecnologie e Servizi – a garanzia di una ancor più efficace sinergia tra sistemi produttivi e servizi utilizzati in edilizia per anticipare le dinamiche di un mercato sempre più integrato.

MADE expo va quindi avanti nella costruzione di quel grande progetto che l'ha portato a essere l'appuntamento più importante in Italia per l'edilizia e l'architettura.
E il prossimo 5 giugno, con l'annuncio di una grande novità in occasione del 3° Forum del LegnoArredo, si aggiungerà un nuovo tassello.


Milano, 30 maggio 2014

R2B RSEARCH TO BUSINESS - BOLOGNA FIERE, 4-5 GIUGNO 2014

Aster, consorzio per l'innovazione e la ricerca industriale della Regione Emilia-Romagna
ha  il piacere di presentare:
  R2B RESEARCH TO BUSINESS
9° Salone Internazionale della Ricerca industriale e dell'Innovazione

Bologna, 4-5 giugno 2014  BolognaFiere Pad. 33 e 34 
http://www.rdueb.it/rdueb14/#sthash.qNRJ1FmF.dpuf



 

 Eventi principali
 4 Giugno
 Convegno di Apertura - Ripartire dalla manifattura: politiche industriali, innovazione e strategie europee per rilanciare la crescita

 10.00 | 12.00 - Sala 3 - Pad. 34
Key Note Speech:  Il digital manufacturing e le opportunita' per il made in italy

Stefano Micelli, Università Ca' Foscari di Venezia, Dipartimento di Management

 Intervengono:

Francesco Luccisano,  Capo Segreteria Tecnica Ministro - Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca
Patrizio Bianchi, Assessore Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro
Luigi Nicolais, Presidente CNR - Consiglio Nazionale delle Ricerche
Andrea Bianchi, Direttore Area Politiche Industriali Confindustria
Michele Monno, Referente Piattaforma Meccanica e Materiali - Rete Alta Tecnologia dell'Emilia-Romagna


Coordina i lavori: Paolo Bonaretti (Direttore Generale ASTER)
Conclusioni: Patrizio Bianchi  (Assessore Scuola, formazione professionale, università e ricerca, lavoro)



5 Giugno
Bioeconomia e Sviluppo Sostenibile: la Strategia dell'unione Europea. Prima conferenza del World Food research and innovation Forum, verso Expo 2015

9.30 | 13.00 - Sala 3 - Pad. 34



9.45   Saluto di
          Duccio Campagnoli -  Presidente Bologna Fiere
         Tiberio Rabboni - Assessore Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-Venatoria


10.30 Biobased industries: quali opportunità per uno sviluppo sostenibile

La  strategia europea per la bioeconomia

           Thomas Dodd
- Policy Officer – Bioeconomy European Commission - DG Research and Innovation
       
Bioeconomia e prodotti biobased, un'opportunità reale per la reindustrializzazione dell'Europa

           Giulia Gregori
Responsabile Pianificazione Strategica di Novamont

Bioraffinerie multi prodotto per la valorizzazione integrata delle biomasse non alimentari  e i sottoprodotti e scarti agro-industriali a sostegno delle aree rurali, marginali e ex-industriali del Paese

             Fabio Fava - Rappresentante italiano per la Bioeconomia  nel Comitato Horizon 2020 UE
      
Valutazione della sostenibilità e applicazione della LCA nel settore della bioeconomia; la visione della DG JRC della Commissione Europea

            Constantin Ciupagea -
Head of Unit Sustainability Assessments – DG Joint Research  Centre, European Commission
       
La valorizzazione di sottoprodotti e scarti per la produzione di alimenti e mangimi

            Arnaldo Dossena - Coordinatore della Piattaforma Agroalimentare della Rete Alta   Tecnologia dell'Emilia-Romagna

Traiettorie e politiche per uno sviluppo  equilibrato della bioeconomia

           Luca  Bianchi - Capo Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare, ippiche e della pesca del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e     Forestali.    

 Q&A

   12.00 Chiude i lavori

          Paolo De Castro - Presidente Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo


 Coordina i lavori Sergio Pistoi - giornalista scientifico



COHOUSING Fiera 4 Passi: anteprima nazionale Ecoquartiere Villorba (TV) dello studio Tamassociati

Fiera 4 Passi: anteprima nazionale Ecoquartiere Villorba (TV) di Tamassociati

Fiera Quattro Passi: Tamassociati presenta Ecoquartiere di Villorba,
il cohousing in cui le famiglie condividono spazi, strutture e utilità.
"Altre esperienze sono già in fase di studio".



Nell'ambito della 9^ edizione della Fiera QUATTRO PASSI
(31 maggio-1 giugno, Treviso, Parco Sant'Artemio, Via Cal di Breda, 130)
dedicata alla scoperta di nuove e innovative forme di economia solidale e sostenibile,
di green economy, economia civile, volontariato, e cooperazione internazionale,
gli architetti di Tamassociati presenteranno il cantiere (ormai in corso di chiusura)
dell'ECOQUARTIERE QUATTRO PASSI a Villorba,
fatto di 8 abitazioni indipendenti di altrettante famiglie, ma legate l'una all'altra per la propria sostenibilità.

UN BORGO SOLIDALE DAL CUORE VERDE
Il quartiere realizzato da Tamassociati, la cui idea è nata proprio nel 2010 tra gli stand della Fiera,
è esclusivamente ciclopedonale (le auto si fermano ai limiti del lotto)
e realizzato secondo i più moderni canoni del rispetto ambientale (materiali, consumi energetici, impianti…).
Non solo: la casa comune ospita una centrale termica a pellet,
sistemi per il recupero dell'acqua, un impianto fotovoltaico e un altro per il solare termico.

"Questo 'borgo solidale' mantiene un cuore verde – fanno sapere i Tamassociati:
è incastonato in una cornice verde fatta di vegetazione rigogliosa tra centro abitato e campagna,
ed è verde la grande 'aia' comune su cui affacciarsi".

RISPARMIO, CONDIVISIONE E UTILIZZO DI SPAZI.
"Qui si produce energia, e si condividono alcuni servizi e attitudini
– spiegano i Tamassociati, veri pionieri e profondi conoscitori del co-abitare,
impegnati tra l'altro nella consegna di un altro co-housing nel Bolognese -.
E si risparmia: non solo sui costi di manutenzione e sulle utenze;
il risparmio si concretizza nel momento in cui le famiglie che abbracciano il progetto condividono la massima che 'l'unione fa la forza'.
L'alta qualità di spazi, architetture, materiali e impianti costa senz'altro meno quando ci smuove tutti insieme.
E permette l'ottimizzazione dei tempi e la velocizzazione della parte burocratica del progetto.
È l'applicazione del concetto dei GAS, declinata all'immobiliare e al conseguente stile di vita,
che per gli spazi e le strutture comuni privilegia l'uso al possesso esclusivo:
in questo modo si condividono, si ha cura e responsabilità di ogni aspetto della vita di quartiere.
I ricoveri per le biciclette, le lavanderie, la sala attrezzi, gli orti, le sale per i bambini, gli spazi di svago, i prati ecc., tutto è di tutti, e tutti ne hanno riguardo".

AREE COMUNI E PROGETTAZIONE PARTECIPATA
"Nel caso specifico di Villorba, ad esempio, l'intervento ha previsto la realizzazione di una 'casa comune',
un edificio di circa 200mq con ambienti e funzioni diverse:
una sala polifunzionale con cucina, un portico per le attività in esterno, un'officina per il bricolage,
un magazzino alimentare per gli acquisti di gruppo. Negli spazi esterni, un'area giochi per i bambini e ragazzi, e un orto collettivo".

Il coinvolgimento dei futuri abitanti è stato centrale lungo tutto il percorso:
dalla progettazione partecipata dell'insieme e delle singole unità,
all'accordo sulle aree comuni e alla adesione a uno stile di vita per tanti aspetti comunitario e meno individualista.
 
"Il cohousing è una risposta ragionata e ragionevole non solo alle nuove esigenze dell'abitare,
ma alla crisi del mercato immobiliare: fa risparmiare tempo e denaro, rende protagonisti i futuri abitanti,
offre qualità aggiuntive che l'edilizia standardizzata non può garantire.
Combina in modo nuovo l'autonomia dell'abitazione privata con i vantaggi di spazi, risorse e servizi condivisi" – chiudono i Tamassociati.

Nel frattempo si stanno organizzando altri gruppi interessati a seguire il medesimo percorso per la realizzazione di altre eco-case ed eco-quartieri.
L'Ecoquartiere Quattro Passi verrà consegnato ai nuovi abitanti alla fine dell'estate 2014

Milano 2015 Nice To Meet You: un film in vista dell'Expo 2015

La città di Milano avrà una grande responsabilità in occasione della Esposizione Universale del 2015. Per questo Fondazione Fiera Milano ha pensato di realizzare un film dal titolo Milano 2015 Nice To Meet You per mettere in luce il capoluogo lombardo.


Una narrazione veloce, creata a partire da tante istantanee di vita. Il cast d’eccezione sarà composto da tutti coloro che vivono a Milano e, soprattutto, vivono Milano. I milanesi avranno l’opportunità di diventare protagonisti  del racconto della propria città con una breve testimonianza.
Il casting avrà luogo in Piazza XXV aprile (spazio Eataly Smeraldo) il prossimo 6 giugno dalle 16.30 alle 22.30.

Per proporsi o prenotarsi è necessario utilizzare il sito dell’evento  Milanonicetomeetyou.com. Si ricorda che bisogna aver compiuto i diciotto anni di età.

Per ulteriori informazioni info@milanonicetomeetyou.com

mercoledì 28 maggio 2014

BKT - REIFEN 2014



A REIFEN 2014 BKT PORTA NOVITA' DI GAMMA E DI IMMAGINE, A CONFERMA DEL PROPRIO RUOLO DI MAJOR PLAYER DEL MERCATO.


Alla 29° edizione del salone di Essen, in esposizione allo stand BKT le anteprime
delle nuove linee, oltre ai ben conosciuti pneumatici AgrimaxForce, Agrimax Spargo e Airomax AM 27. 

Il visual WOW ancora una volta protagonista negli spazi indoor e outdoor della fiera. 

Tra le novità 2014, il nuovo filmato corporate di BKT.

REIFEN - Essen, 27-30 maggio 2014 – BKT non manca all'appuntamento con REIFEN di Essen, principale rassegna internazionale dedicata al settore degli pneumatici, dove presenta in anteprima internazionale le novità delle linee dedicate al movimento terra e della gamma flotation. 




In esposizione anche gli pneumatici Off-Highway BKT delle gamme più riconosciute e apprezzate a livello mondiale.

lunedì 26 maggio 2014

CIBUS A THAIFEX CON LE AZIENDE ITALIANE


LE AZIENDE ALIMENTARI ITALIANE ALLA FIERA "THAIFEX" DI BANGKOK, PORTA D'INGRESSO DEL SUD EST ASIATICO

Successo di "Area Italiana" organizzata da Cibus, Anuga - Koelnmesse Italia e Federalimentare

(Parma, 26 maggio 2014) – Dopo il grande successo della 17°edizione di Cibus, conclusasi lo scorso 8 maggio, Fiere di Parma ha organizzato la partecipazione di 50 aziende alimentari italiane alla fiera internazionale "Thaifex – World of Food" di Bangkok, Thailandia, considerata la porta di ingresso dei prodotti alimentari per i mercati del Sud Est Asiatico. 

L'iniziativa, che rientra nella strategia di marketing e promozione dell'alimentare italiano all'estero che Cibus ha sviluppato negli ultimi 5 anni, serve anche a preparare l'attività di relazioni e scambi che si dispiegherà ad Expo 2015 nel padiglione dedicato alla industria alimentare, gestito da Federalimentare e Fiere di Parma.

"Area Italiana" a Thaifex è stata organizzata da Cibus, Anuga - Koelnmesse Italia e Federalimentare con il supporto dell'Ice. In un area di 1000 mq sono stati allestiti gli stand di 50 aziende italiane, tra cui: Inalca, Sterilgarda, Grissin Bon, Noberasco, Zanetti,  Bakery,  Bresaole Pini, Ambrosi, Ariola Vigne, Faled Distillerie, Molino Grassi.

Il bilancio di Thaifex è stato positivo ed ha fatto registrare una crescita del 2,3%, nonostante le tensioni politiche che si sono verificate recentemente nel Paese:  1.463 espositori e 28mila operatori e buyer, provenienti, oltre che dalla Thailandia, da tutto il Sud Est Asiatico: Malesia, Singapore, Taiwan, Australia, Filippine, Corea del Sud, Giappone, Hong Kong, Indonesia e Vietnam.

"Questa è la seconda volta che partecipiamo a Thaifex – ha spiegato Elda Ghiretti, Cibus Brand Managere il progetto di Area Italiana si è confermato vincente. Le aziende italiane ci hanno seguito per esplorare le potenzialità del mercato Asean, il mercato comune del Sud Est asiatico, che dovrebbe diventare completamente operativo nel 2015. In questa area il food made in Italy viene considerato un punto di riferimento importante sia per il canale Horeca che per il canale retail".

·       Nella foto l'Area Italiana a Thaifex 2014

SANA 2014/26° Salone Internazionale del Biologico e del Naturale

A SETTEMBRE SI RINNOVA L'APPUNTAMENTO CON SANA
26° SALONE INTERNAZIONALE DEL BIOLOGICO E DEL NATURALE
(BOLOGNAFIERE SABATO 6 SETTEMBRE – MARTEDI' 9 SETTEMBRE)
 Chiusa l'edizione del 2013, che ha registrato un record di visitatori (+ 20% rispetto al 2012), la prossima edizione di SANA, il 26° Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, riaprirà i battenti nel quartiere fieristico di Bologna il 6 settembre, per concludersi  martedì 9 settembre. Organizzata da BolognaFiere in collaborazione con FederBio, SANA si conferma come la più importante manifestazione fieristica in Italia per l'alimentazione biologica certificata, l'erboristica e la cosmetica naturale e bio, l'appuntamento da non mancare sia per gli operatori professionali del settore, sia per i consumatori che a tavola preferiscono gli alimenti biologici e che per la cura del corpo e il mantenimento della salute ricorrono, rispettivamente, a prodotti cosmetici ottenuti da ingredienti-base naturali e bio e a integratori alimentari di vario tipo.

IL SALONE È STRUTTURATO IN TRE SETTORI. Nei padiglioni di SANA dedicati all'Alimentazione i visitatori troveranno esposte le ultime novità in materia di prodotti biologici certificati, freschi e conservati. Nel settore Benessere saranno in mostra prodotti per la salute e la cura della persona: alimenti destinati ad una dieta particolare (ad esempio cibi privi di glutine, per diabetici, per sportivi), cosmetici a base di ingredienti naturali e bio, erbe officinali, integratori alimentari, cibi funzionali  e trattamenti naturali. Infine, nel settore Altri prodotti naturali dedicato al vivere ecologico quotidiano, si troveranno prodotti per la pulizia della casa naturali, capi di abbigliamento bio, componenti di arredamento e mobili non trattati con sostanze chimiche e prodotti per il tempo libero.

TORNA SANA SHOP. Visto l'altissimo indice di gradimento raggiunto l'anno scorso presso gli espositori e il pubblico dei visitatori, riaprirà i battenti  SANA SHOP, lo spazio allestito da BolognaFiere all'interno di SANA in cui solo gli espositori di SANA potranno vendere i loro prodotti ai visitatori. (Per informazioni su questi spazi: sana@bolognafiere.it).

SANA FORUM. Come per le passate edizioni, SANA 2014 sarà accompagnata da un ricco cartellone di seminari e convegni di approfondimento che offriranno ai visitatori e agli espositori l'opportunità di aggiornarsi sui temi che più stanno a cuore al consumatore orientato a seguire un'alimentazione sana e all'utilizzo di prodotti naturali per la cura del corpo e la pulizia della casa.
In questo ambito, una novità dell'edizione 2014 di SANA riguarda i corsi che Akesios Group (www.akesios.it) organizzerà all'interno del Salone in collaborazione con SANIS (Scuola di Nutrizione e Integrazione nello Sport) e la società scientifica SINSeB (Società Italiana Nutrizione Sport e Benessere).
Target dei corsi di SANA SPORT sono medici, farmacisti, nutrizionisti, operatori della salute, singoli sportivi anche dilettanti. Relatori  saranno medici, medici sportivi, nutrizionisti. I temi trattati andranno dagli integratori  specifici per l'attività sportiva, sia amatoriale sia professionale, alle diete alimentari associate all'attività fisica.
Il programma dei corsi si svilupperà in tre sessioni:
·       SANIS PRATICTIONER: il passato, il presente e il futuro della formazione nella nutrizione sportiva

·       1° CONVEGNO NAZIONALE SINSEB:  La nutrizione e l'integrazione sportiva  fra scienza e dogmatismi
·       SINSEB EXPERIENCE: Nutrizione e disturbi alimentari nel bambino atleta.
(Per ulteriori informazioni e/o l'iscrizione ai corsi: info@akesios.it).

PREVENZIONE, CIBI FUNZIONALI, NUTRACEUTICA. Per il terzo anno consecutivo la Fondazione Istituto di Scienze della Salute, presieduta dal professor Enrico Roda, noto gastroenterologo di fama internazionale, offrirà al pubblico di SANA convegni di alto profilo medico scientifico sulla prevenzione e sul mantenimento della salute. I congressi medici, indirizzati anche alla comunità scientifica, andranno ad integrare  il mondo della salute con quello della produzione alimentare, con particolare attenzione alla produzione di alimenti che utilizzano l'impiego di elementi nutraceutici  e che rappresentano gli ingredienti-base della Dieta Mediterranea.
In relazione al vasto tema dell' "Alimentazione e della salute nel terzo millennio", esperti del settore parleranno di "Strategie di genomica e breeding per lo sviluppo di varietà adatte ai nuovi stili alimentari e scenari colturali",  "Miglioramento della qualità e valenza nutritiva di colture di base della dieta mediterranea", "Selezione di nuove varietà di fruttiferi arricchite di fitonutrienti", "Sottoprodotti della
filiera agroalimentare per la fertilizzazione dei suoli e per il recupero di molecole funzionali: la chiusura del ciclo".  Verrà approfondito anche il tema dell' "Impatto sullo stato di nutrizione e salute di particolari alimenti e filiere". Considerato il ruolo che riveste nelle abitudini alimentari dei popoli mediterranei, un altro protagonista degli incontri sarà "Il vino: i misteri della bevanda di Bacco. Una nuova narrazione dai geni alla buona tavola".  Ma anche l'acqua sarà al centro di un incontro che si occuperà di questa preziosa e insostituibile risorsa a rischio, dell'importanza dell'idratazione nel bambino e nell'anziano e nella cura dell'obesità, nonché di acque minerali e termali, di bevande funzionali (energy e sport drink), di tè e caffè.
Nutraceutica protagonista anche del convegno dedicato a "I nutraceutici di successo per le malattie cardiovascolari, digestive e il cancro", "Le possibilità di migliorare e fortificare la pasta e i prodotti da forno", "Metodologie analitiche per valutare l'attività nutraceutica di matrici alimentari".

SANA ACADEMY. Il tradizionale appuntamento con i corsi gratuiti di SANA Academy, organizzati da BolognaFiere e rivolti agli operatori professionali del settore, prevede quest'anno due tipologie di lezioni: in diretta streaming sul sito di SANA nei mesi che precedono e seguono la fiera, e frontali all'interno del Salone. Per le iscrizioni ai corsi in streaming ("webinar") visitare la pagina http://www.sana.it/corsi-e-convegni/sana-academy-webinar-2014/2893.html
Si comincia giovedì 12 giugno con l'avvocato Valeria Fabbri che terrà il corso online intitolato "Nuovi canali di vendita in erboristeria  e parafarmacia" dedicato all'e-commerce. Il pubblico che seguirà la lezione potrà rivolgere domande alla docente in diretta.  Il 26 giugno, secondo seminario web, tenuto da Gian Paolo Valli della Carpigiani Gelato University, su "Segreti e virtù del gelato biologico". Il 3 luglio il webinar "Innovazione nella nutrizione e integrazione sportiva" sarà condotto dal professor Fulvio Marzatico (Università di Pavia) e dal dott. Nicola Sponsiello, specialista in scienze dell'alimentazione.
Nell'ambito di SANA, sabato 6 settembre il corso tenuto dall'avvocato Gabriella Ferraris avrà per tema la pubblicità di alimenti, integratori e cosmetici. Domenica 7 settembre con Carlo Vettorazzi si parlerà della ristorazione biologica a 360 gradi che il Bio Hotel Elite di Levico Terme offre ai suoi ospiti. Il giorno seguente, lunedì 8, salirà in cattedra uno chef davvero speciale: Paolo Sari, il primo cuoco bio al mondo che può fregiarsi di una stella Michelin, assegnata quest'anno al suo ristorante Elsa di Montecarlo. Tema della sua lezione: "Il fallimento della globalizzazione alimentare". Martedì 9 settembre, infine, il naturopata Marco Valussi interverrà sulle proprietà di alcuni oli essenziali contro le infezioni.
I corsi in streaming riprenderanno il 25 settembre con l'avvocato Laura Gazzi che parlerà di contrattualistica in relazione alle erboristerie e proseguiranno il 30 ottobre con Roberto Spigarolo, ricercatore dell'Università di Milano, con il corso sulla promozione degli alimenti bio nelle mense scolastiche e aziendali,  e il 20 novembre con il professor  Enrico Roda su integratori e nutraceutici.

L'OSSERVATORIO DI SANA 2014 SUI CONSUMI ALIMENTARI BIO. Nel 2012 il giro d'affari relativo al consumo dei prodotti biologici nell'Unione Europea è stato pari a 21,8 miliardi di euro (fonte: BÖLW - Bund Ökologische Lebensmittelwirtschaft, 2014). In Italia il valore delle vendite di alimenti biologici ha superato i 2 miliardi di euro (+7% rispetto al 2011). In base a questi dati il nostro paese rappresenta oggi il quarto mercato per valore dei consumi di alimenti bio all'interno dell'UE.
In questo contesto, il focus dell'annuale ricerca dell'Osservatorio di SANA 2014, curato dall'istituto Nomisma su incarico di BolognaFiere, sarà sulla trasformazione del comportamento del consumatore italiano di prodotti biologici e sull'andamento del mercato bio, che anche per  quest'anno conferma di essere in buona salute e di non risentire della crisi economica in atto.
Quattro gli obiettivi che intende raggiungere l'indagine dell'Osservatorio di SANA 2014:
1.     definizione dei criteri di acquisto per i prodotti alimentari in generale (bio e non bio) e della modificazione dei comportamenti di consumo alimentare avvenuti negli ultimi 3-4 anni;
2.     misurazione del numero di famiglie italiane in cui si è consumato bio in almeno una occasione negli ultimi 12 mesi (tasso di penetrazione e frequenza di consumo bio);
3.     identificazione del numero di famiglie che consuma prodotti bio nella ristorazione (canale extradomestico);
4.     ricostruzione del profilo di comportamenti, bisogni e preferenze del consumatore bio.
Per arrivare a definire l'identikit del consumatore bio italiano, in riferimento alle abitudini di acquisto e consumo dei prodotti alimentari biologici, l'indagine valuterà i criteri di scelta del bio (categorie bio più acquistate, importanza del marchio biologico, ruolo delle promozioni, valori percepiti del bio, percezione del prezzo del prodotto bio, interesse per la sostenibilità del packaging); i luoghi di acquisto del bio (GDO, negozi specializzati, vendita diretta presso aziende produttrici, siti online, consumi nel canale extradomestico), motivazioni di acquisto, canali di informazione, servizi delle imprese al consumatore.
I risultati dell'Osservatorio di SANA saranno presentati nel corso di un convegno sabato 6 settembre.


CON SANA IL BIO MADE IN ITALY ALLA CONQUISTA DEL MERCATO SUD COREANO. Anche per l'edizione 2014 un focus privilegiato della manifestazione sarà sull'internazionalizzazione del biologico italiano, in vista, ma non solo, di EXPO 2015. In particolare, prosegue quest'anno il programma dedicato alla promozione, in Corea del Sud, dei prodotti Made in Italy agroalimentari biologici e della cosmesi bio e naturale avviato nel 2013 da Ministero dello Sviluppo Economico, Federbio, Federalimentare, con BolognaFiere nel ruolo di soggetto attuatore. Tra le varie attività in programma è previsto l'invito a SANA di una delegazione dei più importanti buyer sud coreani che all'interno della buyer lounge potranno partecipare agli incontri B2B con gli espositori.

SANA 2014  SUL PERCORSO CHE PORTA IL BIOLOGICO ALL'EXPO 2015. Con SANA 2014 e le nuove manifestazioni NUCE e Food-Ing International, acquisite nel proprio portafoglio a conclusione del 25° Salone Internazionale del Biologico e del Naturale, BolognaFiere si è assicurata il ruolo di piattaforma leader per valorizzare la presenza strategica del biologico nell'ambito di EXPO 2015, l'esposizione universale dedicata al tema "Feeding the Planet – Energy for life" che ha confermato il proprio patrocinio all'edizione 2014 del Salone.
INGRESSO. L'ingresso a SANA è gratuito per gli operatori del settore, previa registrazione online sul sito sana.it. Per il pubblico di  visitatori non professionali  il costo del biglietto è di 5 euro sabato 6 e domenica 7, e di 20 euro lunedì 8 e martedì 9. L'abbonamento ai 4 giorni di manifestazione costa 20 euro. Orario di apertura: dalle 9.30 alle 18.30 da sabato a lunedì, e dalle 9.30 alle 17.00 martedì. 
SANA.IT Sul sito della manifestazione tutti gli aggiornamenti in tempo reale.
Bologna, 23 maggio 2014

FIERACAVALLI A PIAZZA DI SIENA PRESENTA LA 116^ EDIZIONE



 

                                                                                           

FIERACAVALLI A PIAZZA DI SIENA PRESENTA LA 116^ EDIZIONE

 

Si è tenuto a Palazzo Altieri l'evento di presentazione della 116^ edizione di Fieracavalli, in occasione  dell'82° Concorso Ippico Internazionale di Roma Piazza di Siena.

 

Roma, 24 maggio 2014. Per il secondo anno consecutivo Fieracavalli sceglie Roma nel magico momento che la lega all'eccellenza del Jumping mondiale con il Concorso Ippico di Piazza di Siena, per festeggiare l'ideale passaggio di testimone tra i due appuntamenti italiani più prestigiosi del mondo equestre internazionale, e per presentare la 116^ edizione della rassegna veronese, in programma dal 6 al 9 novembre 2014.

 Fieracavalli rappresenta, da oltre un secolo, la manifestazione di riferimento per tutto il panorama equestre, dove la passione per il mondo del cavallo incontra sport, business ed intrattenimento in soli quattro giorni.

 

«Quest'anno grazie alla Piazza Internazionale dell'Equiturismo ci concentreremo nel promuovere il legame cavallo-territorio come uno dei motori principali del turismo nazionale e non solo. – ha sottolineato Mario Rossini, Vice Direttore Generale di Veronafiere - Lo spazio espositivo dedicato raccoglierà il meglio delle proposte ippo-turistiche nazionali e internazionali, cercando di mettere a sistema tutte le strutture (alberghi, maneggi, agriturismi, ippovie) in grado di parlare tra loro e offrire una rete di servizi dedicati per chi va a cavallo».

 

È stata presentata, inoltre, la nuova campagna dal claim "Affinità naturali" che, aggiunge un elemento al rapporto uomo-cavallo: il territorio, come spiega Diego Valsecchi, Direttore Commerciale di Veronafiere «Tutto ciò è volto a evidenziare quel legame tanto antico quanto elettivo quell' "affinità" di cui abbiamo iniziato a parlare nella campagna dello scorso anno e che con la nuova edizione si evolve in "Affinità naturali", per sottolineare quel naturale legame tra uomo, cavallo, territorio.»

Indecisi tra i business hotel a Pesaro? Hotel Savoy è il top

Per fare affari d’oro durante i viaggi di lavoro ci vuole un posto dove avere la certezza che tutto sia pensato per il relax post congress.

Chi cerca un business hotel a Pesaro troverà all’Hotel Savoy tutto quel che serve per iniziare al meglio le giornate di lavoro nelle Marche, sia che abbiate bisogno di un albergo con centro congressi vicino al mare, sia che abbiate necessità di un punto d’appoggio per raggiungere gli eventi business organizzati durante l’anno alla fiera di Pesaro o all’Adriatic Arena.

Tra gli alberghi di Pesaro, l’Hotel Savoy è uno di quelli aperti tutto l’anno dove si mangia realmente bene. Sarà per il fatto che il ristorante del 4 stelle è accessibile anche agli esterni (quindi comodo se volete dare un appuntamento a dei colleghi conosciuti durante il viaggio), o sarà per le bontà locali che si possono scegliere nel menù à la carte, ma l’Ariston Blue Dream di Pesaro è comodissimo anche per chi vuole continuare ad occuparsi di lavoro con il tablet durante le cene. Infatti, tra i servizi disponibili, c’è anche la possibilità di connettersi gratuitamente alla rete wifi.

L’Hotel Savoy, che trovate sul Viale Repubblica a pochi passi dal centro storico e dal lungomare, è dotato di diverse tipologie di camere spaziose e curate e di alcune sale congressi accessoriate perfette per chi desidera un posto dove organizzare eventi d’ogni genere (ci sono tanti servizi accessori che si prestano alle differenti tipologie di manifestazioni, come gli allestimenti floreali, i servizi hostess e le traduzioni in simultanea). Inoltre, tra i servizi dell’albergo ci sono la piscina e la vasca idromassaggio 8 posti, perfette per chi ha bisogno di staccare la spina di tanto in tanto.


Per essere pronti ad affrontare competitor e colleghi, ci vuole l’albergo giusto che offra servizi e professionalità a 4 stelle!

venerdì 23 maggio 2014

COHOUSING Fiera 4 Passi: anteprima nazionale Ecoquartiere Villorba (TV) dello studio Tamassociati


Fiera 4 Passi: 
anteprima nazionale Ecoquartiere Villorba (TV) di Tamassociati

Fiera Quattro Passi: Tamassociati presenta Ecoquartiere di Villorba,
il cohousing in cui le famiglie condividono spazi, strutture e utilità.
"Altre esperienze sono già in fase di studio".



Nell'ambito della 9^ edizione della Fiera QUATTRO PASSI
(24-25 maggio, 31 maggio-1 giugno, Treviso, Parco Sant'Artemio, Via Cal di Breda, 130)
dedicata alla scoperta di nuove e innovative forme di economia solidale e sostenibile,
di green economy, economia civile, volontariato, e cooperazione internazionale,
gli architetti di Tamassociati presenteranno il cantiere (ormai in corso di chiusura)
dell'ECOQUARTIERE QUATTRO PASSI a Villorba,
fatto di 8 abitazioni indipendenti di altrettante famiglie, ma legate l'una all'altra per la propria sostenibilità.

UN BORGO SOLIDALE DAL CUORE VERDE
Il quartiere realizzato da Tamassociati, la cui idea è nata proprio nel 2010 tra gli stand della Fiera,
è esclusivamente ciclopedonale (le auto si fermano ai limiti del lotto)
e realizzato secondo i più moderni canoni del rispetto ambientale (materiali, consumi energetici, impianti…).
Non solo: la casa comune ospita una centrale termica a pellet,
sistemi per il recupero dell'acqua, un impianto fotovoltaico e un altro per il solare termico.

"Questo 'borgo solidale' mantiene un cuore verde – fanno sapere i Tamassociati:
è incastonato in una cornice verde fatta di vegetazione rigogliosa tra centro abitato e campagna,
ed è verde la grande 'aia' comune su cui affacciarsi".
 
RISPARMIO, CONDIVISIONE E UTILIZZO DI SPAZI.
"Qui si produce energia, e si condividono alcuni servizi e attitudini
– spiegano i Tamassociati, veri pionieri e profondi conoscitori del co-abitare,
impegnati tra l'altro nella consegna di un altro co-housing nel Bolognese -.
E si risparmia: non solo sui costi di manutenzione e sulle utenze;
il risparmio si concretizza nel momento in cui le famiglie che abbracciano il progetto condividono la massima che 'l'unione fa la forza'.
L'alta qualità di spazi, architetture, materiali e impianti costa senz'altro meno quando ci smuove tutti insieme.
E permette l'ottimizzazione dei tempi e la velocizzazione della parte burocratica del progetto.
 
È l'applicazione del concetto dei GAS, declinata all'immobiliare e al conseguente stile di vita,
che per gli spazi e le strutture comuni privilegia l'uso al possesso esclusivo:
in questo modo si condividono, si ha cura e responsabilità di ogni aspetto della vita di quartiere.
I ricoveri per le biciclette, le lavanderie, la sala attrezzi, gli orti, le sale per i bambini, gli spazi di svago, i prati ecc., tutto è di tutti, e tutti ne hanno riguardo".

AREE COMUNI E PROGETTAZIONE PARTECIPATA
"Nel caso specifico di Villorba, ad esempio, l'intervento ha previsto la realizzazione di una 'casa comune',
un edificio di circa 200mq con ambienti e funzioni diverse:
una sala polifunzionale con cucina, un portico per le attività in esterno, un'officina per il bricolage,
un magazzino alimentare per gli acquisti di gruppo. Negli spazi esterni, un'area giochi per i bambini e ragazzi, e un orto collettivo".

Il coinvolgimento dei futuri abitanti è stato centrale lungo tutto il percorso:
dalla progettazione partecipata dell'insieme e delle singole unità,
all'accordo sulle aree comuni e alla adesione a uno stile di vita per tanti aspetti comunitario e meno individualista.

"Il cohousing è una risposta ragionata e ragionevole non solo alle nuove esigenze dell'abitare,
ma alla crisi del mercato immobiliare: fa risparmiare tempo e denaro, rende protagonisti i futuri abitanti,
offre qualità aggiuntive che l'edilizia standardizzata non può garantire.
Combina in modo nuovo l'autonomia dell'abitazione privata con i vantaggi di spazi, risorse e servizi condivisi" – chiudono i Tamassociati.

Nel frattempo si stanno organizzando altri gruppi interessati a seguire il medesimo percorso per la realizzazione di altre eco-case ed eco-quartieri.
L'Ecoquartiere Quattro Passi verrà consegnato ai nuovi abitanti alla fine dell'estate 2014

giovedì 22 maggio 2014

Al via la Fiera Quattro Passi (Treviso, 24 25 maggio e 31 maggio 1 giugno), la manifestazione del commercio equo e solidale "di casa nostra"




AL VIA FIERA QUATTRO PASSI, LA MANIFESTAZIONE DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE"DI CASA NOSTRA"

 

L'evento, a Treviso il 24 e 25 maggio e il 31 maggio e 1 giugno 2 014, giunta alla IX edizione, è uno tra i principali appuntamenti nazionali per i settori della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell'ambiente.

 

Per prima ha accolto e sviluppato l'idea che il commercio equo debba ampliare la propria vocazione, affiancando allo storico interesse verso i Paesi del Sud del mondo quello per le economie d'eccellenza italiane: essa oggi fa scuola a livello nazionale.

 

"Alla scoperta del nuovo mondo": è questo, in duplice accezione, il tema scelto per la IX edizione della Fiera Quattro Passi, organizzata dalla Cooperativa Pace e Sviluppo di Treviso (prima organizzazione di commercio equo e solidale in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia), al Parco Sant'Artemio di Treviso – sede della Provincia di Treviso - nei weekend del 24 e 25 maggio e del 31 maggio e 1 giugno 2014.

 

L'appuntamento, uno dei principali punti di riferimento nazionali per i settori della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell'ambiente, vedrà coinvolti 180 espositori provenienti da tutta Italia e non solo e proporrà un ricco programma culturale, il tutto calato in un'atmosfera festosa e positiva. Due le direttrici sulla base delle quali le proposte saranno selezionate e sviluppate: da un lato l'accezione geografica (quindi nuovo mondo come scoperta di altre culture con un focus prioritario sulla cooperazione internazionale e l'integrazione), dall'altro quella temporale, "nuovo mondo" nel senso di innovativo, individuando e selezionando alternative "capaci di futuro" nei diversi settori (tecnologia, energia, corretta gestione dei rifiuti, pratiche sostenibili in agricoltura nel Sud del mondo come in Italia).

 

"La fiera – ha dichiarato Alessandro Franceschini, presidente di Agices (Assemblea generale italiana del commercio equo e solidale) e ideatore della manifestazione – ha dimostrato, sin dall'inizio, come sia necessaria una contaminazione con le realtà vicine: ha così affiancato al commercio equo e a produttori e prodotti del Sud del mondo numerose realtà d'eccellenza locali e italiane, comunicando che siamo tutti tessere dello stesso puzzle e che il nostro impatto aumenta se ci proponiamo come sistema. Ecco dunque che alla fiera si trovano esempi virtuosi nel campo dell'agricoltura biologica, delle energie alternative, dei comportamenti sostenibili. Così, il commercio equo diventa anche italiano".

 

Quest'anno alla fiera, ancor più esperienziale e portatrice di idee concrete e subito applicabili per cambiare marcia al nostro stile di vita quotidiano e indirizzarlo verso pratiche più sostenibili, anche le occasioni di divertimento saranno eco. Filo conduttore dei principali spettacoli sarà la mobilità sostenibile, declinata in modo molto personale dagli artisti: sabato 24 e domenica 25 maggio arriverà Paco Machine, lo street performer che ha partecipato ai maggiori festival d'Europa percorrendo decine di migliaia di chilometri con la propria bicicletta e alimenta il proprio impianto audio con pannelli solari, mentre il weekend successivo si avrà il Baloon Theatre, una vecchia mongolfiera che diventerà un teatro gonfiabile in cui gli attori racconteranno storie liberamente tratte dai racconti di Italo Calvino, Gianni Rodari e Tonino Conte. E, ancora, sabato 25 maggio per mamme e neomamme è in programma la "fasceggiata", un modalità per passeggiare e tenere comodamente il bimbo con sé avvolto nella fascia.

 

Per informazioni e programma completo:

www.4passi.org

mercoledì 21 maggio 2014

ExpoTunnel, vetrina delle eccellenze del tunnelling




Bologna capitale delle grandi opere
 Le infrastrutture: ruolo chiave per lo sviluppo economico e sociale
Seconda edizione del Salone internazionale dedicato al sottosuolo
dal 23 al 25 ottobre 2014 a BolognaFiere (Padiglione 19)
Bologna, 21 maggio 2014 – Un punto di incontro in crescente sviluppo per il mondo delle infrastrutture: dopo il successo della prima edizione, EXPOTUNNEL (Salone delle Tecnologie per il Sottosuolo e delle Grandi Opere - in programma dal 23 al 25 ottobre 2014 a Bologna) si conferma anche quest'anno vetrina delle eccellenze dell'ingegneria italiana, dalla progettazione alla realizzazione delle infrastrutture.
ExpoTunnel mette in mostra le aziende che sono motore per l'economia verso quei Paesi che per le loro opere hanno bisogno di tecnologia e competenza, dall'Europa del Nord e dell'Est fino all'Asia, dal Medio Oriente all'America del Nord e del Sud, fino in Australia.
La seconda edizione di ExpoTunnel è infatti un'occasione per evidenziare come sia emerso "un forte interesse globale verso la manifestazione, perché è fondamentale avere un salone come questo totalmente dedicato alle costruzioni del sottosuolo e alle grandi opere, in grado di proporre un panorama espositivo completo e fortemente specializzato - spiega Sara Leanza, Vice Presidente di Conference Service, società organizzatrice di ExpoTunnel -  E' per queste ragioni che quest'annoproponiamouna maggiore internazionalizzazione e una specializzazione dell'offerta merceologica, nell'ottica di rafforzare il settore delle infrastrutture".
Non a caso i numeri della prima edizione "sono di rilievo per un salone specializzato su cui puntano lo sguardo gli occhi dell'alta tecnologia mondiale: sui 105 espositori totali circa il 20% proveniva dall'estero – spiega Sara Leanza – mentre i visitatori sono stati 5400 operatori professionali di cui il 15% proveniente da 33 Paesi esteri".

Leggi il comunicato completo
Organized by
Conference Service srl
via de' Buttieri 5/a - 40125 Bologna
t. +39.051.4298311
f. +39.051.4298312
info@expotunnel.it

"Bibione B&B - tra pigne, conchiglie e..tartufi ! ", 29 maggio, 1-2 giugno 2014


" Bbione B&B – tra pigne, conchiglie e....tartufi! "

Con il patrocinio del Comune di San Michele al Tagliamento, la collaborazione e il supporto del Comitato di Lido dei Pini e l' iniziativa e l' organizzazione dell' associazione il Gradino, ritorna l' appuntamento a Lido dei Pini con "Bibione B&B tra pigne, conchiglie e...tartufi! ", per la sua quarta edizione.

Per tre giorni, l' area verde di fronte alla famosa Spiaggia di Pluto del Lido dei Pini, a Bibione, si trasforma, per l' occasione, in un oasi naturalistica e di benessere, con interessanti proposte rivolte a uno stile di vita più naturale ed ecosostenibile.

Un ricco Mercatino di prodotti biologici, Naturali ed ecosostenibili a cui si affianca una vivace Mostra-Mercato di proposte di Vero Artigianato autoprodotto e manufatti Creativi.
All' ombra dei pini potrete soffermarvi presso i vari spazi dimostrativi di numerose discipline olistiche, in una sorta di. "itinerario del benessere olistico".

La vicinanza alla famosa "spiaggia di Pluto", una delle prime in Italia ( attrezzate e pensata per i bagnanti accompagnati dai loro amici 4 zampe ) diventa, inoltre, un' occasione per creare un' iniziativa particolarmente indirizzata a coloro che amano gli animali e, in particolare appunto, i cani.

Tanto spazio nel verde sarà infatti dedicato alle attività ludico/didattiche con i nostri amici anima-li , quali l' agility, le dimostrazioni di comportamento e le esibizioni dii disc dog.

Inoltre incontri di approfondimento per migliorere il nostro rapporto, in modo più salutare ed equilibrato, con i nostri "amici con la coda"
Seguite il programma qui: http://sulgradino.webs.com/bibionebb.htm

Se volete profittare di questa festività per cercare un po' di svago, ma anche di relax, di riscoperta di un ritmo più sostenibile, a contatto con la natura, potrete organizzarvi per venire a Bibione, a Lido dei Pini, per assaporare e gioire delle proposte che abbiamo organizzato per questa occasione.

In quest' area verde ampia e articolata, abbiamo ricreato una sorta di "Terra di Mezzo", tra mare e terra, dove sarà possibile trovare anche un angolo tranquillo, e ombreggiato, per far colazione sull' erba, rilassarsi con un trattamento olistico, intrattenersi con le attività ricreative e divertirsi con i propri cari e con gli amici...anche quelli a quattrozampe !


"Bibione B&B, tra pigne, conchiglie e....tartufi!"

Lido dei Pini, area verde di fronte Spiaggia di Pluto
31 Maggio, 1-2 Giugno 2014, dalle 9:30 alle 20:00

BIBIONE ( VE )

INFO, AGGIORNAMENTI E PROGRAMMA SU: http://sulgradino.webs.com/bibionebb.htm

Aquardens all’Imex di Francoforte


Dal 20 al 22 maggio Aquardens, in collaborazione con l'ENIT, sarà presente all'IMEX, una delle due maggiori fiere internazionali per il settore meeting, eventi ed incentive.

Il primo Parco Termale in Italia non è solamente sinonimo di relax e benessere, ma offre anche servizi di qualità per la ristorazione e l'organizzazione di meeting ed eventi. In quest'ottica, e per proporre la propria struttura a buyers di livello internazionale, Aquardens parteciperà all'IMEX di Francoforte assieme all'Agenzia Nazionale del Turismo (ENIT).
Le Terme di Verona cercano, così, di ripetere il successo avuto al F.RE.E di Monaco, il salone internazionale dei viaggi e del tempo libero, e all'ITB di Berlino, la fiera internazionale del turismo.

Durante la fiera Aquardens si confronterà con grandi aziende di fama mondiale, industrie farmaceutiche, portali di ricerca location meeting e agenzie di eventi internazionali.  Si presenterà come partner organizzativo e location adatta a soddisfare le più diverse esigenze aziendali e capace di garantire la perfetta riuscita di ogni evento al pari delle più importanti realtà turistiche ricettive e congressuali d'Italia. "Aquardens vuole contribuire in modo importante –dichiara il Direttore Ing. Abramo Vincenzi – ad aumentare sempre più i flussi turistici, nazionali ed internazionali, legati sia al mondo leisure che al mondo  business sul territori di Verona e sulla Valpolicella".

Le sale meeting Romeo e Juliet, perfette per eventi di piccole e medie dimensioni, la sala espositiva e l'Aquardens Arena, con i suoi 300mq di spazio funzionale, consentono, infatti, alle Terme di Verona di rispondere a qualsiasi richiesta del cliente.

La partecipazione a un evento fieristico così importante per viaggi incentive, turismo congressuale e organizzazione di eventi, sottolinea ancora una volta la multicanalità dell'offerta di Aquardens, che si propone nel mercato del benessere a 360° con il suo poliambulatorio Aquamedical, l'area Beauty & Spa, il Parco Termale, la ristorazione e l'area aziendale dedicata al Meeting Incentive Congress Event.

Aquardens con quest'ultimo servizio si propone, grazie agli ampi spazi e all'emozionante atmosfera che la caratterizzano, come location originale per eventi e meeting aziendali. Infine, non si può dimenticare che questa suggestiva struttura architettonica è immersa nella Valpolicella che fa da spettacolare cornice naturale.

*****
Aquardens, Le Terme di Verona, è il parco termale in provincia di Verona nato nel luglio del 2012 e costituito da 60mila metri quadri di parco comprendenti oltre 5.200 metri quadri di piscine e laghi termali, due grotte con terrazze, area wellness Sauna e Relax, AquaMedical. La struttura offre inoltre ben sette punti di ristorazione, tra cui Aquardens Restaurant, Self-Salus, Ripasso Bistrò, bar e chioschi esterni, per rendere completa l'esperienza di cui l'utente può fruire.

Aquardens è simbolo di sinergia tra l'incantevole territorio della Valpolicella e le proprietà terapeutiche dell'acqua termale salsobromoiodica che sgorga dalla roccia fessurata della fonte Aquardens a 47°C. Si tratta, quindi, di un anfiteatro progettato per ridurre al minimo l'impatto ambientale e inserito perfettamente nel contesto collinare circostante: l'acqua termale salso bromo iodica viene convogliata nelle pompe di calore, che ne estraggono il calore in eccesso per trasformarlo in energia utile al parco, consentendo un risparmio annuo di circa 1.500 tonnellate di petrolio, che significa non immettere nell'atmosfera CO2 equivalente a quanto assorbito da oltre 600 ettari di bosco.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI